Processori saldati sulla scheda madre anche per sistemi desktop?

Processori saldati sulla scheda madre anche per sistemi desktop?

I margini di aggiornamento di un sistema desktop verranno ridotti sensibilmente se, come sembra, Intel deciderà di passare a package BGA, quindi saldato onboard, per le CPU Broadwell attese dal 2014

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:05 nel canale Processori
Intel
 

I processori per sistemi desktop sono storicamente sempre stati sviluppati con un design che ne prevedesse l'abbinamento a schede madri attraverso socket. Nel corso degli anni abbiamo visto il passaggio a diverse tipologie di socket, introdotti per mettere a disposizione nuove funzionalità integrate nelle CPU, ma l'approccio alla base è rimasto sempre invariato: una scheda madre può accettare processori compatibili con il socket che su di essa è montata, a seconda delle necessità e delle preferenze dell'utente.

E' possibile che questa flessibilità vada persa nel corso dei prossimi anni: stando a quanto pubblicato dal sito PC Watch, infatti, Intel avrebbe optato per passare ad un package di tipo BGA per le CPU desktop appartenenti alle famiglie Broadwell, proposte attese al debutto nel corso del 2014 in sostituzione delle CPU Haswell attese sul mercato il prossimo anno.

Package BGA implica che la CPU sia saldata direttamente sulla scheda madre e che da questa non possa venir rimossa, esattamente come accade per le soluzioni sviluppate per sistemi notebook. Se in PC portatili l'aggiornamento della CPU è approccio che non è mai stato reso accessibile, visto proprio l'utilizzo di un package che prevede la CPU saldata alla scheda madre così da minimizzare dimensioni e consumi, in sistemi desktop rappresenta una novità.

Un approccio di questo tipo potrebbe limitare fortemente i margini di upgrade dei sistemi, oltre a generare costi più elevati per i produttori e i rivenditori. CPU saldate alla scheda madre implica infatti un aumento nel numero di differenti schede madri presenti sul mercato, scelta che renderà più difficile per i rivenditori l'avere a disposizione tutte le opzioni possibili dal versante CPU. E' ipotizzabile che questo possa portare ad una progressiva semplificazione dell'offerta, con un numero più ridotto di CPU disponibili nel complesso.

D'altro canto non è da scartare uno scenario futuro che veda CPU con package BGA proposte per i sistemi desktop di fascia medio bassa, lasciando architetture differenti in tradizionale package LGA, quindi abbinate a socket sulla scheda madre, per le proposte di fascia più alta. Tanto AMD quanto Intel, del resto, propongono al momento due diverse tipologie di socket e di processori per i propri sistemi desktop, uno orientato alla fascia media e l'altro per le proposte di categoria enthusiast.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

112 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Red Baron 8023 Novembre 2012, 12:09 #1
Ho sempre pensato che saldare la CPU sulla Mobo di un notebook fosse follia. Non è certo una cosa sensata dover buttare tutto dopo un tot.
E quanto riportato in questo articolo mi sembra ancora più follia.
Limitare l'upgrade significa limitare anche le entrate. Se adesso ci si diverte ad upgradare pian piano il PC, in questo modo il costo di Mobo+CPU diventerebbe proibitivo senza contare che dovrebbero esserci centinaia di soluzioni di accoppiamento. Spero che questa cosa decada perché sennò la vedo dura per Intel..
Crisa...23 Novembre 2012, 12:15 #2
per i sistemi low end, tipo quelli degli uffici o comunque a basso costo non vedo dove potrebbe essere il problema, anzi potrebbero scendere di prezzo anche in modo significativo

tanto nel 99,9% dei casi non verranno mai upgradati se non nella ram
the_joe23 Novembre 2012, 12:18 #3
Originariamente inviato da: Crisa...
per i sistemi low end, tipo quelli degli uffici o comunque a basso costo non vedo dove potrebbe essere il problema, anzi potrebbero scendere di prezzo anche in modo significativo

tanto nel 99,9% dei casi non verranno mai upgradati se non nella ram


Condivido, basta che restino alcune versioni con pakage da installare su slot e tutti contenti.....tanto la maggior parte dei pc muore così come è nato, solo con più polvere dentro.....
LORENZ023 Novembre 2012, 12:18 #4

non mi piace...

già il mercato dei desktop e degli assemblati è in forte calo, si spera davvero che le soluzioni "sfuse" rimagano perchè altrimenti si segherebbero le gambe ai pochi rimasti appassionati che si auto-costruiscono il computer ed hanno l'hobby di smanettare spesso, aggiornando i componenti...
Va tutto sempre più nell'ottica dell'usa e getta: se si spacca CPU o scheda madre fuori garanzia a quel punto butti via tutto...complimenti!
Soluzione invece che potrebbe, forse, sotto un certo punto di vista essere anche intelligente nell'ambito aziendale o per pc di fascia bassa...ma solo se potesse portare ad una dimnuzione dei costi e non ad un aumento come si dice nell'articolo!

Ultima nota: tutti i portatili che ho ed ho avuto hanno la CPU non saldata sulla scheda madre...
NighTGhosT23 Novembre 2012, 12:22 #5
....e' come se volessero applicare il modello console anche ai pc....

Mi sfugge qualcosa....
obogsic23 Novembre 2012, 12:22 #6
quoto chi dic eche la cosa può avere senso solo sistemi di fascia bassa, destinati a utilizzi internet/office e poco altro.
Per il resto è una quazzata mondiale.
mentalray23 Novembre 2012, 12:24 #7
Capirai, e che cambia? Ho un i5-750 il cui socket intel lo ha abbandonato dopo appena un anno e mezzo e adesso se voglio fare un hupgrade devo sostituire tutto. In poche parole è come se avessi la cpu saldata ...
luckye23 Novembre 2012, 12:25 #8

Falso problema

il problema di poter aggiornare il sistema è relativo: in campo business non si è mai fatto (salvo qualche rattoppo per lo stagista di turno ; in ambito domestico praticamente nessuno sarebbe in grado di cambiare il processore (e non credo che sappiano che si può fare).
Rimangono i power user che tanto cambiano sistema ben prima della sua obsolescenza e gli irriducibili (di cui faccio parte) che, come nel mio caso, hanno un Core i7 (del 2008) che gli basta e avanza...
Anche quest'ultimi a voler vedere, sanno che cambiare cpu=cambio scheda madre; è vero che probabilmente troverei una Cpu usata più performante della mia, ma è anche vero che il mercato corre e i prezzi sono bassi...spendere magari 40euro nel mercatino al posto di 90 per una cpu nuova che consuma meno,scalda meno, ha una serie di cose in più (sata3,usb3,audio integrato migliore,Pci exp. 3....) non ha senso.
Ovviamente partendo dal presupposto che il prezzo medio scenda...
LORENZ023 Novembre 2012, 12:25 #9
Originariamente inviato da: mentalray
Capirai, e che cambia? Ho un i5-750 il cui socket intel lo ha abbandonato dopo appena un anno e mezzo e adesso se voglio fare un hupgrade devo sostituire tutto. In poche parole è come se avessi la cpu saldata ...


eh ma tu sbagliasti proprio l'acquisto!
NighTGhosT23 Novembre 2012, 12:28 #10
Originariamente inviato da: luckye
il problema di poter aggiornare il sistema è relativo: in campo business non si è mai fatto (salvo qualche rattoppo per lo stagista di turno ; in ambito domestico praticamente nessuno sarebbe in grado di cambiare il processore (e non credo che sappiano che si può fare).
Rimangono i power user che tanto cambiano sistema ben prima della sua obsolescenza e gli irriducibili (di cui faccio parte) che, come nel mio caso, hanno un Core i7 (del 2008) che gli basta e avanza...
Anche quest'ultimi a voler vedere, sanno che cambiare cpu=cambio scheda madre; è vero che probabilmente troverei una Cpu usata più performante della mia, ma è anche vero che il mercato corre e i prezzi sono bassi...spendere magari 40euro nel mercatino al posto di 90 per una cpu nuova che consuma meno,scalda meno, ha una serie di cose in più (sata3,usb3,audio integrato migliore,Pci exp. 3....) non ha senso.
Ovviamente partendo dal presupposto che il prezzo medio scenda...


Il problema, come hanno fatto notare....e' che le combinazioni procio-mobo....sono davvero tante.

Saranno davvero previste TUTTE? Questa e' la vera domanda.....perche' se io voglio il processore X sulla mother Y......ma non e' prevista/disponibile quell'accoppiata.......mi devo attaccare al tram?

Quello e' il problema principale.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^