Analisi IDC: costosi i requisiti hardware di Chrome OS?

Analisi IDC: costosi i requisiti hardware di Chrome OS?

I MID grandi perdenti e i sistemi con Chrome OS più costosi di quelli con Windows: queste le stime per i prossimi anni di un analista di IDC

di pubblicata il , alle 15:49 nel canale Portatili
WindowsMicrosoft
 

Il sito web EEetimes pubblica un'interessante disamina a cura di Bob O'Donnell, analista per IDC, incentrata sul mercato dei dispositivi mobile, ed in modo particolare su quel segmento compreso tra i portatili propriamente detti da un lato e gli smartphone dall'altro.

La prima, e per certi versi sorprendente, analisi di O'Donnell verte su Google Chrome e su i dispositivi che ne faranno uso: secondo l'analista di IDC esiste il rischio che queste soluzioni saranno in realtà più costose rispetto a dispositivi basati su processori Atom e provvisti di sistema operativo Windows. O'Donnel avrebbe infatti raccolto il parere di alcuni produttori OEM che indicano come i requisiti per Chrome OS includano componenti capaci di innalzare il prezzo finale del dispositivo, come controller grafici di una determinata potenza, accelerometri ed altri sensori.

IDC prevede che nel corso del 2011 i notebook e gli smarthpone riusciranno a raggiungere volumi di consenge di più di 240 milioni di unità. Nel grande segmento dei sistemi "a metà strada", le soluzioni di tipo tablet saranno quelle capaci di riscuotere il maggior successo, con volumi previsti di 16 milioni di unità nel 2011. A seguire, con parecchio distacco, gli e-book reader con volumi di consegne stimati in 6 milioni di unità. Di contro, le soluzioni ARM-based che ibridano i tratti peculiari degli smartphone con quelli dei netbook supereranno i due milioni di unità all'anno nel 2011 mentre i MID sembrano già essere avviati sulla sulla strada del declino con vendite di meno un milione di unità.

"Molte persone hanno o avranno un notebook ed uno smartphone, ed in mezzo ci sono 4 o 5 categorie di dispositivi, ciascuna delle quali ha differenti attrattive per differenti persone" osserva O'Donnell. I sistemi MID sembrano essere i principali perdenti nella visione di IDC, poiché dotati di schermi di piccole dimensioni (4-7 pollici) ma comunque relativamente costosi. "E' una categora in cerca di un'esigenza" ha dichiarato O'Donnell.

Di contro le soluzioni netbook appaiono come vincitrici indiscusse. Il motivo del successo sembra essere il passaggio dall'originaria impostazione che prevedeva schermi di piccole dimensioni (7 pollici) e sistema operativo a base Linux verso le soluzioni da 10 pollici con sistema operativo Windows. Lo scorso anno i netbook hanno fatto registrare consegne per 34 milioni di unità, con un trend in crescita che potrebbe consentire di arrivare fino a 45 milioni di unità nel 2011.

Secondo O'Donnell vi sono due elementi chiave che influenzeranno il panorama dei dispositivi mobile nel corso dei prossimi anni. Il primo è rappresentato dalla possibilità di disporre di adeguate tecnologie di sincronizzazione che consentano all'utente di poter accedere agli stessi contenuti personali o agli stessi servizi su dispositivi differenti. Il secondo riguarda invece i piani tariffari solo dati proposti dagli operatori di rete: è necessaria un'evoluzione delle proposte commerciali affinché si arrivi in una situazione dove sia possibile utilizzare un singolo abbonamento su più dispositivi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
II ARROWS15 Marzo 2010, 16:12 #1
Capisco i controller grafici, ma che se ne fa Chrome OS degli accelerometri? O_o
LMCH15 Marzo 2010, 16:37 #2
Originariamente inviato da: II ARROWS
Capisco i controller grafici, ma che se ne fa Chrome OS degli accelerometri? O_o


Per capire come e' orientato il dispositivo su cui gira, roba utile nei tablet.
Un accelerometro ad almeno tre assi (nel senso che misura le accelerazioni su 3 direzioni ortogonali) può continuamente monitorare l'orientamento (basta individuare tra le varie componenti di accelerazione quella abbastanza costante a circa 9.8G della Terra).

Tieni presente che gli accelerometri MEMS sono integrati su chip e li trovi ormai dappertutto, persino negli hard disk (per rilevare una "caduta in corso" e mettere le testine in posizione di parcheggio prima che sia troppo tardi).
puccio198415 Marzo 2010, 16:37 #3
Bè bisogna mettere dei requisiti minimi per tutti i produttoru altrimenti se ti trovi con macchine che hanno quello o quel sensore poi le applicazioni da una parte funzioneranno e dall'altra no! E' meglio che diano delle specifiche alte all'inizio, se no ci sarà un parco software scarso! Il successo dell'Iphone ad esempio si basa anche su questo!
Barra15 Marzo 2010, 17:38 #4
Mi sembra altamente improbabile....
Chrome OS è in grado di girare su ARM e questo dovrebbe permettere la realizzazione di dispositivi molto molto economici, anche con accelerometri e simili!
degac15 Marzo 2010, 19:34 #5
Costi hardware?

Questi analisti si sono fumati qualcosa: l'unica cosa chiara è che aumentando la base di mercato posso ridurre i costi di produzione per economia di scala (sia per LCD, sia per CPU/chipset/RAM/antenne & co) - quindi dubito seriamente possano esserci aumenti nei costi (salvo cataclismi / riduzione dell'offerta ecc.)

A mio modo di vedere l'unico - reale - costo di questi aggeggi sono i COSTI DI CONNESSIONE: se devono essere utilizzati in maniera always-on (per un ufficio on-line è la norma) è ovvio che questo sarà una gran brutta gatta da pelare (e da far capire agli utenti finali....200€ di pc-mobile e 600 euro/anno per persona di connessione rappresentano una questione piuttosto seria in sede di budget!)
CountDown_015 Marzo 2010, 20:05 #6
Sì, ma Chrome OS avrà come requisito imprescindibile un SSD, l'ha detto Google. E un SSD, benché piccolo data la filosofia di Chrome OS, costa parecchio. Certo, se il confronto lo si facesse con un netbook dotato di Atom, Windows e SSD, probabilmente costerebbe meno Chrome OS, ma finché le soluzioni con Atom e Windows usano un normale HDD, le preoccupazioni sul prezzo secondo me sono fondate.

Passando ad altro... La non-notizia è che i MID non servono a niente.
Rizlo+15 Marzo 2010, 23:32 #7
[QUOTE]Mi sembra altamente improbabile....
Chrome OS è in grado di girare su ARM e questo dovrebbe permettere la realizzazione di dispositivi molto molto economici, anche con accelerometri e simili![/QUOTE ]

Eh ma non è detto, se ci voglio infilare per forza 3G, GPS, accelerometri il prezzo anche con ARM si avvicina a quello degli smartphone di fascia alta (500-600€) che è sicuramente di più delle soluzioni netbook con Atom, non è Chrome OS in se che ha i requisiti alti ma il genere di dispositivi a cui è rivolto. In tutto questo nulla vieterebbe di fare netbook ARM con chrome OS senza 3G,GPS e accelerometri a 200€
NEON_GENESIS16 Marzo 2010, 16:49 #8
Originariamente inviato da: Rizlo+
[QUOTE]Mi sembra altamente improbabile....
Chrome OS è in grado di girare su ARM e questo dovrebbe permettere la realizzazione di dispositivi molto molto economici, anche con accelerometri e simili![/QUOTE ]

Eh ma non è detto, se ci voglio infilare per forza 3G, GPS, accelerometri il prezzo anche con ARM si avvicina a quello degli smartphone di fascia alta (500-600€) che è sicuramente di più delle soluzioni netbook con Atom, non è Chrome OS in se che ha i requisiti alti ma il genere di dispositivi a cui è rivolto. In tutto questo nulla vieterebbe di fare netbook ARM con chrome OS senza 3G,GPS e accelerometri a 200€


Come non quotarti, crhome os sara un S.O. stile cellulare, che usera componentistica da cellulare....e i prezzi dei cellulari li conosciamo bene, specie in italia.
Barra16 Marzo 2010, 16:59 #9
IMHO lo standard sara ARM+accelerometro+wifi+1gb e un SSD piccolo (4gb) in modo da ridurre al minimo i costi.
Gli SSD da 4gb erano montati sugli eee701 che costavano 299€ al lancio oltre 2 anni fa (forse 3?)

Così difficilmente si supererebbero i 250€ con uno schermo da 8/10". Se poi in più mettiamo un modulo UMTS mettiamo max 50€ in più (giusto oggi Alcatel annuncia nuovi moduli usb da 3,6Mb/s da 39€).

Il costo di molti smartphone non è dato dalla tecnologia all'interno ma dai materiali usati (alluminio ecc), dagli schermi touch ultra resistenti a tutto, dai costi legati alla microscopiche dimensioni.
Su un netbook difficilmente si avranno schermi resistenti agli urti (non vengo schiacciati in tasca) e saranno 100% plastica. Poi naturalmente arriveranno soluzioni più costose e di fascia alta ma saranno IMHO una nicchia.
frankie17 Marzo 2010, 19:51 #10
per il costo degli schermi lcd capacitivi o resistivi basta guardare il costo dei ricambi per gli smartphone sulla baia. Si arriva tranquillamente anche a 120€ e sono prezzi di rivenditori da hongkong, non di certo europei (per quello che mi serve sono circa 20€ in meno per HK, certo poi ci son le spedizioni ma era per vedere il prezzo del display)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^