Circuiti optoelettronici in alti volumi

Circuiti optoelettronici in alti volumi

Aperto in Austria il primo impianto per la produzione tramite processo di stampa di circuiti optoelettronici in alti volumi

di pubblicata il , alle 11:18 nel canale Processori
 

Come riporta Semiconductor International, Nanoident Technologies ha aperto a Linz (Austria) il primo impianto per produrre circuiti stampati optoelettronici in alti volumi.

Questo tipo di circuiti è costruito con componenti capaci di interagire con la radiazione elettromagnetica oltre che con i segnali elettrici, come nel caso invece dei circuiti classici.

Vista la possibilità di produrre ora circuiti in alti volumi è probabile che i costi scendano in modo considerevole, aprendone l'uso a nuovi mercati, prima impossibile per i costi proibitivi.

La Nanoident presenta i suoi circuiti come più attenti all'ambiente di quelli al silicio, in quanto non vengono utilizzati per la stampa reagenti chimici inquinanti, come invece ad esempio avviene con gli acidi utilizzati nel processo di produzione di quelli a silicio.


La 'stampante' di circuiti optoelettronici

Per la produzione Nanoident dispone di camere bianche di classe cento (meno di 100 particelle da 0.5 µm per piede cubo). Per la stampa dei circuiti vengono impiegati inchiostri a base di polimeri conduttori e semiconduttori.

I substrati prima di poter accedere al processo di stampa devono essere puliti e preparati in modo da migliorare l'adesione degli inchiostri e possono essere composti da fogli plastici, materiali ceramici o anche silicio, per la costruzione di sistemi ibridi.


Le testine di stampa

Da questo si evicne come il substrato possa essere sia rigido che flessibile, spesso o sottile fino a 20 micrometri. La stampa procede uno strato alla volta: strato semiconduttore, conduttore, isolante, strato resistivo e dielettrico, ogni volta aspettando che lo strato precedente sia perfettamente asciutto. Infine i diversi circuiti vengono separati con taglio laser e passano tutti a una piattaforma di test.

Le applicazioni possono essere varie: dalla sensoristica (sensori biometrici, biologici, chimici) ai display OLED.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Catan14 Marzo 2007, 11:33 #1
bel centro sopratutto xè è stato perto nell'unione europea e non in asia.
Samoht14 Marzo 2007, 12:10 #2
spettacolo! chissà cosa ci tireranno fuori... il mese scorso sono stato in Francia (Nantes) a vedere uno stabilimento in cui assemblavano apparecchiature elettroniche... che meraviglia! non lo sapevo che i componenti smd venissero saldati a forno e a diverse temperature, e che ogni componente avesse la sua temperarura per poter essere saldato!
Diablix14 Marzo 2007, 12:21 #3
In effetti è una bella notizia vedere che ogni tanto aprono qualcosa in europa e non in cina/taiwan/bliblubla

Sarebbe anche carino se in italia si attivassero con dei finanziamenti per invogliare investimenti di questo genere anche nel bel paese...
Compass14 Marzo 2007, 12:47 #4
per Diablix: I progetti per fare in Italia cose del genere ci sono (ci lavoro!!).
Solo che quando prepari il testo del progetto e chiedi i soldi, ti fanno aspettare minimo 6 mesi e poi te li tagliano almeno del 40-50% ma dicendoti di fare comunque le stesse cose che avevi pensato all'inizio!!!
urmanf14 Marzo 2007, 13:22 #5

Uhm...

Questo link glielo mando al mio prof di Dispositivi Optoelettronici.. magari mi trova uno stage! ^_^ Ya nà!
MaxArt14 Marzo 2007, 14:50 #6
Scusate, ma quando leggo "meno di 100 particelle da 0.5 µm per piede cubo" non posso fare a meno di notare la commistione di sistemi di misura!
Ma che barbari, si convertissero al Sistema Internazionale per una volta! :P
Pancho Villa14 Marzo 2007, 14:55 #7
Non vedo l'ora di dare l'esame di optometria
Dreadnought14 Marzo 2007, 21:17 #8
nel senso che devi andare dall'optometrista?
Michelangelo_C14 Marzo 2007, 21:36 #9
Non capisco come funzionino questi circuiti stampati con "l'inchiostro"... e poi cosa avrebbero di optoelettronico??
Sajiuuk Kaar15 Marzo 2007, 09:43 #10
@Dreadnought: "Pa Fhai a Chacaavvvve..." XD (m'ha fregato la battuta asd XD)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^