Sportwatch per chi corre: nuovi Garmin Forerunner 620 e 220

Sportwatch per chi corre: nuovi Garmin Forerunner 620 e 220

ForeRunner 620 si posiziona al top della gamma Garmin per il podista più esigente, introducendo funzionalità mai trovate prima in uno sportwatch. ForeRunner 220 ne riprende le caratteristiche base ad un prezzo più contenuto

di pubblicata il , alle 09:56 nel canale Periferiche
Garmin
 

Quello degli smartwatch è un tema divenuto popolare negli ultimi mesi e balzato alla cronaca a inizio Settembre: in concomitanza con l'IFA di Berlino sono stati fatti importanti annunci di nuovi prodotti che aprono la strada a un settore completamente nuovo e di notevole interesse tanto per i produttori come per gli utenti.

Non è però tuttavia questo un tema così nuovo e originale: gli appassionati di sport all'aperto infatti da tempo utilizzano orologi avanzati per tenere traccia delle proprie attività. Dal ciclista al runner, passando per il nuotatore, gli sport watch sono diventati un accessorio del quale non è possibile fare a meno.

Garmin ha annunciato due nuovi modelli specificamente rivolti al runner appassionato, appartenenti alla popolare famiglia di prodotti Forerunner. Ci riferiamo a Forerunner 220 e Forerunner 620, con il secondo che si posiziona quale top di gamma nella serie di smartwatch Garmin specificamente destinati agli amanti del podismo.

garminforerunner6202201.jpg (79387 bytes)

Forerunner 620 implementa per la prima volta in un prodotto Garmin un dispositivo che permette di calcolare la cadenza, il tempo di contatto con il suolo e l'oscillazione verticale del podista durante l'allenamento. La cadenza è il numero di passi che vengono completati in un minuto; il tempo di contatto è quello intercorso da quando il piede appoggia terra a quando si stacca per iniziare la fase di volo; l'oscillazione verticale è lo spostamento verso l'alto del corpo del podista durante il gesto della corsa. Queste sono grandezze che analizzate assieme permettono di meglio valutare quale sia lo sforzo compiuto dall'atleta, oltre alla sua tecnica di corsa.

Questi dati vengono raccolti attraverso una nuova fascia cardio, indicata come HRM-Run, compatibile con ForeRunner 620 e capace di misurare gli spostamenti del corpo dell'atleta così da derivare le grandezze sopra riportate. ForeRunner 620 permette anche di fornire una stima del VO2 massimo ottenuto dall'atleta, bilanciando questi dati con quelli tradizionali dell'allenamento (durata, lunghezza, frequenza cardiaca) per meglio indicare all'atleta quali siano gli intervalli di riposo meglio indicati dopo un allenamento per riprendere la condizione ottimale.

Forerunner 220 perde alcune delle caratteristiche alla base di Forerunner 620, a fronte di un prezzo più contenuto: da 399€ scendiamo infatti a 249€ (la fascia cardio è accessorio a parte, dal prezzo di 50€). Forerunneer 220 mantiene lo schermo a colori con risoluzione di 180x180 pixel ma perde la funzionalità touchscreen; non troviamo neppure le modalità avanzate di Training Effect per valutare il rendimento post allenamento, la valutazione del VO2 massimo oltre che il dispositivo di avviso sui rcuperi.

Da ultimo un cenno all'autonomia: Garmin dichiara un funzionamento sino a 6 settimane in modalità risparmio energetico e di 10 ore massimo in modalità allenamento. Quest'ultimo dato è di tutto rispetto ma in alcuni casi potrebbe non essere sufficiente: ad esempio un podista che vuole correre la 100 Km del Passatore potrebbe non arrivare a fondo gara con una carica. O potrebbe in ogni caso non arrivare a fondo gara perché l'impresa è più grande delle sue capacità, ma questo prescinde dallo sportwatch scelto.

Qualora voleste correre il Passatore e foste dibatturi sullo smartwatch da utilizzare fortunatamente c'è una soluzione anche per voi: Garmin propone ForeRunner 910XT con un'autonomia dichiarata sino a 20 ore (tempo limite per completare questa gara, tra l'altro), lo sportwatch top di gamma che abbina le esigenze di podista, ciclista e nuotatore in un singolo prodotto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
anac17 Settembre 2013, 10:37 #1
hanno copiato dai timex , secondo me i garmin vanno bene per chi e' piu' interessato a condividere il fatto che va a correre piuttosto che avere un cardio di buona fattura e programmi per allenamento intenso
trovo assurdo che la fascia cardio sia un accessorio per tutti e due i modelli
Ago7217 Settembre 2013, 11:13 #2
Originariamente inviato da: anac
hanno copiato dai timex ,


Cosa hanno copiato dai Timex?

Originariamente inviato da: anac
secondo me i garmin vanno bene per chi e' piu' interessato a condividere il fatto che va a correre piuttosto che avere un cardio di buona fattura e programmi per allenamento intenso


Perchè? il 910XT è ritenuto un ottimo "sportwatch"

Originariamente inviato da: anac
trovo assurdo che la fascia cardio sia un accessorio per tutti e due i modelli


Scusa ma non condivido, i Garmin, come del resto i Timex e molti altri usano la comunicazione ANT+, percui se hai già una fascia compatibile ANT+ di qualsiasi produttore, puoi usarla anche su questi dispositivi.

A dire il vero l'unica cosa che mi lascia perplesso di questi "sportwatch" è l'aspetto touch. Mentri corri, sudato, i comandi touch mi sembrano poco pratici
Ago7217 Settembre 2013, 11:53 #3
Originariamente inviato da: LucaNoize
ho pensato la stessa cosa, per non parlare in inverno...a -10° (temperatura tipica delle mie parti) i guanti sono obbligatori, almeno per i primi km.


Il touch è resistivo, per cui anche con i guanti non dovrebbero esserci problemi.

Originariamente inviato da: LucaNoize
In sostanza preferisco i pulsantoni del mio forerunner 305, meno fighetto, ma a mio avviso
molto più pratico


Anche io la penso come te, così anche a tatto riesci a gestirlo, specialmente quando sei scoppiato (nel mio caso sempre...)
tasso7917 Settembre 2013, 12:00 #4
Io ho il 610 ed è touch. E' preciso ed il touch funziona con i guanti perché non è quello dei cellulari. Ci vuole una pressione di buona entità. A me sembra molto più comodo dei pulsanti.
anac17 Settembre 2013, 12:09 #5
Originariamente inviato da: Ago72
Cosa hanno copiato dai Timex?



avevo letto male una parte dell'articolo :P sperando che come il timex ti indicasse quando assorbire liquidi durante la corsa

per il touch io ho provato il 410 e non mi sono trovato dato che devi premere forte e in maniera precisa meglio il pulsante centrale della polar
l'xt 910 secondo me e' troppo grande

ps ho visto delle mappe condivise con il garmin 610 e ha meta misure in SI e le altre in sistema imperiale ha sbagliato il mio amico a fare la condivisione o e' cosi ?
lockheed17 Settembre 2013, 13:08 #6
In sostanza io mi tengo bello stretto il mio Suunto Ambit che a questi giocattolini fa barba e capelli.....

Link ad immagine (click per visualizzarla)
cagnaluia17 Settembre 2013, 14:01 #7
il suunto è un altra categoria di orologio. non va bene per il podismo.
E' figo, è nero, ma nn serve a un razzo.

I migliori per il podismo sono solo 310XT e 910XT, tutto il resto sono solo compromessi.

semplicemente:
- grandi, si leggono bene i tempi.
- la maggiore durata della batteria di tutti i concorrenti.
- tasti importanti START/STOP e RESET/LAP fronte orologio!
anac17 Settembre 2013, 14:53 #8
Originariamente inviato da: cagnaluia
il suunto è un altra categoria di orologio. non va bene per il podismo.
E' figo, è nero, ma nn serve a un razzo.

I migliori per il podismo sono solo 310XT e 910XT, tutto il resto sono solo compromessi.

semplicemente:
- grandi, si leggono bene i tempi.
- la maggiore durata della batteria di tutti i concorrenti.
- tasti importanti START/STOP e RESET/LAP fronte orologio!


dipende da che podista sei se vai in pista meglio del polar non c'è per gli altri secondo me è meglio il timex ironman
ho guardato i programmi di gestione e analisi del garmin e le versioni free che danno col cardio sono proprio base niente da paragonare a timex o polar poi non so se c'è qualcosa a pagamento che merita
aald21317 Settembre 2013, 15:03 #9
Originariamente inviato da: anac
avevo letto male una parte dell'articolo :P sperando che come il timex ti indicasse quando assorbire liquidi durante la corsa

per il touch io ho provato il 410 e non mi sono trovato dato che devi premere forte e in maniera precisa meglio il pulsante centrale della polar
l'xt 910 secondo me e' troppo grande

ps ho visto delle mappe condivise con il garmin 610 e ha meta misure in SI e le altre in sistema imperiale ha sbagliato il mio amico a fare la condivisione o e' cosi ?


L'XT 910 è perfetto per il suo uso. La grandezza è dovuta al fatto che ha lo schermo divisibile in sezioni, fino a quattro, utili soprattutto considerando che il suo target è il triathlon.
Ago7217 Settembre 2013, 15:15 #10
Originariamente inviato da: lockheed
Suunto Ambit che a questi giocattolini fa barba e capelli.....


Originariamente inviato da: cagnaluia
è nero, ma nn serve a un razzo.


Originariamente inviato da: anac
meglio del polar non c'è per gli altri secondo me è meglio il timex ironman


Se vi piace questo gioco... Quì trovate le tabelle comparative di tutti (o quasi) gli orologi che avete citato

http://www.dcrainmaker.com/2011/10/garmin-forerunner-910xt-in-depth-review.html

http://www.dcrainmaker.com/2011/04/garmin-forerunner-610-in-depth-review.html

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^