MacBook Pro: alta domanda ma scarsa disponibilità

MacBook Pro: alta domanda ma scarsa disponibilità

Il nuovo portatile di Apple è disponibile sul mercato in quantità molto limitate, ma nonostante questo la domanda risulta essere piuttosto alta

di pubblicata il , alle 11:09 nel canale Apple
Apple
 

La società specializzata in analisi di mercato PiperJaffray ha cercato di analizzare la situazione relativa alla disponibilità dei portatili MacBook Pro, rilasciati sul mercato circa due settimane fa.

Gene Munster, analista presso PiperJaffray, ha dichiarato che su 40 Apple store (su territorio Statunitense) monitorati, solamente 4 hanno avuto in stock esemplari (nell'ordine di 1-3 pezzi) del nuovo portatile della compagnia di Cupertino.

Munster ha poi precisato che il 70% circa dei punti vendita monitorati hanno una nutrita lista di prenotazione per MacBook Pro, fattore che sta a evidenzare che la bassa disponibilità non sta frenando la domanda.

Di seguito i commenti (in lingua inglese) dei punti vendita contattati da Gene Munster: "Sold about a dozen right away," "Received a big shipment - all sold fast," "The few we had sold quickly; demos just got in last week," "A couple models in stock; interest is high," "Receiving 2-3 daily," Recieving more by end of next week" ed infine "Two models in stock - selling quickly.".

Al di là dell'analisi della situazione relativa a MacBook Pro, gli analisti hanno inoltre avuto modo di rilevare che non si è assistito ad un significativo calo delle vendite dei Mac dovuta all'attesa, da parte dei consumatori, per i modelli con processore Intel e che la disponibilità dei player iPod è ora molto più ampia rispetto a quella del trimestre di dicembre.

Nella giornata di martedì inoltre Apple Computer ha annunciato pubblicamente lo slittamento di due mesi della Worldwide Developer Conference (WWDC). L'appuntamento per gli sviluppatori, che tradizionalmente si tiene nella prima settimana del mese di giugno, quest'anno aprirà i battenti il 7 Agosto, sempre presso il Moscone Center di San Francisco.

Il WWDC rappresenterà l'occasione per gettare il primo sguardo verso la prossima versione del sistema operativo Mac OS X 10.5, conosciuta con il nome in codice di "Leopard", e per le prime dimostrazioni pubbliche di sistemi Power Mac basati verosimilmente su processori Intel "Conroe".

Fonte: Appleinsider

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Raid009 Marzo 2006, 11:23 #1
Chissà per quale motivo c'è un ritardo del genere, non credo che la scarsa disponibilità dipenda da Intel...
ShinjiIkari09 Marzo 2006, 11:30 #2
Beh i motivi della poca disponibilità possono essere tanti, magari la scarsa disponibilità di uno qualsiasi dei componenti che compongono il mbp, oppure, più probabilmente, una previsione sbagliata della quantità di ordini (vendite sottostimate). A me sembra veramente una bella macchina questo macbookpro, seppure soffra di qualche ingenuità nella progettazione, tipo magari il poco spessore che ha causato dei compromessi tipo la batteria sottile, l'unità ottica fuori standard e la cpu saldata... è comunque molto molto vicino alla perfezione come portatile da 15", non mi sorprende che vada a ruba.
May8109 Marzo 2006, 11:39 #3
Gran bella macchina che si fa pagare molto cara! ( come i sony o altre marche, di fascia alta ). A quanto pare il passaggio a INTEL è stato accettato molto bene.
bjt209 Marzo 2006, 11:41 #4
Il processore saldato?!?! E quando esce Merom, che è pin to pin compatibile con Yonah, che facciamo??? Ah, già.... Cambiamo notebook! Così nuova licenza di Mac OS X (non potrò riciclare la vecchia licenza dell'atro NB... ) ...
diabolik198109 Marzo 2006, 11:42 #5
Originariamente inviato da: bjt2
Il processore saldato?!?! E quando esce Merom, che è pin to pin compatibile con Yonah, che facciamo??? Ah, già.... Cambiamo notebook! Così nuova licenza di Mac OS X (non potrò riciclare la vecchia licenza dell'atro NB... ) ...


Eh, cosa non si fa per il dio della Mela...
ShinjiIkari09 Marzo 2006, 11:57 #6
Ah beh appena esce Merom è obbligatorio avere un Merom? Andiamo bene... ma tipo farci qualcosa di costruttivo con il computer no?
diabolik198109 Marzo 2006, 12:02 #7
Originariamente inviato da: ShinjiIkari
Ah beh appena esce Merom è obbligatorio avere un Merom? Andiamo bene... ma tipo farci qualcosa di costruttivo con il computer no?


Hai ragione da vendere, ma il fatto è che nel momento in cui Apple è passata ad x86 sapeva bene che il discorso degli upgrade dei PC si sarebbe verificato anche sui MAC ed è corsa ai ripari saldando la CPU. Non so quanto questo sia un fattore legato al layout del Macbook o sia anche un fatto di marketing, sta di fatto che se si vuole seguire la strada degli upgrade stile PC questo fatto della saldatura è una bella mazzata.
aLLaNoN8109 Marzo 2006, 12:02 #8
Originariamente inviato da: bjt2
Il processore saldato?!?! E quando esce Merom, che è pin to pin compatibile con Yonah, che facciamo??? Ah, già.... Cambiamo notebook! Così nuova licenza di Mac OS X (non potrò riciclare la vecchia licenza dell'atro NB... ) ...

Tu hai mai visto qualcuno upgradare il processore di un portatile ed in particolare in un Mac? Io no...
aLLaNoN8109 Marzo 2006, 12:04 #9
Originariamente inviato da: diabolik1981
Hai ragione da vendere, ma il fatto è che nel momento in cui Apple è passata ad x86 sapeva bene che il discorso degli upgrade dei PC si sarebbe verificato anche sui MAC ed è corsa ai ripari saldando la CPU. Non so quanto questo sia un fattore legato al layout del Macbook o sia anche un fatto di marketing, sta di fatto che se si vuole seguire la strada degli upgrade stile PC questo fatto della saldatura è una bella mazzata.

Parliamo seriamente su, quanta gente è disposta ad upgradare il processore di un portatile? andandoci larghi io direi lo 0.1% dei possessori Di fatto è una cosa che non fa nessuno e non vuole fare praticamente nessuno.
ShinjiIkari09 Marzo 2006, 12:04 #10
Non credo che sia un fatto di marketing (anche se l'avevo presa in considerazione come ipotesi), in quanto macchine con margini ben più bassi, come l'iMac e Mac mini, hanno la cpu su socket, perfettamente sostituibile. Questa volta credo che il marketing non c'entri, ma c'entri lo spessore di quel notebook, veramente ridotto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^