VIIV: un nuovo marchio per future tecnologie Intel

VIIV: un nuovo marchio per future tecnologie Intel

La registrazione dei brand Intel Inside VIIV e Intel VIIV sta facendo ritenere che questi possano essere i nomi per le future cpu Intel, a 64bit e con architetture Dual Core

di pubblicata il , alle 11:27 nel canale Processori
Intel
 

Intel ha registrato nello scorso mese due nuovi marchi, che stanno scatenando discussioni di vario livello tra gli operatori del settore. Intel Inside VIIV e Intel VIIV sono i due brand che si è accaparrata, nomi che fanno immediatamente pensare a prossime tecnologie che verranno implementate nel mercato nei prossimi anni.

La sigla VIIV potrebbe essere vista come basata da due blocchi di lettere, entrambe rappresentanti numeri latini. VI starebbe per 6, mentre IV per il numero 4; leggendo in sequenza quindi ne uscirebbe il numero 64, a indicare il supporto ai 64bit. D'altro canto, in latino il numero 64 viene indicato come LXIV, quindi la scelta di una sigla VIIV sembra intendere anche altri significati reonditi oltre a quello dei due numeri 6 e 4.

La simmetria esistente tra i due blocchi di lettere, le prime 2 e le ultime 2, fa pensare che Intel possa utilizzare questa sigla per indicare le cpu con architettura Dual Core. In questo caso, la sigla verrebbe vista come composta da due blocchi ruotati tra di loro, ciascuno dei quali a simbolizzare un distinto Core di processore.

Il focus tecnologico del 2005, del resto, sembra proprio essere legato alla prossima introduzione di architetture Dual Core nel mercato, trend seguito anche dalla rivale AMD. Intel si appresta a presentare le prime soluzioni Dual Core per sistemi Desktop nel corso del secondo trimestre dell'anno, in anticipo rispetto a quanto originariamente annunciato nelle proprie roadmap.

Non è comunque chiaro, al momento attuale, se VIIV faccia riferimento a un processore, ad una piattaforma o più in generale ad una tecnologia che Intel voglia introdurre in futuro. E' altresì possibile che questo marchio registrato da Intel possa non venire utilizzato in alcun modo dal colosso di Santa Clara, e non sarebbe la prima volta del resto: in passato sia Intel che AMD , come abitudine per aziende di queste dimensioni, hanno registrato altri marchi senza poi utilizzarli in propri prodotti commerciali.

Resta anche da scoprire se questo marchio, una volta utilizzato, farà riferimento a uno specifico settore nel quale opera Intel con i propri prodotti, tra quelli server-workstation, desktop e mobile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Dumah Brazorf28 Gennaio 2005, 11:50 #1
E' un nome impronunciabile.
Spero che non sia questo il nome per la prossima generazione di cpu Intel, già mi immagino il tipetto che entra nel negozio e dice "Vorrei un viiv"... orrido!
Stai a vedere che dopo la moda dell'XP viene quella dei nomi palindromi!
Ciao.
Sig. Stroboscopico28 Gennaio 2005, 11:52 #2
Io ho questa idea...

AMD purtroppo ha la quota di mercato che ha.

Per questo non si può permettere di introdurre "roba" troppo stramba o spinta nell'evoluzione perchè pochi sviluppatori le darebbero/potrebbero dare grosso appoggio.

Quindi niente istruzioni proprietarie.
Quindi niente Dual Core prima di Intel perchè i programmi dovrebbero essere riadattati obbligatoriamente.

Per il 64 bit è andata diverasamente perchè non sono un impedimento ma sono un ottimo investimento futuro.

Comunque una situazione del genere che si protrae da tanto tempo deve essere parecchio snervante per il gruppo AMD, credo.

Tanto di cappello a loro e alla loro perseveranza in quello che fanno!

^^'
Ciao!
Dumah Brazorf28 Gennaio 2005, 11:55 #3
Eh?
piffe28 Gennaio 2005, 12:05 #4
Originariamente inviato da Sig. Stroboscopico

Quindi niente istruzioni proprietarie.
Quindi niente Dual Core prima di Intel perchè i programmi dovrebbero essere riadattati obbligatoriamente.

Per il 64 bit è andata diverasamente perchè non sono un impedimento ma sono un ottimo investimento futuro.

Comunque una situazione del genere che si protrae da tanto tempo deve essere parecchio snervante per il gruppo AMD, credo.


Prego? Scusami ma dissento decisamente!

1) Istruzioni proprietarie: scusa le 3D Now cosa sarebbero?

2) 64bit: comprende istruzioni oltre che registri

3) riadattamento programmi: se ben ricordo MS ha tirato fuori XP64 per AMD prima che per Intel quindi semmai sarebbe quest'ultima a dover riadattare i codici per i propri processori.

La situazione snervante per AMD, per conto mio, non la vedo: anzi sono stati loro prima di Intel a divulgare i proci a 64bit; questo vuol dire che, una volta tanto, non è AMD a dover correre dietro ad Intel.
Pensa anche solo alla patch per FarCry: migliora fino al 30% le prestazioni su Athlon64...

CiauXxXx!
zhelgadis28 Gennaio 2005, 12:13 #5

Niente dual core prima di Intel?

I processori dual core vengono visti in tutto e per tutto come due CPU dai programmi, considerato che verranno lanciati inizialmente per server e workstation direi che il problema non sussiste
frankie28 Gennaio 2005, 12:19 #6
se ben ricordo MS ha tirato fuori XP64 per AMD prima che per Intel quindi semmai sarebbe quest'ultima a dover riadattare i codici per i propri processori


Microsoft ha per primo fatto XP e server per IA64 intel.

C'è da tempo la beta di XP x86-64 ma non esce mai.

Chissà perchè???
DjLode28 Gennaio 2005, 12:21 #7
Five-two-Five
E' un ipotesi, non sempre quello che si vede sono lettere. E visto che il prossimo Pentium doveva essere il 5
trecca28 Gennaio 2005, 12:27 #8
Originariamente inviato da Dumah Brazorf
E' un nome impronunciabile.
Spero che non sia questo il nome per la prossima generazione di cpu Intel, già mi immagino il tipetto che entra nel negozio e dice "Vorrei un viiv"... orrido!
Stai a vedere che dopo la moda dell'XP viene quella dei nomi palindromi!
Ciao.


in effetti è assurdo viiiiiiiv
adynak28 Gennaio 2005, 12:27 #9
Ormai la lotta tra le due case è diventata una guerra di nomi. Intel sui P4 spingeva sulle frequenze e AMD, che aveva puntato sulla bontà dell'architettura, è stata "costretta" ad inserire il nuemerino magico. Poi AMD ha debuttato con i processori a 64 bit, ma nonostante i miglioramenti architetturali le CPU a 64 bit non danno il boost prestazionale che ci si attende fintanto che non viene scritto del codice ottimizzato per i 64 bit (nonostante ciò la CPU garantisce il miglior rapporto qualità-prezzo sul mercato).
Adesso arriva Intel con il dual core: stessa storia dei 64 bit ... se non viene scritto codice x i dual core è inutile averli.
Morale della favola: chi non è appassionato di computer sceglie il procio in base al nome: 3GHz sono meglio di 2GHz, 64 bit sono meglio di 32 e 2 processori sono meglio di 1 (ragionamento fatto a prescindere dalla bontà dell'architettura e dall'utilizzo che si vuole fare della CPU). Chi vuole spendere bene i propri soldi va su un sito di informatica, legge qualche notizia, e sceglie in quel momento il componente migliore x le sue esigenze a prescindere dal nome ... che vogliamo farci: il mercato è così !?
piffe28 Gennaio 2005, 12:29 #10

Per adynak

Quoto in pieno! GG

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^