iPhone XS ha un secondo notch nascosto e invisibile: ecco dove

iPhone XS ha un secondo notch nascosto e invisibile: ecco dove

Attraverso il teardown di iFixit si scopre che iPhone XS è sostanzialmente simile nella costruzione al suo predecessore, ad eccezione di una piccola caratteristica che è stata simpaticamente battezzata come "secondo notch"

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Apple
AppleiPhone
 

I nuovi iPhone XS sono sul mercato da alcuni giorni e i siti e i servizi tecnici hanno iniziato a smontarli per sviscerarne ogni segreto. Vi abbiamo già parlato dei dati della batteria di iPhone XS, XS Max e XR, e anche del fatto che la nuova batteria ha un design diverso rispetto al predecessore. Stando ad iFixit, però, sulla batteria non è stato detto tutto. Per quanto riguarda iPhone XS, e non XS Max, infatti, Apple ha adottato una particolare tecnica di costruzione che è stata battezzata da iFixit come "notch", proprio come la tacca presente sopra il display.


Da sinistra: iPhone X, iPhone XS, iPhone XS Max

E a che serve? A ipotizzarlo è la stessa iFixit all'interno del proprio teardown, dopo aver analizzato l'unità a raggi X: "La difficoltà che si ha nell'implementare qualsiasi batteria ai polimeri di litio è che ogni angolo deve essere rafforzato per prevenire un eventuale stress non desiderato dovuto all'espansione termica, e visto che la batteria di iPhone XS ha sei lati, contro i tradizionali quattro delle batterie a forma lineare, gli angoli aggiuntivi possono nascondere delle insidie. Per ridurre lo stress negli angoli Apple ha dentellato (notched) l'angolo interno della batteria. Tale modifica apre ad un sacco di possibilità di design, ma è anche responsabile per la diminuzione nella capacità rispetto a X. Solo il tempo, poi, dirà quali saranno le prestazioni della nuova cella".

Il teardown, che può essere trovato a questa pagina, mostra inoltre come non ci siano ulteriori guarnizioni o soluzioni per la resistenza ai liquidi rispetto ad iPhone X (che è IP-67, mentre XS è IP-68), fatto che farebbe pensare che il modello di fine 2017 fosse sottostimato per quanto riguarda la certificazione IP. Nel nuovo modello XS Max, inoltre, c'è un nuovo chip per la gestione dell'alimentazione energetica (Apple 338S00456), con i due terminali che hanno ottenuto un "repairability score" di 6 su 10, che non è da disprezzare. La parte più fastidiosa è tuttavia la sostituzione del vetro posteriore (che è fra le più tipiche), che obbliga l'operatore a smontare l'intero smartphone per poter effettuare la riparazione. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^