Il futuro dei processori è nel Dual Core

Il futuro dei processori è nel Dual Core

AMD annuncia che il prossimo anno sarà caratterizzato da soluzioni Dual Core anche nel mercato Desktop. Maggiore potenza, Die più complessi ma minori problemi di consumo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:13 nel canale Processori
AMD
 

Nel corso del 2005 AMD presenterà le proprie soluzioni per sistemi server e workstation basate su architettura Dual Core. Per lo stesso periodo si prevede il debutto, da parte di Intel, di equivalenti soluzioni.

L'architettura delle cpu Opteron rende per AMD molto semplice il passaggio ad un sistema Dual Core. Sia la connessione Hypertransport che il memory controller integrato on Die, infatti, possono essere collegati direttamente ad un secondo processore integrato nello stesso package.

I processori Dual Core, come il nome facilmente suggerisce, integrano all'interno dello stesso package due distinti Core di processore. Questo permette di ottenere un aumento delle prestazioni velocistiche particolarmente evidente utilizzando applicazioni multithread, senza la necessità di aumentare considerevolmente la frequenza di clock e, di conseguenza, il consumo complessivo.

La forte spinta verso soluzioni Dual Core mira a due obiettivi ben chiari: da una parte, il fornire potenze di elaborazione sempre più elevate. Dall'altra, proporre processori che abbiano requisiti di dissipazione termica non critici. Questo è valido in particolare per Intel, che con i processori Pentium 4 della famiglia Prescott ha recentemente riscontrato vari problemi legati all'eccessiva dissipazione termica durante il funzionamento.

Paul Otellini, presidente e COO di Intel, ha annunciato la scorsa settimana l'intenzione di presentare sul mercato processori Dual Core per i segmenti server, desktop e notebook nel corso del 2005.

Fonte: infoworld.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Jena Plinsky18 Maggio 2004, 10:34 #1

Staremo a vedere...

se sono rose....le prenderemooooo!
task-18 Maggio 2004, 10:38 #2
scalderanno anche di meno, ma non consumeranno il doppio?
Avanti di questo passo tra un annetto o 2 tra schede video a molex e proci 2dual core un PC non consumerà un pochino troppo?
Oltre che l'abbonamento adsl servirà pagare anche un abbonamento dedicato all' ENEL
Fan-of-fanZ18 Maggio 2004, 10:42 #3
Credo che il processore bifronte sia il primo passo, poi la miniaturizzazione ci farà assistere a proci sempre più plurigemellari!

Ogni volta che qualcuno (in questo caso Intel) dice che il futuro di qualcosa è in una sua particolare forma, io penso che lo è il presente, e forse già il passato prossimo. Ahò, in informatica è cosi... il futuro, quello vero, di sicuro non è scritto nelle palle di cristallo di qualche grossa azienda!

Paolone8718 Maggio 2004, 11:07 #4

Per task

Io credo che sia normale che per avere un incremento delle prestazioni ci debbano essere dei compromessi e visto che ormai è sicuro che la 6800 con il PCI Express richiederà un solo molex,credo che il dual core sia l'unica vera strada per il futuro.
Anche se adesso questa tecnologia è prevista solo per i sistemi server aspetto con impazienza l'arrivo di questa tecnologia anche su sistemi desktop.
midget18 Maggio 2004, 11:23 #5
L'hardware va fortissimo ma il software arranca.
I programmatori non sono in grado di sfruttare tutta la potenza che i produttori gli mettono a disposizione.
Soluzioni ?
frankie18 Maggio 2004, 11:29 #6
secondo me non è vero, fai come microzoz che con longhorn vuole succhiarsi tutta la potenza a disposizione per il SO, lasciala ai programmi.

e poi con word o ie non serve tutta sta potenza
cionci18 Maggio 2004, 11:45 #7
Il problema è che la tecnologia di costruzione dei microprocessori raggiungera un limitazione ad ora invalicabile sotto ai 40 nanometri (ora siamo a 90)... Quindi fino a quando non ci saranno nuove invenzioni in tal proposito dovremo limitarci con le tecnologie attuali...
Il dual core non è altro che un modo per far aumentare la potenza dei nostri sistemi facendo, però, rallentare la corsa alla miniaturizzazione...
Uno stallo nella miniaturizzazione potrebbe portare a notevoli problemi economici per queste grosse aziende mantenendo un core per die...ed ecco che risolveranno questi problemi aumentando sia il numero di core nello stesso die che il numero di die nello stesso sistema... Sarà l'unico modo per continuare a vendere con lo stallo della miniaturizzazione previsto (visto come sta correndo Intel) fra il 2009 ed il 2010...
theBlooder18 Maggio 2004, 12:06 #8
Il fatto è che per noi consumatori una "stallo" sarebbe in parte un gran beneficio
E' molto difficile per l'80% degli appassionati di PC stare dietro ai "nuovi arrivati", secondo me uno stallo per un breve periodo non sarebbe niente male, così finalmente i programmatori sfrutteranno seriamente tutto quello che hanno a disposizione!!
OverClocK79®18 Maggio 2004, 12:07 #9
basta che inizino a fare qlk SO e qlk prg ottimizzato per dualcpu/dualcore
altrimenti siamo punto accapo

BYEZZZZZZZZZZZZZ
DevilsAdvocate18 Maggio 2004, 12:25 #10
Ahahahah..... se l'unica soluzione per il futuro e' il dual core, difficilmente Longhorn girera' sui processori
del 2005, credo dovranno rimandarlo di qualche anno per consentire ai proci di aumentare le prestazioni......
in piu' non esiste attualmente nessun gioco( e probabilmente non esistera' mai) che sfrutti
il multithreading..... e come sappiamo i videogiochi
sono il maggiore elemento trascinante del mercato
(per il 95% delle altre applicazioni,se scritte bene,
(elimino quindi word excel e varie) basterebbe un pc
a 1,5ghz......... restano fuori codifica mp4 e grafica3d (ma la codifica mp4 sta pure diventando fuorilegge....)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^