Athlon 64 X2 a 65 nanometri finalmente disponibili

Athlon 64 X2 a 65 nanometri finalmente disponibili

AMD annuncia la disponibilità delle prime cpu Athlon 64 X2 costruite con tecnologia produttiva a 65 nanometru

di pubblicata il , alle 09:43 nel canale Processori
AMD
 

AMD ha ufficialmente annunciato la disponibilità delle proprie prime cpu Athlon 64 X2 costruite con tecnologia produttiva a 65 nanometri. Il nome in codice con il quale tali cpu vengono indicate è quello di Brisbane.

Si tratta delle prime cpu che AMD costruisce abbinando tecnologia a 65 nanometri con Wafer da 300 millimetri di diametro; la costruzione è stata effettuata all'interno della Fab36 di Dresda, la più recente fabbrica di AMD che nel corso del 2006 ha avviato per l'appunto la sperimentazione con queste nuove tecnologie produttive.

In termini di caratteristiche tecniche queste cpu sono identiche a quelle a 90 nanometri: il core quindi ha subito solo una riduzione di dimensione grazie alla nuova tecnologia produttiva. Come già segnalato in precedenti notizie, ricordiamo come con il core Brisbane AMD abbia introdotto la possibilità di configurare moltiplicatori di frequenza non interi, permettendo quindi di incrementare la frequenza di clock a passi di 100 MHz.

La tabella seguente riassume le caratteristiche tecniche dei nuovi processori a 65 nanometri:

Processore Clock Cache L2 TDP Costo
Athlon 64 X2 5.000+ 2,6 GHz 2x512 Kbytes 65 Watt 301 USD
Athlon 64 X2 4.800+ 2,5 GHz 2x512 Kbytes 65 Watt 271 USD
Athlon 64 X2 4.400+ 2,3 GHz 2x512 Kbytes 65 Watt 214 USD
Athlon 64 X2 4.000+ 2,1 GHz 2x512 Kbytes 65 Watt 169 USD

I prezzi sono indicati in dollari USA, come sempre accade in questi casi per lotti di 1.000 processori ai distributori e partner OEM. Si noti come le frequenze di clock dei primi 3 processori non siano multipli di 2: questa caratteristica è spiegata proprio dall'utilizzo di divisori di frequenza non interi. Il TDP dichiarato è pari a 65 Watt, quindi in diminuzione rispetto agli 89 Watt delle cpu Athlon 64 X2 di clock più elevato costruite con tecnologia produttiva a 90 nanometri.

La migrazione alla tecnologia a 65 nanometri di tutta la linea produttiva di AMD dovrebbe essere completata entro la metà del 2007. Per il momento la disponibilità di questi nuovi processori è complessivamente ridotta: si attendono consegne in volumi a partire dal primo trimestre 2007. AMD ha rilasciato, a questo indirizzo, un comunicato stampa che informa del lancio di questi nuovi processori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pistolpete05 Dicembre 2006, 10:01 #1
Mi aspetto consumi molto più bassi, in particolar modo in idle. Potrebbero essere processori eccellenti per gli htpc.
capitan_crasy05 Dicembre 2006, 10:05 #2
Questo core Brisbane è un evoluzione paragonabile al Venice sul Core Newcastle/Winchester quindi senza grosse pretese.
Però sono curioso di vedere come va il controller di memoria DDR2 migliorato e il moltiplicatore a "mezze misure"...
Tefnut05 Dicembre 2006, 10:19 #3
ovviamente sono socket am2?
davidon05 Dicembre 2006, 10:25 #4
sono previste versioni EE a 65nm?
secondo voi sarebbero utili (consumi, calore, overclock), oppure il risparmio di una manciata di watt riguarderebbe solo il funzionamento full load, riducendo al minimo i vantaggi in idle o per carichi di lavoro leggeri?

ciaobye
capitan_crasy05 Dicembre 2006, 10:31 #5
Originariamente inviato da: Tefnut
ovviamente sono socket am2?

esatto...

Originariamente inviato da: davidon
sono previste versioni EE a 65nm?
secondo voi sarebbero utili (consumi, calore, overclock), oppure il risparmio di una manciata di watt riguarderebbe solo il funzionamento full load, riducendo al minimo i vantaggi in idle o per carichi di lavoro leggeri?

ciaobye


Tutti i 90nm saranno sostituiti con i 65nm; EE compresi...
E' solo una questione di tempo...
prometeo7905 Dicembre 2006, 10:50 #6
Scusate la domanda da inesperto ma perchè sugli amd la memoria cache L2 è sempre così bassa rispetto a intel? Penso che influisca abbastanza sulle prestazioni della cpu no?
mjordan05 Dicembre 2006, 10:54 #7
L'Athlon 64 X2 5000+ come si colloca nella scala delle prestazioni rispetto ai Core 2 Duo?
Narmo05 Dicembre 2006, 11:09 #8
La cache influisce sulle prestazioni in modo molto differente da architettura ad architettura.
Ci sono molti parametri da valutare, tipo l'associatività e le altre menate tecniche.
Qundi non sempre una CPU con il quadruplo di cache va meglio.
Dipende dall'architettura.. e quella Intel sembra (non mi sono informato) gradire molto bene grosse quantità di cache.
Enzo7805 Dicembre 2006, 11:13 #9
L'Athlon 64 X2 5000+ come si colloca nella scala delle prestazioni rispetto ai Core 2 Duo?


Dobbiamo aspettare una comparativa ... la attendo ansiaoso anch'io ...
mackillers05 Dicembre 2006, 11:25 #10
bhè ce ne sono molti di confronti, dipende un pò dalle applicazioni ma almeno per adesso i core 2 sono quasi tutti più veloci degli AMD.. anche se tra un pò affinato il processo produttivo potranno aumentare le frequenze ed diminuire comunque i consumi quindi un pò si riavicineranno.. e poi arriverà finalmente il nuovo Core K8L.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^