Samsung svela maggiori dettagli sul modulo di memoria DDR5-7200 da 512 GB

Samsung svela maggiori dettagli sul modulo di memoria DDR5-7200 da 512 GB

A fine marzo Samsung annunciò il prossimo arrivo di un modulo di memoria DDR5-7200 da 512 GB per l'ambito server. Nel corso della conferenza Hot Chips tenutasi nelle scorse ore la società sudcoreana ha diffuso maggiori informazioni su come è riuscita a creare il nuovo modulo.

di pubblicata il , alle 08:47 nel canale Memorie
SamsungDDR5
 

Durante la conferenza Hot Chips 2021, la sudcoreana Samsung ha diffuso maggiori dettagli sul modulo di memoria DDR5-7200 da ben 512 GB annunciato lo scorso marzo e destinato a un uso all'interno dei futuri server.

Samsung propone non solo un raddoppio della capacità rispetto ai moduli odierni, ma anche una serie di funzionalità e caratteristiche legate al nuovo standard di memoria che permettono al modulo di offrire prestazioni il 40% più alte rispetto alle DDR4, richiedendo parallelamente solo 1,1V.

Questa tensione, più bassa degli 1,2V delle DDR4, è legata all'uso di un nuovo PMIC (Power Management IC) ad alta efficienza che non solo riduce i consumi ma anche il rumore dei segnali, un nuovo regolatore di tensione e il processo High-K Metal Gate (HKMG) che, introdotto in ambito CPU con i modelli a 45 nm nel 2007, rappresenta invece una prima assoluta nel settore delle DRAM.

Per quanto concerne la costruzione dei chip, al fine di ottenere cotanta capacità Samsung ha impilato otto die DDR5 collegati tra loro tramite la tecnologia TSV (through-silicon-via). Ci troviamo di fronte a un raddoppio del die-stacking, ciononostante tutto è stato "compresso" in un solo millimetro contro gli 1,2 mm delle DDR4 grazie a tecniche produttive che hanno permesso una riduzione del gap tra i die del 40%. Per garantire un funzionamento adeguato Samsung ha implementato inoltre nuove tecnologie di raffreddamento tra i die per una gestione termica ottimale.

Nel modulo DDR5-7200 Samsung ha implementato la tecnologia Same-Bank Refresh (SBR), cosa che dovrebbe garantire un incremento dell'efficienza del bus DRAM fino a 10%. Il colosso asiatico è intervenuto anche con un nuovo decision feedback equalizer (DFE) che aiuta a migliorare la stabilità del segnale. Non manca inoltre un "on-die error-correction code" (ODECC) per una gestione die dati più affidabile e sicura.

Samsung ha dichiarato che la produzione di massa del modulo DDR4-7200 da 512 GB dovrebbe partire alla fine del 2021 in previsione del debutto di piattaforme come Intel Sapphire Rapids e AMD Genoa. La transizione dalle DDR4 alle DDR5 richiederà qualche anno, e probabilmente tra il 2023 e il 2024 assisteremo al definitivo sorpasso. Nel settore client, lo ricordiamo, Intel sarà la prima a supportare le DDR5 con i processori Alder Lake al debutto questo autunno.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
euscar23 Agosto 2021, 09:28 #1
512 GByte

E' pazzesco pensare a come si sono evoluti i moduli di RAM in questi ultimi anni.
Mi viene quasi da sorridere a pensare ai primi moduli di EDORam da 4 MByte che installai nel lontano 1996.
omerook23 Agosto 2021, 09:32 #2
512gb senbrano raggiunti con la somma di 20 chip da 25gb l'uno. mica male.
piefab23 Agosto 2021, 09:43 #3
C'è un errore nell'ultimo periodo "Samsung ha dichiarato che la produzione di massa del modulo DDR4-7200 da 512 GB".
Sono DDR5
Darkon23 Agosto 2021, 09:47 #4
Ultimamente mi sembra che l'evoluzione in generale delle memoria stia andando avanti a un passo decisamente più rapido rispetto a gran parte del resto.

Soprattutto in ambito GPU/CPU da una generazione all'altra il miglioramento sta diventando sempre più risicato.
demon7723 Agosto 2021, 10:51 #5
Originariamente inviato da: euscar
512 GByte

E' pazzesco pensare a come si sono evoluti i moduli di RAM in questi ultimi anni.
Mi viene quasi da sorridere a pensare ai primi moduli di EDORam da 4 MByte che installai nel lontano 1996.


Il mio primo 386 SX 25Mhz vantava la bellezza di due Mb di ram in due moduli da 1Mb.
Feci poi l'upgrade con ulteriori due moduli da 1Mb per un totale di ben 4Mb altrimenti non potevo giocare a Syndicate.
mcarry8123 Agosto 2021, 18:46 #6
vero, ed è ancor più strabiliante se comparo la potenza (ed il prezzo) del mio primo PC (un 486 - prezzo in Lire 2.500.000,00) con un attuale PC anche di fascia bassa...
demon7723 Agosto 2021, 22:48 #7
Originariamente inviato da: mcarry81
vero, ed è ancor più strabiliante se comparo la potenza (ed il prezzo) del mio primo PC (un 486 - prezzo in Lire 2.500.000,00) con un attuale PC anche di fascia bassa...


Che ricordi.. tempi un cui il PC era ancora relegato principalmente ai professionisti. Ed i prezzi di conseguenza.

I PC home hanno cominciato a diventare mainstream in epoca pentium 1 con l'invasione del mercato di win95 e dei famigerati PC MULTIMEDIALI
biometallo23 Agosto 2021, 23:26 #8
Ma che è diventato l'angolo nostalgia?

Allora aggiungo che al tempo mio fratello spese 100 mila lire per aggiungere 512kb di ram all'Amiga 500, e con tale computer Syndicate che stava su 4 floppy a bassa densità girava senza troppi problemi, benché a 320x240 e con vistosi rallentamenti appena appariva qualche sprite di troppo a schermo, invece sul mio primo pc un glorioso penitum 133 comprato ad ottobre del 95 spesi 800 mila lire solo per avere altri 8 Megabyte di ram e nonostante questo a Syndicate dovevo giocare spesso senza sonoro perché non riuscivo a racimolare qui dannati 619kb di ram di base libera....
demon7724 Agosto 2021, 11:00 #9
Originariamente inviato da: biometallo
Ma che è diventato l'angolo nostalgia?


Link ad immagine (click per visualizzarla)
Sp3cialFx24 Agosto 2021, 20:33 #10
Ho iniziato con uno zx81 con 1kb di RAM. Sukate

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^