Apple MacBook, bellissimo con qualche dubbio - analisi a freddo

Apple MacBook, bellissimo con qualche dubbio - analisi a freddo

Nel corso del keynote Apple tenutosi ieri sera ha fatto il suo debutto il nuovo MacBook, gioiello della tecnica che andremo ad analizzare meglio ora, senza dimenticarci ovviamente di soffermarci su alcune scelte che sembrano azzardate

di pubblicata il , alle 12:50 nel canale Apple
AppleMacBook
 

Il nuovo MacBook, diciamolo, ha subito conquistato il cuore di molti appassionati (non solo di casa Apple), grazie ad un design davvero accattivante e a scelte stilistiche di grande classe, non ultime le colorazioni. Il peso è di soli 0,92Kg, con uno spessore massimo di 13,1 millimetri. Ora un rapido riassunto delle caratteristiche tecniche, mentre in un secondo tempo ci soffermeremo su alcune riflessioni.

Le colorazioni disponibili sono gold, silver (quella classica dei prodotti Apple in alluminio) e space grey (un grigio più scuro), con chassis di tipo unibody in alluminio completamente riprogettato. A onor del vero è anche fuori luogo parlare di riprogettazione, in quanto MacBook non sostituisce un prodotto già in listino (ma su questo argomento torniamo dopo...), ma costituisce una nuova linea di prodotti in casa Apple (scomparsa da qualche anno). A proposito di scomparsa: sparisce con MacBook la mela illuminata sul retro dello schermo, lasciando il posto a una mela con finitura lucida.

Cuore pulsante di MacBook è la nuova famiglia di processori Intel Core M (M-5Y70 o M-5Y71), pensati per consumare davvero poco (TDP 5W), tanto da permettere di realizzare un sistema completamente senza ventole a tutto vantaggio della rumorosità di esercizio e della maggiore facilità nel realizzare un prodotto dalle dimensioni davvero ridotte. La scheda madre ha dimensioni totali inferiori del 67% rispetto a quella di MacBook Air. Inedito è anche lo schermo, un 12 pollici di tipo Retina con una risoluzione di ben 2304x1440 pixel, messi a disposizione da un pannello dallo spessore di soli 0,88 millimetri. Anche la batteria è ora costruita in maniera differente: non un blocco unico ma a superfici sfalsate, per ottimizzare al massimo gli spazi.

Nemmeno tastiera e touchpad sfuggono alla foga di innovazione da parte di Apple; i tasti vantano ora una meccanica a forma di farfalla al posto di quella a forbice tradizionale (i tasti hanno meno corsa e sono più bassi), mentre il touchpad si arricchisce di Force Touch e Taptic Engine. Force Touch testimonia l'adozione di sensori di pressione che rilevano il clic in qualsiasi punto della superficie, "alzando" leggermente il touchpad stesso, mentre il Taptic Engine è di fatto una microvibrazione che conferma la pressione. Apple dichiara come queste tecnologie potranno portare a una nuova serie di gesture oltre a quelle già note. Anche la retroilluminazione è stata rivista: sotto ogni tasto ora c'è un led dedicato e non più una striscia continua.

USB-C

Chiudiamo con una delle scelte più controverse, ovvero quella dell'integrazione di una sola porta di connessione, nuova di zecca, che va sotto il nome di USB-C. Attualmente nulla si può connettere senza un connettore dedicato o docks venduti da Apple (qui la lista). Sulla carta USB-C ci viene venduta come una meraviglia della tecnologia, ma sappiamo che Apple è bravissima a comunicare qualsiasi cosa: "permette di ricaricare e di collegare dispositivi e periferiche per trasferire dati alla velocità dell’USB 3; ma funziona anche come uscita video HDMI, VGA e Mini DisplayPort".

Vero, ma si deve acquistare a caro prezzo il cavo adatto: da USB-C a USB 3 siamo a 19,00 Euro, e può anche andare, ma se si opta per un più versatile USB-C -> USB3/HDMI si sale a 89,00 Euro. Analizzando i commenti che fluiscono a milioni sulle pagine di tutte le testate tecnologiche del globo emergono anche perplessità sul potenziale elaborativo delle soluzioni Intel Core M, che ovviamente non sono a livello dei processori Core che consumano sì di più, ma prestazionalmente sono superiori senza se e senza ma.

Sono in molti a chiedersi anche che fine farà Apple MacBook Air, essendo MacBook di fatto ancora più trasportabile e moderno. Rimane aperta la questione prezzi, anche considerando che MacBook Air non ha ricevuto l'aggiornamento del pannello standard in favore del Retina. Insomma, ci si può leggere qualcosa come una versione economica (ovviamente con riferimenti Apple) di ultraportatile. Detto in parole più semplici: MacBook è la nuova punta di diamante degli ultraportatili Apple, se volete spendere meno per un computer molto trasportabile di casa Apple allora pensate a un MacBook Air (prezzi da 1029,00 Euro a 1379,00 Euro, e vedremo fra poco che il miglior MacBook Air sul mercato costa meno del MacBook base).

Non mancano le critiche riguardanti la possibilità di espandere MacBook, dove tutto è saldato (processore, memoria e anche SSD), ma ad onor del vero sono critiche che possono risultare sensate su prodotti meno estremi a livello di design come i MacBook Pro, non certo su questo dove tutto è portato al limite. Disponibili dal 10 aprile in due versioni, che riassumiamo in una tabella.

 

MacBook

Peso 920 grammi
Dimensioni 28,05 x 19,65 x 1,31cm
CPU Intel Core M M-5Y70 (1,1GHz) o M-5Y71 (1,2GHz)
Frequenza Turbo 2,9 GHz
GPU Intel Graphics 5300
RAM 8GB 1600MHz LPDDR3
Storage SSD, 128GB oppure 256GB
Display 12 pollici Retina 2304x1440 pixel IPS LCD
Porte USB-C

Prezzi: la versione base, per così dire, costerà 1499,00 Euro, passando a 1829,00 Euro per avere il processore più potente e il Solid State Drive da 256GB. L'IVA c'è, i cavi adattatori USB-C sono invece da aggiungere.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

203 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ThesSteve8710 Marzo 2015, 12:57 #1
Secondo me è una specie di prototipo per fare un test su larga scala, ci sono troppe novità "strane": una unica usb che tra l'altro sostituisce anche la solita thunderbolt, un nuovo tipo di processori che sta ancora debuttando, nuovo touchpad e nuova tastiera.

(il prezzo degli adattatori ufficiali è tutto da ridere sono cento euro da aggiungere al prezzo del notebook)
demon7710 Marzo 2015, 13:01 #2
Una sola porta usb all iclusive?? Ma lol.
san80d10 Marzo 2015, 13:04 #3
vedremo, sembra che abbia fatto il passo più lungo della gamba
s0nnyd3marco10 Marzo 2015, 13:06 #4
Ma quello sul lato destro non e' il connettore audio?
Aenil10 Marzo 2015, 13:06 #5
Ma che analisi fate? Per un prodotto del genere il problema più grande è la mela che non si illumina, grave lacuna che risolveranno col prossimo modello. Meno male che c'è coloro oro...

@sonny si esatto la ricarica avviene sempre da quel nuovo connettore USB
MacLinuxWinUser10 Marzo 2015, 13:08 #6

Il fatto che si chiami MACBOOK, e sia più piccolo di un air porta a questa
considerazione, chiameranno i futuri MAC BOOK AIR -> MAC BOOK PRO AIR ???

OPPURE, cosa ancora più grave, stanno testando il mercato per dei computer con cpu ARM, intanto la maggior parte degli utenti non ha bisogno di quella potenza?

Perché diciamocelo, noi siamo una esigua minoranza.

Da OSX 10.8 in poi ho visto un sacco di servizi apple, tramite l'amato little snitch, cercare di colloquiare con server esterni.
Immagino che abbiano studiato come uno utilizza i loro computer.
Forse è davvero un spreco dare a tutti un i5 per Facebook e poco altro.
Idem il discorso delle porte, purtroppo manca da parte nostra una seria indagine su quanto davvero usiamo tutto quello che in potenza potremmo impiegare,
per esempio se in un mese il nostro portatile fosse acceso 100 ore, quante ore di queste sarebbero con 1,2,3 periferiche usb collegate ?
Forse han visto che il numero di ore/periferica è talmente basso da giustificare una situazione così.

Il mio terrore è che abbandonino il mercato degli utenti professionali a favore di chi non rinuncia ad un portatile color champagne, che loro chiamano oro per motivi di marketing.

Infine il fatto che abbia un connettore di alimentazione che non è proprietario e che anzi è uno standard non lo avete notato ??? Sembra un iPad con tastiera....
Siete sempre a dire che APPLE usa standard suoi e stavolta non lo notate ?

Forse un giorno i processori arm potranno avere prestazioni paragonabili ad un Core M ? Forse perché Apple, a dispetto di Microsoft, da 30 anni convive con prodotti con più tipologie di cpu ? 68k / PPC e poi PPC / X86 ????
(ossia fare quanto oggi Windows 10 propone ???)

Forse Apple oggi ha presentato un iPad con tastiera e lo ha chiamato MacBook, forse permetterà a pochi eletti di farvi girare sopra iOs per vedere, citando Jannacci, "...l'effetto che fa..."

Magari OSX 11 oppure il nuovo OS unificherà i due mondi, ossia gli attuali OSX ed iOS, in uno. Quindi questo portatile è il primo step verso la sua unificazione
SpyroTSK10 Marzo 2015, 13:10 #7
Cioè compro un portatile da 1500€ e non mi danno un cavo USB da 19€? (che poi, parliamone, 19€? O.O )
ziozetti10 Marzo 2015, 13:11 #8
Molto bello, veramente bellissimo ma:
- il processore non è un po' limitato?
- visto il prezzo, non potevano almeno fornire il cavo con le connessioni base?
^Alex^10 Marzo 2015, 13:13 #9
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Ma quello sul lato destro non e' il connettore audio?


Effettivamente ne abbiamo ampiamente discusso per tutta la mattina, sembrerebbe che c'è un solo cavo che funge da ricarica e permette di collegare le periferiche.

Originariamente inviato da: Aenil

@sonny si esatto la ricarica avviene sempre da quel nuovo connettore USB


Quindi l'articolo è palesemente sbagliato.....
s0nnyd3marco10 Marzo 2015, 13:14 #10
Originariamente inviato da: Aenil
Ma che analisi fate? Per un prodotto del genere il problema più grande è la mela che non si illumina, grave lacuna che risolveranno col prossimo modello. Meno male che c'è coloro oro...

@sonny si esatto la ricarica avviene sempre da quel nuovo connettore USB


OK, non mi tornava => redazione correggete per favore

IMHO, dopo aver visto il nuovo mac pro, questo nuovo macbook e l'apple watch, ho capito che ad apple non gli frega piu' nulla del mercato professionale, e punta solo al consumer di lusso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^