Apple rilascia Apple Music con iOS 8.4 e iTunes 12.2 su PC e Mac

Apple rilascia Apple Music con iOS 8.4 e iTunes 12.2 su PC e Mac

Giornata piena per Apple quella di martedì 30 giugno, in cui la società ha rilasciato gli aggiornamenti di iOS e iTunes per PC e Mac per lanciare il suo servizio musicale Apple Music

di pubblicata il , alle 09:49 nel canale Apple
Mac OS XiOSApple
 

Come già annunciato, Apple Music è stato lanciato al pubblico nel pomeriggio di ieri intorno alle ore 17 circa in Italia. Il servizio di streaming musicale è stato integrato prima su iOS 8.4, disponibile per gli ultimi modelli di iPhone e iPad, e poi all'interno di iTunes 12.2, pubblicato online qualche ora dopo rispetto al sistema operativo mobile. Su iPhone e iPad, Apple Music è accessibile dall'app Musica, ridisegnata per l'occorrenza.

Apple Music Apple Music

Apple Music rappresenta l'inizio di un cambiamento radicale nell'approccio sul panorama musicale da parte dell'azienda di Cook. E la nuova app Musica per iPhone e iPad ne è una conferma lampante visto che tutto è imperniato attorno al servizio in streaming, qualora venga naturalmente attivato un abbonamento. I propri brani acquistati, in questo caso, vengono relegati in un cantuccio dell'applicazione.

Apple quindi abbraccia lo streaming musicale, quello stesso streaming che Steve Jobs demonizzava in passato sostenendo a gran voce che gli utenti non volessero sottoscrivere abbonamenti per ascoltare la musica. L'evoluzione del settore ha contraddetto il visionario ex-iCEO, e Spotify, Deezer, Rdio, fra i tanti, hanno dimostrato tutto l'opposto. E così Apple si trova costretta, ancora una volta, a piegarsi ad un mercato che ha in parte forgiato nel passato.

Apple Music si contraddistingue dalla concorrenza soprattutto per la presenza di una stazione radio sempre attiva (24 ore al giorno, tutti i giorni della settimana) in lingua inglese, ma accessibile in molti paesi del mondo, anche in Italia. Dopo le nostre prime prove possiamo dire che è, ad una prima analisi, l'elemento più distintivo dell'intero servizio, che per altri versi non si discosta molto dal concetto di streaming portato avanti da Spotify.

L'interfaccia è stranamente un po' complessa da digerire per i canoni Apple, e le funzionalità parecchie. Supporta l'ascolto offline dei brani e contiene playlist sia generate dagli algoritmi che curate da esperti musicali, fra cui esponenti delle riviste più eminenti del settore. Troviamo anche una schermata "Per te", con playlist e album consigliati in base ai gusti che imposteremo al primo avvio, e Connect, un social network sullo stile di Instagram per mantenersi in contatto con gli artisti preferiti.

La caratteristica che forse potrebbe spostare gli utenti dai restanti servizi musicali in streaming è l'integrazione con Siri: basta chiedere allo smartphone la riproduzione di un brano specifico, o di un genere musicale, che l'assistente virtuale ci proporrà lo stesso brano, prelevandolo dal catalogo di Apple Music. Di contro, però, altri servizi sono più vantaggiosi sul piano economico con la possibilità di accedere anche gratuitamente, con qualche compromesso.

Apple Music Apple Music

Apple Music è proposto con un periodo di prova di 3 mesi (Spotify lo ha aumentato a 2 mesi ultimamente, gli altri si fermano in molti casi a 30 giorni), dopo il quale si passerà ad un abbonamento (automatico, da disattivare nel caso non si voglia più usufruire del servizio) di 9,99€ mensili. Apple dà anche la possibilità di accedere a un piano tariffario per la famiglia, con cui fino a 6 utenti dello stesso nucleo possono accedere con un unico abbonamento mensile di 14,99€.

Apple Music è disponibile adesso su iOS, PC e Mac OS, e in autunno arriverà per dispositivi Android ed Apple TV.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
recoil01 Luglio 2015, 10:04 #1
il costo per un utenza singola è un po' alto ma sto pensando al family sharing visto che divideremmo in 5 i 15 euro del canone
per 3 euro al mese direi che si può fare anche se devo valutare bene com'è il catalogo e il servizio durante i 3 mesi di prova
Simonex8401 Luglio 2015, 10:29 #2
qualcuno l'ha provato? come va?
gino4601 Luglio 2015, 10:47 #3
Ho provato il nuovo servizio, funziona bene niente da dire
Da circa un anno uso spotify con soddisfazione e per fare un paragone ho cercato le stesse canzoni, su Apple music ne ho trovate meno della metà! Niente da dire per quelle più recenti, ma se si cercano canzoni dance (per esempio) di fine anni 90/inizio 2000, non c'è paragone, spotify offre un catalogo molto più completo. Per concludere non abbandonerò certo spotify per Apple music, almeno non per ora. Mentre su iTunes Store il catalogo è molto più completo! Mi sarei aspettato di poter accedere allo stesso catalogo, ma così non è!
recoil01 Luglio 2015, 10:49 #4
la radio beats1 va benissimo poi è chiaro che ti devono piacere le canzoni che danno...
le altre radio non funzionano probabilmente perché non ho ancora attivato il servizio, volevo fare questo test per sapere se in futuro saranno disponibili gratis ma temo di no

ho messo follow su un po' di artisti ma se torno in quella schermata non mi fa vedere nulla, se non suggerimenti di artisti da seguire
anche in questo caso temo che le notizie arrivino una volta iscritti al servizio, più tardi lo faccio e mi tolgo il dubbio
Simonex8401 Luglio 2015, 10:51 #5
Quindi beats 1 è gratis per tutti? ma che genere trasmette?
recoil01 Luglio 2015, 10:54 #6
Originariamente inviato da: Simonex84
Quindi beats 1 è gratis per tutti? ma che genere trasmette?


sì credo rimarrà gratis per tutti perché sia ieri sera che oggi ho provato a sentirla senza essermi iscritto

ho sentito un po' di tutto quindi non credo ci sia un genere preciso mentre le altre radio tematiche (che a me non vanno) sono per musica classica, pop, rock, indie ecc. quindi generi ben precisi
Simonex8401 Luglio 2015, 10:59 #7
Originariamente inviato da: recoil
sì credo rimarrà gratis per tutti perché sia ieri sera che oggi ho provato a sentirla senza essermi iscritto

ho sentito un po' di tutto quindi non credo ci sia un genere preciso mentre le altre radio tematiche (che a me non vanno) sono per musica classica, pop, rock, indie ecc. quindi generi ben precisi


Perfetto, anche io non sopporto le radio tematiche, sono per i mischioni, stasera aggiorno l'iPhone e provo!
*sasha ITALIA*01 Luglio 2015, 11:10 #8
Ho provato Music e da utilizzatore assuefatto di Spotify sono rimasto deluso.

E' molto molto indietro.

In primis la libreria: mancano molte canzoni, non ha il catalogo di iTunes Store: ci sono molti artisti importanti non presenti su Spoty (ad esempio i CCR) ma ne mancano tanti altri.

La funzione radio (playlist su Spotify) è incompleta, su S. possiamo dire se una canzone ci piace o meno migliorando così la playlist in base ai nostri gusti, qui no, se una canzone ci piace e la vogliamo salvare non possiamo e così via.

Hanno messo i controlli di utilizzo del traffico mobile nelle impostazioni Apple e non delle app: così facendo per usarlo su 4G sei costretto ad abilitare il download automatico degli aggiornamenti delle app, cosa molto rischiosa per il traffico senza contare che a differenza di Spotify non possiamo impedirgli di scaricare le playlist in automatico su mobile.

Non c'è la possibilità di importare i propri contatti e seguirli

I gusti vengono guidati da noi solo manualmente e non in automatico in base all'utilizzo.

Spotify può dormire sonni tranquilli.

Unici due plus la presenza dei videoclip e la qualità audio, che nonostante un bitrate più basso mi sembra molto più cristallina rispetto a S.


Bocciato (per il momento)
recoil01 Luglio 2015, 11:35 #9
Originariamente inviato da: Simonex84
Perfetto, anche io non sopporto le radio tematiche, sono per i mischioni, stasera aggiorno l'iPhone e provo!


le radio tematiche in Italia non sono disponibili se non ti iscrivi
mentre negli USA sì e hai un numero limitato di skip consecutivi che puoi fare se la canzone non ti piace

a seconda della nazione ci sono differenze e può anche darsi che per gli utenti USA il catalogo sia più grande di quello che vediamo noi
Mr_Paulus01 Luglio 2015, 13:32 #10
Originariamente inviato da: *sasha ITALIA*
Ho provato Music e da utilizzatore assuefatto di Spotify sono rimasto deluso.

E' molto molto indietro.

In primis la libreria: mancano molte canzoni, non ha il catalogo di iTunes Store: ci sono molti artisti importanti non presenti su Spoty (ad esempio i CCR) ma ne mancano tanti altri.

La funzione radio (playlist su Spotify) è incompleta, su S. possiamo dire se una canzone ci piace o meno migliorando così la playlist in base ai nostri gusti, qui no, se una canzone ci piace e la vogliamo salvare non possiamo e così via.

Hanno messo i controlli di utilizzo del traffico mobile nelle impostazioni Apple e non delle app: così facendo per usarlo su 4G sei costretto ad abilitare il download automatico degli aggiornamenti delle app, cosa molto rischiosa per il traffico senza contare che a differenza di Spotify non possiamo impedirgli di scaricare le playlist in automatico su mobile.

Non c'è la possibilità di importare i propri contatti e seguirli

I gusti vengono guidati da noi solo manualmente e non in automatico in base all'utilizzo.

Spotify può dormire sonni tranquilli.

Unici due plus la presenza dei videoclip e la qualità audio, che nonostante un bitrate più basso mi sembra molto più cristallina rispetto a S.


Bocciato (per il momento)


si può fare benissimo, c'è l'icona del cuore per questo scopo (ovviamente su beats1 non funziona perché non avrebbe senso), e si può salvare una canzone presa dalla radio in musica (questo anche con beats1).

sinceramente da utilizzatore incallito di spotify non mi sembra che manchi nulla, forse solo il fatto di seguire i miei contatti.

una cosa comodissima è che quando si interrompe una radio per ascoltare altro, poi riparte dalla stessa canzone al punto di interruzione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^