L'AI sbarca ad Hollywood: Warner Bros la userà per supportare le decisioni di produzione

L'AI sbarca ad Hollywood: Warner Bros la userà per supportare le decisioni di produzione

Il celebre studio cinematografico ha siglato un accordo con una startup di Los Angeles che usa il machine learning per prevedere come piccoli cambiamenti ad un film possano influire sul successo commerciale

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Multimedia
 

La casa di produzione cinematografica Warner Bros ha siglato un accordo con Cinelytic, una startup di Los Angeles che usa tecnologie di machine learning per prevedere il successo dei film. Lo studio userà le capacità e gli algoritmi di Cinelytic per orientare il processo decisionale nella fase del via libera alla produzione di un film.

Tobias Queisser, CEO di Cinelytic, ha però voluto insistere sul fatto che il software svolge solo un ruolo assistenziale: L'intelligenza artificiale può intimidire, ma fino ad ora l'AI non è in grado di compiere decisioni creative. Quello che è capace di fare è elaborare numeri e dati e sgretolare enormi data set per mostrare schemi e occorrenze che non sarebbero visibili all'occhio umano. Ma per prendere decisioni creative c'è ancora bisogno di esperienza e istinto".

Cinelytic è solo una delle molte startup che sfruttano AI e machine learning per cercare di predire il successo di un film, ma il mondo cinematografico ha mostrato e continua a mostrare scetticismo nelle loro capacità. L'accordo con Warner Bros è un primo significativo passo avanti nell'accogliere queste tecnologie anche da parte di Hollywood.

Il software di Cinelytic offre ai clienti un modo piuttosto "giocoso" per operare: gli utenti possono modellare un pitch, decidere il genere del film, il budget, gli attori e via dicendo e quindi vedere cosa succede quando modificano poi i singoli elementi. Cosa sarebbe successo, per esempio, sostituendo Leonardo di Caprio con Jared Leto in Titanic? Matrix sarebbe stato lo stesso successo se al posto di Keanu Reeves vi fosse stato Johnny Depp?

"Ogni giorni prendiamo decisioni difficili che influiscono su cosa produciamo e su come lo produciamo e sui film che portiamo nei cinema di tutto il mondo. Più precisi sono i nostri dati, meglio siamo in grado di coinvolgere il nostro pubblico" ha commentato Tonis Kiis, senior vice president per la distribuzione di Warner Bros.

Magari l'algoritmo di Cinelytic non è sufficiente a far cambiare idea ad un produttore cinematografico, ma può fornire qualche interessante spunto di confronto mostrando come la modifica di un semplice elemento possa condizionare il successo commerciale di un film. Soprattutto può effettuare questo genere di analisi in maniera rapida, sgravando i produttori da compiti noiosi e ripetitivi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexAlex10 Gennaio 2020, 14:18 #1
Cioè hanno assunto il FICO-O di Eric Cartman
Ragerino10 Gennaio 2020, 18:00 #2
Magari la smettono di buttare fuori flop politically correct uno dietro l'altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^