GT Advanced: dichiara bancarotta il fornitore di zaffiro di Apple

GT Advanced: dichiara bancarotta il fornitore di zaffiro di Apple

Il fornitore di cristallo di zaffiro di Apple, GT Advanced, ha dichiarato bancarotta ai sensi del Chapter 11 del Codice Fallimentare statunitense

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Apple
Apple
 

GT Advanced Tech lunedì ha rilasciato un comunicato in cui avverte di aver dichiarato bancarotta ai sensi del Chapter 11 del Codice Fallimentare negli Stati Uniti. Questo significa che la società continuerà le normali attività produttive e lavorative fino a quando non riuscirà a riorganizzare le finanze e la situazione con i creditori. GTAT ha attualmente una liquidità di cassa di 85 milioni di dollari in contanti.

Il produttore dovrebbe fornire ad Apple i pannelli in cristallo di zaffiro per l'imminente Watch della società di Cupertino. Difficile, ad oggi, poter capire quali saranno le ripercussioni all'interno delle catene di produzione delle edizioni più raffinate dello smartwatch, o degli smartphone di Apple. iPhone 5S, 6 e 6 Plus utilizzano il cristallo di zaffiro di GTAT per il vetro protettivo dell'obiettivo della fotocamera posteriore e per il Touch ID.

Le finanze di GT Advanced Tech hanno subito un duro colpo dopo la riorganizzazione in seguito agli accordi maturati con Apple. La società si è concentrata sulla nuova partnership in modo da offrire al gigante tecnologico californiano il massimo supporto, ottenendo investimenti preliminari che tuttavia si sembrerebbero mostrati insufficienti. Le circostanze che aleggiano intorno alla richiesta di fallimento appaiono, tuttavia, ancora nebulose.

Potremmo supporre che eventuali decisioni dell'ultima ora abbiano messo in difficoltà GTAT dal punto di vista finanziario. Apple pensava di poter introdurre il cristallo di zaffiro per proteggere i display dei nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus ma, probabilmente, i lavori in fase di perfezionamento e sviluppo della tecnologia non hanno portato a risultati vantaggiosi per le due società. Questo avrebbe costretto GT Advanced ad investire ingenti somme di denaro senza avere tornaconti diretti, fattore che avrebbe reso precaria la situazione finanziaria della società.

Di seguito riportiamo un estratto del comunicato ufficiale di GT Advanced Tech, tradotto in italiano.

GT ha specificato che fino al 29 settembre 2014 aveva circa 85 milioni di dollari di liquidità di cassa. Inoltre, è alla ricerca di un finanziamento debtor-in-possession che, una volta ottenuto, consegnerebbe alla società una fonte immediata di fondi aggiuntivi. Queste fonti di finanziamento consentiranno a GT di soddisfare gli obblighi consueti associati al funzionamento quotidiano della sua attività, compreso il puntuale pagamento degli stipendi dei dipendenti e degli altri obblighi.

"GT dispone di un business fondamentalmente solido e sano", ha detto Tom Gutierrez, presidente e CEO di GTAT. "La richiesta di oggi non significa che stiamo uscendo dal mercato, anzi ci fornisce l'opportunità di continuare ad attuare il nostro business plan su una base più solida, diversificare le operazioni del nostro business e migliorare il nostro bilancio".

"Siamo convinti che il processo riabilitativo del Chapter 11 è il modo migliore per riorganizzare, proteggere la nostra azienda e imbastire il percorso per il nostro successo futuro. Restiamo legati alle nostre radici in materia di innovazione e alla nostra strategia di diversificazione. Continueremo ad operare come leader tecnologico attraverso il nostro core set di imprese".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexSwitch08 Ottobre 2014, 09:39 #1
Altra acidità di stomaco per Cook & Co. E comunque Apple se l'è cercata visto che aveva palesato a GT Advanced una fornitura di cristalli per l'iPhone6, cosa a cui alla fine ha rinunciato....
Gnaffer08 Ottobre 2014, 09:49 #2
Siete lenti, l'avevo già letta ieri pomeriggio su una nota testata che NON parla quasi mai di technologia (gossip, celebrità in bikini e altre schifezze del genere... siccome ho lì l'email mi capita di leggere gli articoli in prima pagina, prima che qualcuno pensi male).

Hwupgrade quanto siete caduti in basso?

Ah già scusate, è più importante parlare di stronzate-gate e di iphone qui e di iphone li. Me ne stò zitto allora
lockheed08 Ottobre 2014, 09:59 #3
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Altra acidità di stomaco per Cook & Co. E comunque Apple se l'è cercata visto che aveva palesato a GT Advanced una fornitura di cristalli per l'iPhone6, cosa a cui alla fine ha rinunciato....


Ovvio, con la gente che si diverte a postare drop-test sul tubo sai quanto sarebbe stato utile lo zaffiro per l'Iphone6?
Qua dentro pochi arrivano a capire che un materiale duro, è per forza di cose anche fragile.
Io avrei certamente preferito un vetro in zaffiro, per il semplice fatto che è più facile che mi si righi il vetro piuttosto che mi caschi per terra lo smartphone.
hrossi08 Ottobre 2014, 10:04 #4
Ma va la, se il duro colpo è successivo agli accordi a me puzza di combine di acquisizione a costo di bancarella da parte di Apple. Staremo a vedere se avevo ragione ed Apple se la fagocita.

Hermes
lockheed08 Ottobre 2014, 10:17 #5
Anche questa, potrebbe essere un'ipotesi tutt'altro che campata in aria.
dwfgerw08 Ottobre 2014, 12:47 #6
Il ceo di gt adv, ha venduto tutte le proprie azioni il giorno prima della presentazione di iphone 6. Mi pare di aver letto che la SEC abbia aperto un'indagine in tal senso. Apple ha investito oltre un anno fa circa 500 milioni di dollari in questa realta, proprio per assicurarsi un unico forniture USA in grado di soddisfare la richiesta elevatissima congiuntamente alla qualita delle lastre.

Evidentemente le rese produttive per lastre grandi come quelle richieste per ihpone6 non era soddisfacenti, e quindi apple ha rimandato l'adozione di questo materiale mai utilizzato prima per il rivestimento del display, mantenendolo per le componenti gia usate nel 5S.

Comunque vada non pare ci saranno problemi per il Watch.

http://blogs.wsj.com/digits/2014/10/07/ceo-of-sapphire-supplier-sold-shares-before-apple-announcement/
san80d08 Ottobre 2014, 12:50 #7
e il capo vendette azioni il giorno prima del crollo
Mparlav08 Ottobre 2014, 13:01 #8
Non so' quale fosse la resa di produzione delle lastre in vetro zaffiro di maggior formato, ma il costo finale difficilmente è "soddisfacente" rispetto a quello del Gorilla Glass.

Apple scende a compromessi sulla qualità della lega d'alluminio anche per mantenere gli elevati volumi di produzione, figuriamoci con gli schermi in vetro zaffiro, tra l'altro già adottati da altri produttori insieme alle leghe in magnesio, o titanio o prossimamente, alluminio-litio/acciaio inox (Oppo).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^