Apple a quota 700 miliardi di dollari: da sola vale più di Piazza Affari

Apple a quota 700 miliardi di dollari: da sola vale più di Piazza Affari

Con un valore di capitalizzazione di mercato pari a 700 miliardi di dollari, Apple vale più dell'intera Borsa di Milano. Ad oggi però le azioni di Cupertino sono al ribasso

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Apple
Apple
 

Il gigante di Cupertino matura un nuovo record per quanto riguarda il valore di capitalizzazione di mercato, superando martedì i 700 miliardi di dollari. L'avvenimento è stato registrato in seguito all'impennata del titolo azionario in novembre, che ha permesso di abbattere la soglia di 658 miliardi di dollari, il valore più alto dal mese di settembre del 2012.

Con un valore di 120 dollari per azione, Apple si è fermata ad una capitalizzazione di mercato di 702 miliardi di dollari, valore mai raggiunto precedentemente dalla società. Al momento in cui scriviamo, le azioni del colosso di Cupertino si attestano intorno al valore di 118$ con una capitalizzazione di mercato di circa 690 miliardi di dollari. In paragone, gli altri colossi tecnologici fanno registrare risultati sensibilmente più bassi.

Microsoft si gioca ultimamente la seconda posizione a Wall Street con Exxon Mobil, con un valore di capitalizzazione di circa 390/400 miliardi di dollari, mentre Google è poco distante con una capitalizzazione di mercato di 367 miliardi. Parecchio dietro gli altri competitor, fra cui Amazon (155 miliardi), IBM (161 miliardi) ed Hewlett-Packard (71 miliardi). In paragone, anche la nostra Piazza Affari per intero sbianca al confronto.

Apple valeva martedì 564 miliardi di euro, valore che supera abbondantemente i nemmeno 500 miliardi della capitalizzazione del FTSE Mib All Share. È curioso notare che con il suo valore di capitalizzazione di mercato, Apple potrebbe risanare quasi un terzo del debito pubblico italiano. L'impennata del valore delle azioni dell'ultimo mese è dovuta principalmente ad una maggiore fiducia degli investitori nei confronti dell'operato della società.

Apple ha rilasciato due attesissimi modelli di iPhone con display più grande, che hanno incontrato una caldissima accoglienza da parte del pubblico. Durante la chiamata agli investitori, Tim Cook ha delineato un periodo particolarmente fervido per le divisioni smartphone e Mac, con in previsione un prossimo trimestre ancora più roseo. Gli analisti prevedono vendite per oltre 70 milioni di iPhone nel trimestre delle vacanze natalizie, e restiamo in attesa del debutto del nuovo Apple Watch.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

46 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
san80d26 Novembre 2014, 16:37 #1
questo più che la forza di apple denota la totale debolezza della nostra borsa
Eress26 Novembre 2014, 16:51 #2
Ormai economicamente l'Italia è una delle ultime ruote del carro mondiali e questo a prescindere dalla borsa.
Phantom II26 Novembre 2014, 16:55 #3
Originariamente inviato da: san80d
questo più che la forza di apple denota la totale debolezza della nostra borsa

Per me denota più che altro l'assurdità del sistema finanziario, che vive di speculazioni e "bolle".
pabloski26 Novembre 2014, 17:00 #4
Originariamente inviato da: san80d
questo più che la forza di apple denota la totale debolezza della nostra borsa


Nah, denota solo la maggiore capacità degli americani di truccare i conti.

Fatti un giro su Zerohedge, capirai cosa intendo
Capozz26 Novembre 2014, 17:03 #5
Originariamente inviato da: Phantom II
Per me denota più che altro l'assurdità del sistema finanziario, che vive di speculazioni e "bolle".


Verissimo.
St1ll_4liv326 Novembre 2014, 18:24 #6
Originariamente inviato da: Phantom II
Per me denota più che altro l'assurdità del sistema finanziario, che vive di speculazioni e "bolle".


Beh, le bolle esistono anche nell'economia reale. Pensa alle mode: prodotti che per un certo periodo vanno tantissimo, vendendo tanto, e poi all'improvviso...addio! In finanza questo fenomeno è solo più facilmente visibile.
Andala26 Novembre 2014, 20:37 #7
Segno di quanto il sistema sia lontano dalla realtà e di un prossimo collasso dello stesso. Alla fine, temo che non vi sarà alcun tonfo, ma il bagliore di tante stelle che in un istante si porteranno via tutta la tracotanza umana...

... e dopo solo il silenzio assordante per i pochi sfortunati che resteranno.
Avatar026 Novembre 2014, 21:34 #8
Quando cancelleranno il [S]gioco d' azzardo[/S], la "finanza" dalla faccia della terra, la società (non le s.p.a. ) compirà un bel passo in avanti nella giusta direzione
amd-novello26 Novembre 2014, 21:45 #9
Eppure anche qui dentro c'è qualcuno che associa la presenza della finanza in un paese con la sua ricchezza. Senza di essa non si è ricchi?

È vero?
san80d26 Novembre 2014, 21:50 #10
Originariamente inviato da: Avatar0
Quando cancelleranno il [S]gioco d' azzardo[/S], la "finanza" dalla faccia della terra, la società (non le s.p.a. ) compirà un bel passo in avanti nella giusta direzione


spero di no, altrimenti rimarrei disoccupato

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^