Rivista multata di 10 mila euro per 'incitamento alla pirateria'

Rivista multata di 10 mila euro per 'incitamento alla pirateria'

Succede in Francia, in cui la rivista Téléchargement ha ricevuto una multa di 10 mila euro per un articolo che spiegava come accedere illecitamente a contenuti protetti da diritti d'autore

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Web
 

La scorsa estate, la rivista francese Téléchargement (il corrispettivo francese di download) aveva pubblicato un'edizione in cui venivano documentati vari metodi con cui scaricare gratuitamente ed illecitamente film, show televisivi, giochi e musica. L'argomento, di chiaro potenziale impatto nel pubblico, era stato promosso anche in copertina con il titolo "i migliori software e siti web per scaricare contenuti gratis".

Atterrito dal modo controverso in cui veniva proposto il delicato argomento, il gruppo SCPP (dell'industria musicale locale) ha deciso così di intraprendere un'azione legale contro l'editore: "È stato superato il confine", ha dichiarato Marc Guez, amministratore delegato di SCPP. "In questo caso la rivista ha incitato alla pirateria, chiaramente e senza vergogna. È stato questo che ci ha spinto ad agire", ha continuato il dirigente citato da NextInpact.com.

SCPP sottolinea alcuni passaggi dell'articolo, fra cui quelli in cui si spingeva all'uso di client torrent cercando i file relativi su Google: "Non c'è bisogno di immergersi nelle profondità degli abissi del Web per i download pirata, Google farà in modo che questi appaiano in superficie", recita un estratto. E continua: "Con alcune parole chiave usate in maniera intelligente e una manciata di click potrai riempire il tuo hard disk con gioia e risate".

L'articolo scavava ancora più in profondità, suggerendo ad esempio alcuni trucchi e siti web in cui trovare facilmente i contenuti pirata, promuovendo soprattutto la semplicità dell'operazione. SCPP si è così trovata costretta a portare la rivista in tribunale, sostenendo che ci fosse un'evidente violazione della legge francese sul diritto d'autore. L'editore, secondo il gruppo, ha incoraggiato volontariamente i suoi lettori a usare gli strumenti del web per eseguire un'azione illecita.

Il che è reato in Francia (così come in molte altre nazioni del mondo), e viola esplicitamente le leggi del paese europeo. Queste vietano "l'incoraggiamento volontario" dell'uso di software che consente la violazione dei diritti d'autore, e stabiliscono una pena massima di tre anni di reclusione e 300 mila euro di multa. A niente sono valse le contestazioni dell'editore di Téléchargement.

Stando alle parole utilizzate in sua difesa dall'editore, nell'articolo veniva riportato più volte che scaricare roba pirata è illegale, ma secondo i tribunali francesi questo non basta. La corte di Nanterre ha infatti emesso una multa di 10.000 € alla rivista francese, sostanzialmente il ricavo che l'editore ha ottenuto con la vendita del numero in cui è apparso l'articolo. La sentenza è definitiva e non può essere in alcun modo oggetto di ricorso.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zbear01 Luglio 2015, 09:43 #1

Tutta da ridere ...

Vabbè che era stata fatta una precisa denuncia, che la rivista era comunque in torto, e che il giudice DEVE fare il suo lavoro, ma basta farsi un giretto in rete per vedere i millemila siti che fanno la stessa cosa.....
Phoenix Fire01 Luglio 2015, 09:53 #2
è pure poco come multa, io avrei visto la vendita di quel numero e chiesto una multa pari a una buona percentuale dei guadagni
iorfader01 Luglio 2015, 09:57 #3
beh però anche in italia negli anni ho visto riviste con quella roba dentro, non che servisse a gente come noi, ma a quei utonni che ci sono un pò ovunque sì
djfix1301 Luglio 2015, 09:58 #4
ahahah in italia ogni mese ci sono riviste che mettono queste copertine, proprio oggi ho sottomano il win magazine di luglio (fate una ricerca su google). qua da noi nessuno se ne interessa.
peronedj01 Luglio 2015, 10:02 #5
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
è pure poco come multa, io avrei visto la vendita di quel numero e chiesto una multa pari a una buona percentuale dei guadagni


Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
La corte di Nanterre ha infatti emesso una multa di 10.000 € alla rivista francese, sostanzialmente il ricavo che l'editore ha ottenuto con la vendita del numero in cui è apparso l'articolo.


bio.hazard01 Luglio 2015, 10:03 #6
qui da noi basta scrivere che "le informazioni sono fornite solo a fine di studio/informazione, perchè il donwload di contenuti protetti da diritto d'autore senza averne titolo è illegale" e si scansano cause e denunce.

non so dire, però, se una paraculata simile valga anche nel diritto francese...
cronos199001 Luglio 2015, 10:12 #7
Originariamente inviato da: bio.hazard
qui da noi basta scrivere che "le informazioni sono fornite solo a fine di studio/informazione, perchè il donwload di contenuti protetti da diritto d'autore senza averne titolo è illegale" e si scansano cause e denunce.

non so dire, però, se una paraculata simile valga anche nel diritto francese...
Burocrazia e giurisprudenza si basano su paraculate di questo tipo, per cui...

Va detto che per fare paragoni sarebbe giusto fare un confronto accurato: se gli estratti riportati nell'articolo sono corretti ed il tono di quello che hanno scritto è su quel livello, trovo ben poco difendibile la rivista francese perchè non ho mai letto cose a questi livelli. Anche su pubblicazioni italiane che riguardano la pirateria, con o senza la scritta "le informazioni sono fornite bla bla bla..."
demon7701 Luglio 2015, 10:14 #8
Originariamente inviato da: iorfader
beh però anche in italia negli anni ho visto riviste con quella roba dentro, non che servisse a gente come noi, ma a quei utonni che ci sono un pò ovunque sì


THIS.

Se a me o a voi serve qualcosa di "sommerso" ci si documenta un attimo in rete, si passa magari da qualche forum e con le giuste cautele si ottiene il risultato evitando trappole e trabocchetti.

Il tonno legge sulla rivista in bella mostra in edicola, tenta di fare cio che ha letto e nel farlo si impesta di ogni genere di crapware, adware, malaware possibilie ed immaginabile cascando in tutti i trucchetti di basso livello dei siti farlocchi
Rommie01 Luglio 2015, 10:14 #9
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
è pure poco come multa, io avrei visto la vendita di quel numero e chiesto una multa pari a una buona percentuale dei guadagni


Dall'articolo: " sostanzialmente il ricavo che l'editore ha ottenuto con la vendita del numero in cui è apparso l'articolo. "
bobafetthotmail01 Luglio 2015, 10:46 #10
Originariamente inviato da: Rommie
Dall'articolo: " sostanzialmente il ricavo che l'editore ha ottenuto con la vendita del numero in cui è apparso l'articolo. "
Quindi fondamentalmente è una guerra tra poveri.
Se provavano anche solo a pensare di rompere le balle ad una rivista grossa tipo ad esempio il gruppo del quale fa parte anche HWupgrade o tipo la repubblica/l'espresso vedi come gli facevano passare la voglia.

Il tonno legge sulla rivista in bella mostra in edicola, tenta di fare cio che ha letto e nel farlo si impesta di ogni genere di crapware, adware, malaware possibilie ed immaginabile cascando in tutti i trucchetti di basso livello dei siti farlocchi
Il contrario. Per il tonno è meglio informarsi in edicola, intanto se va in edicola è improbabile che sia una cosa che raccomanda i soliti sospetti che ti fanno scaricare le cose tramite il loro [S]malware[/S] downloader tipo Softonic (una a caso eh), poi il tenore del 99% degli articoli cartacei è quello adatto al suo livello di comprensione.

Ad esempio HiTest (la rivista orientata alla tecnologia fatta da Altroconsumo) è abbastanza scandalosamente orientata al tonno in tutte le guide e consigli (sono quasi tutte cose che uno qualsiasi che posta qui potrebbe fare senza leggere nulla), ma in genere sono cose sensate ed educano un pò le masse.
A parte quando parlano di linux, ma essendo per tonni non ha molta importanza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^