Mac Os X 10.5 senza virtualizzazione

Mac Os X 10.5 senza virtualizzazione

Direttamente da un pezzo grosso di Apple arriva l'ultima indiscrezione relativa al prossimo sistema operativo: Leopard non avrà alcun sistema di virtualizzazione

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:41 nel canale Apple
AppleMac OS X
 

Mac OS X 10.5 "Leopard" non avrà alcun sistema di virtualizzazione. Questa è l'ultima indiscrezione che circola relativamente al prossimo sistema operativo di casa Apple ed è una voce che merita una certa attenzione, poiché giunge da un "pezzo grosso" della società di Cupertino, ovvero Phil Schiller, Vicepresidente e responsabile per il marketing della mela mordicchiata.

Schiller, in occasione dell'inagurazione del negozio Apple sulla Quinta Strada a New York, ha così risposto alla domanda di Charles Wolf, analista di Needham e Co., il quale ha esplicitamente chiesto se nella prossima versione di OS X sarebbe stata implementata una qualche forma di virtualizzazione: "Assolutamente no, dal momento che i costi di ricerca e sviluppo sarebbero troppo elevati. La nostra soluzione è il dual-boot."

Gli sforzi sono quindi tutti focalizzati su BootCamp, il sistema che permette, appunto, di approntare due partizioni di avvio, una delle quali con Windows XP. A quanto pare, quindi, coloro i quali vorranno intraprendere la strada della virtualizzazione su Mac OS X dovranno affidarsi a soluzioni di terze parti, come ad esempio Parallels che, tra le altre cose, viene direttamente promosso da Apple stessa attraverso le pagine del proprio sito web.

Fonte: Macworld

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
HenryTheFirst11 Luglio 2006, 09:48 #1
Phil Schiller aveva anche detto che Apple non avrebbe dato nessun supporto all'installazione di windows sui mac, io prenderei le sue dichiarazioni con pinze
demon7711 Luglio 2006, 09:51 #2
Beh.. c'è da dire che la virtualizzazione non è che sia proprio indispensabile, farà comodo ad una parte di utenza davvero minima.

Comunque anche se la virtualizzazione mi sembra una gran cosa di strada da fare ne manca parecchia!!
tarek11 Luglio 2006, 09:52 #3
scusate ma...parallels funziona anche con windows/linux? o dipende direttamente dal mac os? qualcuno di voi l'ha provato?
Crisidelm11 Luglio 2006, 09:53 #4
Cmq questa sembrerebbe una voce abbastanza sicura...
Infinity8911 Luglio 2006, 09:53 #5
Peccato...cmq a me sembra più che giusto! fossi apple prima chiederei un accordo con microsoft per una virtualizzazioni di os x anche in vista!
ultimate_sayan11 Luglio 2006, 10:02 #6
Personalmente credo che il dual boot sia necessario per poter utilizzare sul Mac i software più esigenti... la virtualizzazione però non ha paragoni se è richiesta grande dinamicità nel passare da un applicazione Mac ad una PC...
diabolik198111 Luglio 2006, 10:04 #7
Mìi chiedo a questo punto a cosa serviranno i processori con virtualizzazione di Intel sui prossimi MAC.
M@n11 Luglio 2006, 10:06 #8
Originariamente inviato da: tarek
scusate ma...parallels funziona anche con windows/linux? o dipende direttamente dal mac os? qualcuno di voi l'ha provato?

ci sono versioni per OSX, Win e Linux.
L'ho provato con OSX, ho caricato Ubuntu: OK
M@n11 Luglio 2006, 10:10 #9
Originariamente inviato da: diabolik1981
Mìi chiedo a questo punto a cosa serviranno i processori con virtualizzazione di Intel sui prossimi MAC.

Gia i core duo supportano la virtualizzazione (credo) e non e' supportata nativamente da OSX 10.4.
Bisogna vedere in futuro, magari la 10.6 avra' il supporto nativo alla virtualizzazione (dando per scontato che Schiller abbia detto la verita'....).
Vista come e' messo da questo punto di vista? Anche Vista (e XP) gira su cpu con supporto alla virtualizzazione
zephyr8311 Luglio 2006, 10:13 #10
bhe anche se nn lo farà apple stessa si potranno sempre usare programmi di terze parti o no?
Penso che la scelta di Apple nn si sbagliata.....o le cose si fanno bene o è meglio nn farlo e visto che la casa della mela nn ha abbastanza risorse per farlo meglio così

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^