MacBook Pro: le tastiere a farfalla sono il doppio più delicate dei predecessori

MacBook Pro: le tastiere a farfalla sono il doppio più delicate dei predecessori

Le complesse tastiere a farfalla presenti sugli ultimi MacBook Pro sono più delicate rispetto a quelle tradizionali dei modelli precedenti. Il tutto è stato documentato da un'indagine compiuta da AppleInsider

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Apple
AppleMacBook
 

La delicatezza dei nuovi tasti a farfalla (Butterfly) dei MacBook Pro delle ultime generazioni è stato un argomento dibattuto ampiamente sia sui forum che sul sito di supporto ufficiale Apple. I tasti progettati da Apple possono funzionare in maniera impropria ad esempio se cade della polvere o dello sporco nella parte sottostante al cap, e AppleInsider ha contattato diversi Genius Bar per ottenere dei dati statistici a supporto dei dubbi sulla fragilità della tecnologia.

Secondo i dati raccolti, il "failure rate" delle tastiere con switch Butterfly è il doppio più elevato rispetto a quello dei modelli precedenti che utilizzavano tastiere standard. I numeri: il modello di MacBook Pro del 2014 è stato servito in assistenza 2.120 volte, con 118 casi relativi a problemi alla tastiera, mentre per il modello del 2015 ci sono state 1.904 richieste di servizio, con 114 casi per la tastiera. I numeri per le due annate sono particolarmente simili, a differenza di quelli del 2016.

Per quanto riguarda il modello del 2016, infatti, i negozi presi in esame hanno servito 1402 eventi in garanzia, di cui 165 legati alla tastiera ed esclusi i problemi con la Touch Bar. In percentuale per i MBP 2014 e 2015 sono stati legati alla tastiera rispettivamente il 5,6 e il 6% dei casi di richiesta servizio, mentre nel 2016 il numero è salito all'11,8%. Non sono ancora completi i numeri del 2017, ma nella prima metà dell'anno i numeri dicono 1161 eventi e 94 legati alla tastiera.

Un aumento di questo tipo desta solitamente sospetti, tuttavia a confermare la maggiore delicatezza delle nuove tastiere è la ripetitività dei casi segnalati dai singoli utenti. Per il modello del 2014, su 118 tastiere difettose solamente otto sono state riportate al servizio d'assistenza nei 90 giorni successivi alla riparazione; per quello del 2015 solo sei. In nessun caso è stata necessaria una terza riparazione. Per il modello del 2016, invece, la situazione è diversa.

Nei 90 giorni successivi alla prima riparazione della tastiera, infatti, sono state necessarie 51 operazioni di riparazione supplementari; e circa dieci modelli hanno richiesto una terza riparazione. Per il modello del 2017 ci sono state invece circa 17 riparazioni supplementari nei successivi 90 giorni dalla prima, e 10 modelli hanno richiesto un terzo intervento. Vista la complessità degli switch presenti nelle tastiere Butterfly, inoltre, le riparazioni sono costose.

Apple Insider fa notare che se i tasti si danneggiano devono essere sostituite numerose componenti, come - oltre la tastiera - la batteria, la scocca e le porte Thunderbolt 3. Per chi è fuori garanzia l'intera riparazione può costare anche oltre 700 dollari, mentre per i modelli precedenti le spese ammontavano a circa 400 dollari.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
alexbilly02 Maggio 2018, 17:37 #1
sai che problema... tastiere il doppio più delicate? basta comprarne due e alternarli e dureranno lo stesso tempo
Alfhw02 Maggio 2018, 17:46 #2
Dall'articolo:
"[I]Apple Insider fa notare che se i tasti si danneggiano devono essere sostituite numerose componenti, come - oltre la tastiera - la batteria, la scocca e le porte Thunderbolt 3. Per chi è fuori garanzia l'intera riparazione può costare anche oltre 700 dollari[/I]"

Siamo alla follia, soprattutto considerando il costo di acquisto di un macbook pro: minimo 1550 per il 13" e minimo 2300 per il 15".
E fateli più modulari questi portatili invece di inseguire sempre lo spessore minimo.
bonzoxxx02 Maggio 2018, 19:53 #3
Originariamente inviato da: Alfhw
Dall'articolo:
"[I]Apple Insider fa notare che se i tasti si danneggiano devono essere sostituite numerose componenti, come - oltre la tastiera - la batteria, la scocca e le porte Thunderbolt 3. Per chi è fuori garanzia l'intera riparazione può costare anche oltre 700 dollari[/I]"

Siamo alla follia, soprattutto considerando il costo di acquisto di un macbook pro: minimo 1550 per il 13" e minimo 2300 per il 15".
E fateli più modulari questi portatili invece di inseguire sempre lo spessore minimo.


Concordo, basta non comprarli.

Comprendo che molti sono legati ad OSX per motivi di lavoro/amore, ma stiamo cadendo nel ridicolo, portatili pro che di pro non hanno più una mazza.
emiliano8403 Maggio 2018, 06:54 #4
la tastiera migliore di sempre… ma ma costa pero' la qualita' apple...
eeWee7203 Maggio 2018, 08:10 #5

MA SUL SERIO!??! Ma leggerli i numeri, no?

Ma davvero stanno messi così?
Si è passati da 2000 interventi a 1400. Di cui, relativi alla tastiera, da 120 a 160.
E perciò la cosa più importante da scrivere è che prima i problemi di tastiera erano il 5% del totale e ora sono il 10%. (Ho arrotondato i numeri, sì, lo so).

Cioè, la riduzione da 2000 a 1400 (del 30%) del totale degli interventi di assistenza gli è sfuggita? Hanno visto 40 interventi (in un anno) in più, ma gli sono sfuggiti i 600 in meno?

OK
The FoX03 Maggio 2018, 09:03 #6

Infatti... leggerli i numeri no?

SUl serio... ma li hai letti?
Ok, la riduzione delle riparazioni complessive.
MA (ed è grosso come una montagna questo ma)
ma le tastiere difettose sono COMUNQUE aumentate in termini assoluti.
E in percentuale ancora di più.
Se poi ci aggiungi che il costo delle riparazioni è più che raddoppiato (visto che per un problema di tastiera ora tocca cambiare mezzo portatile... ASSURDO!!!) per problemi analoghi...
MA SUL SERIO!??! DI COSA PRETENDI DI DISCUTERE?
peppeson03 Maggio 2018, 09:38 #7

Follia...

...allo stato puro. Anche per chi i soldi li guadagna a palate. Comprare Apple ormai è sinonimo di tasche bucate.
AlexSwitch03 Maggio 2018, 10:25 #8
Purtroppo, per chi ha investito una cifra considerevole per i MacBook Pro, questi sono i risultati di un design che predilige forma e vista piuttosto che l'usabilità e la durabilità della macchina.
Ma non solo... macchine così concepite e progettate sono anche scarsamente sostenibili in senso ecologico. Se per sostituire una tastiera difettosa ( e il difetto è sempre nel progetto che ha previsto tolleranze quasi nulle per il naturale accumulo di polveri e sporcizia ) alla fine si deve cambiare più del 60% dei componenti, bhè si rasenta quasi la follia, un non senso totale!!
Ecco cosa succede a lasciare mano libera ad Ive e i suoi boys... Ci si crogiola nella perfetta simmetria del design interno ( ecchissenefrega no?? ), delle linee esterne così minimalisticamente zen ( ma poi ci devi collegare adattatori, dongle, hub e cavi per lavorarci ), di aver levato il classico chimes di avvio perchè disturba ( manco fosse la tromba da 10000 megasuoni di fantozziana memoria ) e poi ci si ritrova con una tastiera più rumorosa di quella precedente, che può essere davvero fonte di fastidio in ambienti silenziosi e che tende ad incepparsi dopo poche settimane di utilizzo!! E' il trionfo del non senso!!
Nurek03 Maggio 2018, 10:48 #9
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Purtroppo, per chi ha investito una cifra considerevole per i MacBook Pro, questi sono i risultati di un design che predilige forma e vista piuttosto che l'usabilità e la durabilità della macchina.
Ma non solo... macchine così concepite e progettate sono anche scarsamente sostenibili in senso ecologico. Se per sostituire una tastiera difettosa ( e il difetto è sempre nel progetto che ha previsto tolleranze quasi nulle per il naturale accumulo di polveri e sporcizia ) alla fine si deve cambiare più del 60% dei componenti, bhè si rasenta quasi la follia, un non senso totale!!
Ecco cosa succede a lasciare mano libera ad Ive e i suoi boys... Ci si crogiola nella perfetta simmetria del design interno ( ecchissenefrega no?? ), delle linee esterne così minimalisticamente zen ( ma poi ci devi collegare adattatori, dongle, hub e cavi per lavorarci ), di aver levato il classico chimes di avvio perchè disturba ( manco fosse la tromba da 10000 megasuoni di fantozziana memoria ) e poi ci si ritrova con una tastiera più rumorosa di quella precedente, che può essere davvero fonte di fastidio in ambienti silenziosi e che tende ad incepparsi dopo poche settimane di utilizzo!! E' il trionfo del non senso!!


Quoto in toto!
Io per fortuna, avevo capito in anticipo i problemi che sarebbero sorti e mi sono buttato sul Mac Book Pro della serie precedente che ha una tastiera normale dove all'occorrenza se si infila qualcosa sotto i tasti, o esce da solo oppure se più grosso puoi adoperarti con un plettro per farlo uscire tu smontando il tasto.
Nei nuovi modelli si sono inventati questa tastiera che, oltre a peggiorare il feedback, è solo un ricettacolo di polvere e sicuri inceppamenti/guasti visto che la sporcizia da lì sotto difficilmente potrà uscire da sola.
Un vero genio chi ha concepito questa malsana idea. Mi auguro che pongano rimedio al più presto a questa scemenza.
s-y03 Maggio 2018, 10:56 #10
è un discorso che torna ciclicamente
il baco è a monte (sostanza sacrificata alla forma) ma soprattutto, fino a quando i risultati economici daranno ragione, non ci sarà spinta per cambiare rotta...

cmq sia ultimamente se ne leggono sempre di più, specie lato service/assistenza, e qualcosa può voler dire

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^