MSI e A-Data: pen-drive e lettori MP3 a energia solare

MSI e A-Data: pen-drive e lettori MP3 a energia solare

Due compagnie taiwanesi presenteranno al CeBIT i primi dispositivi flash con cellule fotovoltaiche

di pubblicata il , alle 09:44 nel canale Multimedia
MSI
 

Le compagnie taiwanesi A-Data e MSI hanno intenzione di presentare in occasione del CeBIT di Hannover una serie di prodotti basati su memorie flash (pen-drive, lettori MP3) provvisti di celle fotovoltaiche.

In particolare A-Data presenterà la linea Solar Disk: si tratta di "chiavette" USB sprovviste di batteria interna ed equipaggiate con una cellula fotovoltaica per l'alimentazione del display che indica la capacità residua del dispositivo. I prodotti appartenenti a tale linea supportano interfaccia USB 1.1/2.0 e dovrebbero essere disponibili nel mese di Aprile in tagli da 128MB, 25MB, 512MB, 1GB e 2GB.

MSI invece mostrerà un lettore MP3 anch'esso con pannellini solari per l'alimentazione. Questo dispositivo farà uso del piccolo pannellino per ricaricare la batteria al litio interna e fornire così un'autonomia supplementare.

La ricarica attraverso la luce solare richiede circa 2 giorni di esposizione alla luce esterna e assicura fino a 10 ore di riporoduzione. MSI ha intenzione di avviare la commercializzazione in volumi di questo nuovo dispositivo in concomitanza con l'avvio del Computex del prossimo mese di giugno.

Fonte: Digitimes

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

31 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aryan07 Marzo 2006, 09:50 #1
FICO!
Luca6907 Marzo 2006, 09:51 #2
Cosí ora ci sará un buon motivo per mettere il lettore in bella mostra
tarek07 Marzo 2006, 09:55 #3
e voi mettereste il lettore mp3 sull'asfalto a 70° in agosto?...x 2 giorni?? io sinceramente preferisco tenermelo in tasca e caricarlo in 40 minuti dalla spina...
jp7707 Marzo 2006, 09:58 #4
idea interessante...ma deve essere affinata 2giorni di esposizione per 10ore di riproduzione non è il massimo...la ricerca nel campo del fotovoltaico deve progredire molto ma la strada è quella giusta
dsajbASSAEdsjfnsdlffd07 Marzo 2006, 10:03 #5
del tutto fuori dal mercato ora come ora, ma almeno qualcosa si muove nella ricerca
DevilsAdvocate07 Marzo 2006, 10:08 #6
Scusate non mi torna una cosa... ma le chiavette USB (pen-drive) hanno mai avuto
bisogno di una batteria interna? La flash non mi pare che necessiti alimentazione
continua.... che siano pen-drives a ram invece che a flash? (ma le celle solari cosi'
non garantirebbero l'alimentazione continua richiesta.....).
Le celle fotovoltaiche alimentano solo il display che mostra quanto spazio libero rimane?
Non mi pare una genialata.......
LNdemon07 Marzo 2006, 10:12 #7
Originariamente inviato da: DevilsAdvocate
Scusate non mi torna una cosa... ma le chiavette USB (pen-drive) hanno mai avuto
bisogno di una batteria interna? La flash non mi pare che necessiti alimentazione
continua.... che siano pen-drives a ram invece che a flash? (ma le celle solari cosi'
non garantirebbero l'alimentazione continua richiesta.....).
Le celle fotovoltaiche alimentano solo il display che mostra quanto spazio libero rimane?
Non mi pare una genialata.......

Ma questa è una chiavetta usb e anche lettore mp3, senza batteria come te lo porti a spasso per sentirli sti mp3 ?
[JaMM]07 Marzo 2006, 10:13 #8
la strada giusta per ottenere energia pulita non è quella fotovoltaica; la strada corretta è la fusione fredda (ovviamente non implementabile in dispositivi di così ridotte dimensioni, ma sfruttabile indirettamente alimentando le case e gli apparecchi elettrici in esse) che è tecnicamente realizzabile come dimostrano svariati progetti sperimentali anche italiani. Un reattore a fusione fredda renderebbe non indispensabile l'utilizzo degli idrocarburi quali il petrolio. purtroppo la fusione fredda non è una tecnologia che riscuote il favore dei potenti del commercio. chi volesse info su questa energia pulita può consultare http://www.progettomeg.it/FFredda.htm . a presto.
Dumah Brazorf07 Marzo 2006, 10:48 #9
Io ricordavo che la fusione fredda fosse un'utopia...
robydad07 Marzo 2006, 10:54 #10
Originariamente inviato da: jp77
idea interessante...ma deve essere affinata 2giorni di esposizione per 10ore di riproduzione non è il massimo...la ricerca nel campo del fotovoltaico deve progredire molto ma la strada è quella giusta

purtroppo l'efficienza dei pannelli fotovoltaici a silicio mono e policristallino va dal 10 al 16 % (e con il silicio amorfo è ancora + bassa). Si stanno studiando materiali polimerici che dovrebbero avere un'efficienza maggiore (20-25%) ma soprattutto costi decisamente + bassi. Oggi un pannello fotovoltaico per la produzione di energia elettrica impiega 8-10 anni per ripagarsi dell'energia spesa per la sua produzione, e considerate che dopo 20 anni le prestazioni di un pannello cominciano a calare.
Diverso è il discorso del solare termico, ovvero usato per il riscaldamento dell'acqua che si utilizza in casa per lavarsi o per scaldarsi. In questo caso l'efficienza è dell'80-90%, ma l'utilità è decisamente minore

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^