14 azioni legali contro Warner Music

14 azioni legali contro Warner Music

Warner Music Group è nel mirino dell'autorità giudiziaria Statunitense per potenziali violazioni dello Sherman Act

di pubblicata il , alle 09:02 nel canale Multimedia
 

Warner Music Group è stata citata in ben 14 azioni legali a riguardanti i costi per il download di musica digitale. Cinque di questi procedimenti sono stati depositati nello stato di New York, otto in California e uno nel Distretto di Columbia. Non sono disponibili i dettagli di ogni singolo caso ma Warner stessa ha dichiarato che tutti i casi vertono su argomenti simili.

La vicenda prende il via da indagini separate condotte dal Sovrintendente dei Procuratori Distrettuali dello stato di New York e dal Dipartimento di Giustizia in merito a potenziali violazioni dello Sherman Act. In particolare questi organismi hanno paventato la possibilità che un gruppo più o meno nutrito delle principali etichette discografiche possano aver attuato delle operazioni di cartello per fissare il prezzo dei download di musica digitale.

Sebbene il costo di 99 centesimi di dollaro praticato dal servizio iTunes Music Store sia di fatto diventato una sorta di indicatore di "prezzo equo" per tale mercato, nessuno è in grado di stabilire se si tratta realmente di un prezzo equo o se si tratti di un prezzo artificiosamente alto o basso. Inoltre i servizi basati su abbonamento si reggono su una politica chiamata "most favored nation": il miglior prezzo spuntato da una etichetta discografica viene automaticamente assegnato anche alle altre concorrenti in gara. Tali contratti sono considerati da molte parti come anti-competitivi e a sfavore del consumatore.

Warner ha dichiarato che intende difendersi in modo "vigoroso" contro queste accuse, ma che, d'altro canto, non è in grado di prevedere il verdetto di tali casi. Dal momento che i 14 casi vertono su una stessa materia è possibile che vengano tutti accorpati in un unico processo, per evitare lungaggini ed ottimizzare le procedure.

Ricordiamo che Apple è riuscita nella scorsa settimana a chiudere i contratti con quattro etichette, tra cui Warner, ancora al prezzo di 99 centesimi di dollaro. La notizia giunse inaspettata, dal momento che le major hanno condotto una guerra a distanza con la casa della Mela, cercando di costringerla ad alzare i prezzi o a cambiare la policy delle tariffe. Alla luce dei fatti sopra esposti è ragionevole congetturare che le etichette, nel mirino delle indagini giudiziarie, abbiano preferito non fare troppo rumore e acconsentire al rinnovamento dei contratti.

Fonte: Arstechnica

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Special09 Maggio 2006, 09:32 #1
Speriamo che riescano a fargli il culo a stelle e strisce..
Psychnology09 Maggio 2006, 09:49 #2
0.99 tutto sommato è già molto, 0.99x10=9.90 euro per un album in mp3 o quel che l'è, senza supporto, senza copertine, senza custodia... aooh!!!
fabio8009 Maggio 2006, 09:50 #3
daje alle major e ai loro cartelli, sotto senza pietà








tanto so già come finisce, ungeranno i giudici e il prezzo risulterà equo e si scoprirà che i 99 cent sono una coincidenza fortuita planetaria
imayoda09 Maggio 2006, 09:59 #4

@fabio80

Abbi fede. In america hanno un diverso modo di gestire e intendere la giustizia. Non sono mica latini loro...
Nick75009 Maggio 2006, 10:09 #5

major truffaldine

meno male che qualcuno qli fa causa!
non ho mai scaricato brani in formato mp3, comunque trovo molto alto il prezzo (0.99 cts di $) per una canzone senza supporto ne copertina e oltretutto compressa in un formato che ne deturpa la qualità!
Pagherei quel prezzo solo se i brani fossero venduti in alta qualità, allora si che ne varrebbe la pena!
tutto ovviamente imho.

ciao.
Dreadnought09 Maggio 2006, 10:13 #6
anche secondo me 0.99€ è troppo, piuttosto vado sul www.allofmp3.com che molti ritengono illegale, ma visto che un CD in russia costa 3$ non vedo perchè sia illegale prendere un CD di mp3 su quel sito a 2,5€
danyroma8009 Maggio 2006, 10:41 #7
ma poi, come fa un consumatore a sapere a priori che sta acquistando da un sito illegale?
Questo sito dei cd mp3 a 2 euro non lo conoscevo e se lo avessi trovato da solo su google, avrei fatto subito qualche ordine, ma completamente in buona fede perchè ignaro del fatto che lo store è illegale.

Comunque tempo fa mi avevano segnalato un sito (inglese?) dove acquistare cd musicali a 10 euro comprese le spese di spedizione, qualcuno lo conosce? ho perso il link
schizzobau09 Maggio 2006, 11:25 #8
metteteglielo nel c***o!

speriamo che si rovini
Dreadnought09 Maggio 2006, 12:37 #9
Originariamente inviato da: danyroma80]ma poi, come fa un consumatore a sapere a priori che sta acquistando da un sito illegale?
Questo sito dei cd mp3 a 2 euro non lo conoscevo e se lo avessi trovato da solo su google, avrei fatto subito qualche ordine, ma completamente in buona fede perchè
Lo store non è illegale, in russia han cercato di farlo chiudere, ma non possono in quanto sia i CD che i brani musicali son venduti con lo stesso contributo all'associazione internazionale dei discografici.

Semplicemente le major non riuscendo chiaramente a vendere CD in russia ai prezzi europei hanno lasciato fare che in russia si potessero vendere CD dando i contributi forfettari agli autori (un po' come in italia paghi un contributo all'autore quando riproduci in pubblico una sua canzone), e i padroni del sito han semplicemente portato questo contributo alla musica online, che pero' vende tranquillamente anche oltre frontiera.

Da quel momento si sono alzate le orecchie delle major, perchè in quel caso non possono fare i loro accordi e far valere il loro cartello, visto che i soldi di quei brani venduti vanno agli autori e non a loro.


[quote]Comunque tempo fa mi avevano segnalato un sito (inglese?) dove acquistare cd musicali a 10 euro comprese le spese di spedizione, qualcuno lo conosce? ho perso il link

Beh 10€ son normali online (ed è per questo che 9.99$ per un Cd su itunes è una presa per i fondelli) anche su www.amazon.co.uk trovi CD a 6-7 sterline, che sono più o meno 10 euro.
fabio8009 Maggio 2006, 12:56 #10
Originariamente inviato da: Dreadnought

Beh 10€ son normali online (ed è per questo che 9.99$ per un Cd su itunes è una presa per i fondelli)



vallo a dire a quelli che spacciano itunes per un servizio onesto e conveniente...
anche io sono dell'idea che pe quella cifra mi deve arrivare un cd solido e dotato di libretto e serigrafia, non quattro lerciosi files compressi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^