Spotify conferma l'assistente virtuale in-app: speaker proprietario in arrivo?

Spotify conferma l'assistente virtuale in-app: speaker proprietario in arrivo?

L'assistente virtuale in-app potrebbe essere l'ennesimo indizio sulla produzione di uno smart speaker proprietario da parte di Spotify

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Multimedia
Spotify
 

Quello degli smart speaker è un settore particolarmente in voga negli Stati Uniti, e fra i prossimi partecipanti potrebbe esserci Spotify. I rumor sul prodotto si susseguono ormai da tempo, e una nuova soffiata proveniente da TechCrunch aggiunge nuova paglia al fuoco. La fonte sostiene che Spotify avrebbe confermato l'esistenza di un sistema vocale per il controllo della riproduzione, attualmente in fase di test, che potrebbe essere implementato nell'applicazione.

La feature può essere attivata mediante un piccolo microfono disegnato nella parte inferiore destra della schermata: premendo il tasto gli utenti possono eseguire interazioni vocali, come "Riproduci una playlist", "Mostrami i brani di un artista", "Riproduci una canzone specifica". L'utente potrà inoltre richiedere la riproduzione di brani a caso di un determinato genere, e poco altro. Si tratta al momento di un assistente vocale piuttosto basilare, ma potrebbe essere espanso successivamente.

La novità dell'assistente vocale è relativamente interessante, ma diventa certamente più importante se si considera che Spotify è attualmente alla ricerca di nuovi impiegati per la realizzazione del primo prodotto fisico. È decisamente probabile che questo sia un nuovo smart speaker, anche se la supposizione non è mai stata confermata dalla società. Uno smart speaker, del resto, non avrebbe molto senso senza un sistema di controllo vocale valido.

HomePod utilizza Siri e non può essere utilizzato con Spotify, mentre gli altri speaker domestici come quelli con Alexa o il Sonos One non hanno questa limitazione. La compagnia svedese potrebbe quindi trovare parecchia concorrenza già sul nascere, e con un sistema di controllo proprietario potrebbe offrire un valore aggiunto rispetto alle alternative. E lo smart speaker non è l'unica novità all'orizzonte da parte di Spotify.

Lo scorso mese la società ha annunciato i propri piani per una IPO, dichiarando che ad oggi ha il doppio degli utenti paganti rispetto ad Apple. Quello dello streaming musicale è tuttavia un settore particolarmente ostico con margini risicatissimi, e gli investitori hanno bisogno di qualcosa di concreto e risultati più solidi su cui basare i propri. Lo smart speaker potrebbe essere una buona soluzione, soprattutto in relazione ai 71 milioni di utenti che vanta oggi il servizio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
La Paura16 Marzo 2018, 12:03 #1
Oggi come oggi se non hai un assistente vocale non sei nessuno!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^