Apple in direzione di un visore per Mixed Reality? Forse, ma ad un prezzo faraonico...

Apple in direzione di un visore per Mixed Reality? Forse, ma ad un prezzo faraonico...

La Mela starebbe lavorando ad un visore MR con caratteristiche tecniche di rilievo, così come un prezzo tutt'altro che popolare. Ma il progetto è complesso e potrebbe anche non vedere mai il mercato

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Apple
Apple
 

Emergono nuove indiscrezioni sull'aspetto, le caratteristiche e le funzionalità di ciò che potrebbe essere il visore mixed-reality di Apple, che combinerà cioè esperienze di realtà virtuale e realtà aumentata e potrebbe arrivare sul mercato nel corso del prossimo anno a prezzi tutt'altro che popolari.

Le informazioni sono state divulgate da The Information, che cita una fonte ovviamente anonima ma che avrebbe diretta conoscenza dell'argomento. Il visore avrebbe l'aspetto di una sorta di maschera da sci da indossare tramite una fascia regolabile ed una membrana morbida da appoggiare al volto. Secondo quanto si apprende è possibile che il particolare dispositivo integri numerosi sensori per il rilevamento dello sguardo e dei movimenti delle mani. Si parla poi addirittura di display 8K ad altissima definizione che contribuirebbero a ricreare una visione la più realistica possibile.


Un bozzetto del possibile visore MR di Apple come immaginato da The Information

Gli ambiti di impiego potrebbero essere quelli dell'intrattenimento e della formazione/istruzione. Il dispositivo mira a ricreare la visione di un ambiente virtuale, alla pari di soluzioni quali Oculus Quest, con la possibilità di mostrare anche una parte del mondo circostante l'utente per creare appunto un'esperienza di realtà mista. La particolare conformazione del visore, se fosse quella tratteggiata da The Information, avrebbe però anche l'effetto collaterale di impedire la visione periferica all'utilizzatore.

Non solo schermi 8K, anche LiDAR e audio spaziale nel visore MR di Apple

E' inoltre possibile che la gestione dei comandi non sia limitata solamente al tracciamento di sguardo e mani, poiché Apple starebbe sviluppando e valutando anche altre strade come ad esempio altri elementi indossabili sulle mani (anelli, ditali o guanti) per consentire un controllo più accurato. Si parla poi di tecnologia LiDAR e di tecnologie di audio spaziale come quelle integrate in AirPods Max e AirPods Pro.

Il dispositivo avrà a bordo tutte le risorse necessarie per la gestione delle esperienze di realtà mista, vale a dire che il calcolo ed il rendering di scene virtuali non sarà delegato a dispositivi esterni. Non è ovviamente chiaro quale possa essere il chip o i chip che verranno scelti, ma The Information fa cenno anche a meccanismi capaci di abbassare la qualità di rendering di zone periferiche dell'immagine, dove non si concentra al momento lo sguardo dell'utente, così da risparmiare energia e batteria. Quest'ultima potrebbe essere ampliata usando una fascia differente in grado di integrare accumulatori di maggior capienza.

In arrivo il prossimo anno ad un prezzo da capogiro?

L'arrivo sul mercato è ipotizzato per il 2022, e secondo le indiscrezioni attualmente in circolazione la Mela avrebbe già contattato Pegatron per ciò che concerne l'assemblaggio e la produzione. Si parla di un prezzo di vendita nell'ordine di grandezza dei 3000 dollari, il che lo renderebbe un dispositivo decisamente non alla portata di tutti. E' però possibile che a fronte della complessità del progetto e del suo costo, che rappresenta un ostacolo non indifferente alla commercializzazione, il dispositivo potrebbe anche non vedere mai la luce. In ogni caso Apple avrebbe cautelativamente fissato le previsioni di vendita nel primo anno di disponibilità a 250 mila unità, proprio per via del prezzo elevato.

Si tratta di informazioni - che vanno comunque considerate per quel che sono: speculazioni più o meno fondate - che vanno ad aggiungersi, espandendo e in qualche modo confermando, quelle già gircolate qualche settimana fa e di cui vi abbiamo parlato nella notizia Apple, un caschetto VR per il 2020? Costoso e a bassa tiratura. In questo caso, però, sembra piuttosto chiaro che la Mela stia puntando più convintamente in direzione di una soluzione di realtà mista e non di realtà virtuale.

Il dispositivo a realtà mista sarebbe comunque un prodotto diverso dai fantomatici "Apple Glass", che dovrebbero essere l'interpretazione della Mela del concetto di realtà aumentata e che dovrebbero avere l'aspetto più simile ad occhiali tradizionali, con lo scopo di essere usati nel quotidiano e come espansione delle capacità, funzioni ed esperienze di iPhone. In questo caso però la strada sembra disseminata di ostacoli tecnologici, rappresentati dalle varie difficoltà di accorpare in un dispositivo con il form factor di un paio di occhiali tutte le tencologie necessarie alla realizzazione di esperienze AR convincenti. Per quanto riguarda gli Apple Glass si parla di un debutto nel 2023, ma ovviamente si tratta di piani estremamente suscettibili a variazioni.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw04 Febbraio 2021, 19:30 #1
Se il target nello sviluppo hw e software è quello, significa che la componentistica sarà di alto livello, e non pattume da mettere per giocare a Clash of clans in 3D. Probabilmente, sempre considerando che sono rumors, potrebbe competere nel segmento industrial insieme ad Hololens che parte da 3.500$.
al13504 Febbraio 2021, 20:10 #2
tanta carne al fuoco per il mercato ar/vr
saranno anni di innovazioni
giovanni6904 Febbraio 2021, 20:43 #3
Originariamente inviato da: dwfgerw
Se il target nello sviluppo hw e software è quello, significa che la componentistica sarà di alto livello, e non pattume da mettere per giocare a Clash of clans in 3D. Probabilmente, sempre considerando che sono rumors, potrebbe competere nel segmento industrial insieme ad Hololens che parte da 3.500$.


demon7704 Febbraio 2021, 23:04 #4
Va beh, non sto a preoccuparmi più di tanto.
Sono tecnologie nuovissime, è più che normale che tra ricerca, sviluppo (fallimenti inclusi) e hardware di alto livello i primi modelli che arriveranno sul mercato avranno prezzi esagerati..

Se la cosa funziona allora si andrà avanti e nel giro di pochi anni si avranno visori AR con prezzi accessibili. Un percorso già battuto dai visori VR che adesso finalemente cominciano ad avere prestazioni soddisfacenti a fronte di prezzi accessibili.
Gringo [ITF]05 Febbraio 2021, 08:21 #5
Considerando che è un prodotto apple il prezzo anzi è più che vantaggioso, leggendo le pre-caratteristiche.
dontbeevil05 Febbraio 2021, 09:43 #6
eh ma gli hololens sono cari
marconwps05 Febbraio 2021, 17:14 #7

VR accessibile

Buongiorno vorrei far presente che la VR a basso costo ma di qualita' esiste gia' e si chiama Quest2 di certo per 350€ non ci puoi mettere il lidar ma il piccolino di casa oculus/facebook ha molto da dire . Dateci un occhio e passate su VRitalia per maggior info. Saluti nuovi virtuosi!!
demon7705 Febbraio 2021, 17:17 #8
Originariamente inviato da: marconwps
Buongiorno vorrei far presente che la VR a basso costo ma di qualita' esiste gia' e si chiama Quest2 di certo per 350€ non ci puoi mettere il lidar ma il piccolino di casa oculus/facebook ha molto da dire . Dateci un occhio e passate su VRitalia per maggior info. Saluti nuovi virtuosi!!


Confermo da recente possessore che il quest 2 è una figata.
Per 350 euro è veramente una cannonata.

Tuttavia stai parlando di un visore VR.
La realtà aumentata è comunque una cosa diversa con peculiarità hardware differenti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^