Nuovo e-paper display da Hitachi

Nuovo e-paper display da Hitachi

Hitachi e Bridgestone presentano un nuovo display portatile in grado di mostrare fino a 4096 colori

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:20 nel canale Multimedia
 

Hitachi e Brdigestone hanno presentato i frutti di un lavoro congiunto che ha portato alla realizzazione di un nuovo "e-paper display" della serie Albirey. Con il termine "e-paper display" vengono indicati quei dispositivi che sono impiegati per la lettura di libri digitali e che si prefiggono di avere caratteristiche simili alla carta, ovvero elevato contrasto e buona leggibilità da tutte le angolazioni.

Vi sono altre compagnie impegnate nel continuo sviluppo di tecnologie e-paper ed e-ink, ma attualmente tutti i prodotti che sono stati mostrati al pubblico sono risultati essere solo di tipo monocromatico. Il nuovo display della serie Albirey è invece caratterizzato dalla capacità di mostrare fino a 4096 colori ad una risoluzione, in realtà piuttosto mediocre, di 512x384 pixel.

Le poche informazioni disponibili in merito a questo nuovo prototipo da 13,1 pollici parlano di un particolare filtro colore (RGBW - red, green, blue, white), in grado di realizzare uno sfondo bianco dall'elevata luminosità e caratteri e immagini dai colori incisivi.

Non è possibile sapere il prezzo di tale dispositivo, tuttavia pare che la commercializzazione verrà avviata nel corso del prossimo anno.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
bjt231 Luglio 2006, 09:26 #1
Ma quindi è in grado di mantenere l'informazione anche senza alimentazione???
Dias31 Luglio 2006, 09:29 #2
Ma è lo stesso tipo di display che necessita la corrente elettrica solo per il cambio di pagina?
Kintaro7031 Luglio 2006, 09:48 #3
Se costerà poco potrebbe sostituire pannelli led e cartellonistica come soluzione alternativa.
Davis531 Luglio 2006, 09:59 #4
lo scopo principale dei progetti e-paper ed e-ink e' la maggiore leggibilita' in presenza di luci anche forti incidenti sul display...

ad esempio, i palmari usati come navigatori... se ci batte sopra il sole... se non fosse per la voce... non e' che vedi cosa succede sul display... con i display e-paper si...
Night7631 Luglio 2006, 10:21 #5
Sinceramente son stufo di vedere presentati sti display senza che poi si concretizzi una commercializzazione. Perchè non producono dei dispositivi accessibili al pubblico? Sarei più che felice di spendere anche 200-300€ per un oggetto del genere che mi permetta di portarmi dietro numerosi manuali elettronici e poterli consultare seduta stante.
dalamar31 Luglio 2006, 10:39 #6
L'iliad e' in commercio ... www.irexshop.com

Costa un po' piu' di 200 euro
OmbraShadow31 Luglio 2006, 10:54 #7
Su su, la strada è ormai spianata...tra poco vedremo i bimbi andare a scuola senza più portarsi tonnellate di libri ma solo un unico ebook dove si caricheranno i testi scaricati dalla rete, il tutto con una riduzione di costi per le famiglie....oops...siamo in Italia...mhmm allora non so se si realizzerà mai una visione simile. Forse si, tra una trentina d'anni ma si
Davis531 Luglio 2006, 11:01 #8
www.irexshop.com

con 650 euro ti compri un portatile di fascia bassa... che consente molte piu' cose di un reader...
(si va beh... e' piu' piccolo ecc ecc...)
eta_beta31 Luglio 2006, 11:03 #9
io leggo 600 euro
riva.dani31 Luglio 2006, 11:20 #10
Meglio una soluzione monocromatica ma con una risoluzione decente. Ovvio, siamo agli albori di una nuova tecnologia, quindi anche solo i 4096 colori che troviam quisono un bel traguardo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^