Stampa 3D, molti passi avanti grazie al settore medicale

Stampa 3D, molti passi avanti grazie al settore medicale

La necessità di realizzare in maniera economicamente sostenibile protesi e dispositivi medicali ha rappresentato negli ultimi anni un catalizzatore all'evoluzione delle tecnologie di stampa 3D

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:21 nel canale Periferiche
 

La società di analisi di mercato Gartner osserva come le tecnologie di stampa 3D abbiano compiuto consistenti passi avanti nel corso degli ultimi anni, anche grazie alla spinta impressa dalle applicazioni medicali e, nel complesso, dalle nuove esigenze del settore sanitario che ne hanno orientato alcuni degli sviluppi più significativi. L'Hype Cycle di Gartner evidenzia come la stampa 3D per dispositivi medici abbia raggiunto il cosiddetto "Peak of Inflated Expectation", ma alcune applicazioni specialistiche stanno già diventando la norma in alcune pratiche mediche.

"Nel settore sanitario la stampa 3D è già diffusamente utilizzata per produrre oggetti medicali che devono essere realizzati su misura per gli individui, come ausili acustici e protesi dentali. Tutti i principali produttori di apparecchi acusitici offrono dispositivi che sono personalizzati sulla forma dell'orecchio del cliente. Questa è la prova che l'uso della stampa 3D per la personalizzazione di dispositivi consumer è ora una strada percorribile, specialmente se si pensa che il passaggio dalla produzione tradizionale ha impiegato meno di due anni. L'uso abituale di stampa 3D per impianti dentali è inoltre non lontana da questo livello di maturità di mercato" ha commentato Pete Basiliere, resarch director per Gartner.

Alcune tecnologie di stampa 3D per uso medicale sono ancora lontane dall'uso comune ma sono ugualmente interessanti. Le protesi di articolazioni come quella del ginocchio o della caviglia rappresentano un settore da 15 miliardi di dollari e sono parte di procedure mediche tra le più comuni. I primi trial con protesi personalizzate hanno mostrato migliori tempi di recupero e migliore funzionalità dell'impianto, così come una maggior riuscita nelle operazioni più complesse. A fronte delle dimensioni del mercato Gartner prevede che protesi di questo tipo stampate in 3D saranno comunemente utilizzate entro i prosssimi 2-5 anni.

Guardando ulteriormente avanti, con un orizzonte dai 5 ai 10 anni per l'adozione comune, ci sono le tecnologie di bioprinting che secondo Gartner vivranno due fasi in questo Hype Cycle: una focalizzata sulla produzione di tessuti viventi per trapianti, l'altra per le attività di ricerca e sviluppo. Michael Shanler, research director per Gartner, ha commentato: "Alcune di questi sistemi R&D sono già capaci di stampare cellule, proteine, DNA e farmaci, ma ci sono barriere significative ad un'adozione diffusa. La complessità degli oggetti da stampare e l'elevata manutenzione necessaria per questi sistemi di stampa significa che gli allestimenti iniziali saranno per lo più limitati a fornitori di servizi specialistici. L'uso comune crescerà di pari passo con la differenziazione di questi dispositivi".

I passi avanti si osservano anche al di fuori del campo medicale. La prototipazione 3D è rimasta per molti anni l'unico impiego abituale di questa tecnologia, ma nei prossimi 2-5 anni le novità stimoleranno un uso più ampio della stampa 3D al di fuori dei campo specialistici. Il progresso e le evoluzioni di aspetti collaterali alle stampanti 3D, come ad esempio le tecnologie di scanning, i software di creazione e i servizi di stampa 3D hanno il potenziale di rendere questa pratica più accessibile e conveniente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7726 Agosto 2015, 15:40 #1
In effetti il top dell'utilizzo della stampa 3D è proprio su quei pezzi che necessitano personalizzazioni specifiche di volta in volta.
Il settore medicale è quello per il 90%.
Grey_Alien26 Agosto 2015, 18:56 #2
Io lavoro nel campo dentale e sono utilizzatore di una stampante 3D. Essa stampa gli oggetti in metallo ed è veramente molto precisa, ha sostituito le tecniche tradizionali per molti clienti già da due anni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^