Toshiba Easyguard: sicurezza e affidabilità sul portatile

Toshiba Easyguard: sicurezza e affidabilità sul portatile

Toshiba ha sviluppato una serie di tecnologie denominate Easyguard il cui scopo è rendere sicuro e affidabile il proprio notebook, ma al tempo stesso facile e immadiata la configurazione. Abbiamo provato questi componenti su un Tecra S3, la serie top del catalogo

di pubblicato il nel canale Portatili
Toshiba
 

Descrizione - Tecra S3

Il Tecra S3 di Toshiba è un prodotto rivolto alla clientela professionale: al bando quindi fronzoli multimediali o design appariscente e particolare.
L'aspetto esteriore comunica resistenza meccanica e sobrietà, un design lineare e privo di elementi curvi. Come vedremo nelle successive pagine questo stile sobrio e per certi versi austero è stato imposto dall'implementazione di alcune caratteristiche EasyGuard incentrate sulla resistenza meccanica e robustezza del dispositivo.

Toshiba ha scelto di utilizzare dispay TFT con tecnologia standard per tutta la propria gamma di notebook professionali, quindi nessuna tecnologia TrueBrite per questo Tecra S3. Secondo il produttore l'adozione di pannelli ad elevata luminosità si rivela scomoda per lunghe sessioni di lavoro, mentre sarebbe più riposante l'utilizzo di soluzioni tradizionali.
Anche per il formato è stato scelto un pannello con diagonale da 15" con rapporto 4:3, lasciando i formati wide screen ad altre fasce di prodotto più orientate al multimedia. L'adozione di questo formato aiuta inoltre a contenere le dimensioni e il peso del prodotto.

La tastiera ha un tocco morbido e preciso, nessuna flessione nella parte centrale e le dimensioni dei tasti principali sono standard. Attraverso la pressione combinata del tasto Fn con alcuni pulsanti si avvia la procedura di Hybernate, di standby o, in alternativa varie opzioni di zoom che permettono di variare la risoluzione del display.

Il dispositivo di puntamento è doppio e prevede sia un touchpad sia un trackpoint, in tal modo anche i pochi utenti che preferiscono la seconda alternativa potranno agevolmente lavorare sul Tecra S3. Sono assenti i tasti dedicati per lo scroll che vengono sostituiti da un'apposita fascia del touchpad.

Sulla destra del sistema di puntamento è collocato il finger print, in una posizione erognomicamente ben studiata. Attraverso questo dispositivo si ha la possibilità di utilizzare il cosiddetto "single sign on", ovvero con il corretto riconoscimento delle impronte digitali l'utente viene autenticato e può accedere al sistema, alle risorse ed alle applicazioni senza la necessità di reinserire le password.

Poco a sinistra della tastiera è collocato un tasto che permette di inviare il segnale video a un video proiettore o a un secondo monitor, questa funzionalità è configurabile attraverso un'apposita utility.

L'accesso al tool Toshiba Assist può essere effettuato anche da un tasto dedicato che permette di accedere alle utility di configurazione, ottimizzazione e ripristino del sistema.
Toshiba Assist permette di impostare anche le policy di accesso al sistema, definendo password utente, password superuser ed eventuali criteri nell'utilizzo delle stesse.

Poco distante dalle due robuste cerniere del display sono collocati due altoparlanti; anche in questo caso Toshiba ha scelto una soluzione tradizionale senza scomodare le tecnologie Harman Kardon poichè l'utente al quale questo notebook è indirizzato non è alla ricerca di prestazioni multimediali. La qualità di riproduzione è comunque nella media, con il caratteristico taglio delle frequenze più basse dovuto alle ridotte dimensioni degli altoparlanti.

Il lato sinistro accoglie le uscite video VGA ed S-Video, oltre a 2 slot PCMCIA e un card reader per supporti SD Card. Quest'ultimo dispositivo, oltre al consueto utilizzo come dispositivo di memorizzazione, viene utilizzato sul Toshiba S3 per alcune funzionalità di sicurezza in abbinamento al chip TPM onboard, ma anche per effettuare un boot da una versione linux embedded allo scopo di recuperare dati su un sistema compromesso.
Queste due opzioni fanno parte delle EasyGuard di cui parleremo tra poco.

Da una griglia di dimensioni generose fuoriesce il flusso di aria utilizzato per il raffreddamento della cpu e della componentistica interna, mentre poco distante è collocato il dispositivo Kensignton e il connettore RJ per la scheda Ethernet Gigabit.

Nel mezzo del frontale è stato realizzato un unico pannello, il solo componente lucido del Tecra S3, che accoglie uno switch per le opzioni wireless, il connettore i.LINK, i connettori audio con controllo del volume a potenziometro e, in una posizione non particolarmente comoda, il microfono.

Il lato destro è dominato dal bay estraibile che al momento dell'acquisto viene occupato da un'unità ottica di tipo DVD DL Super Multi; sostituendo tale dispositivo con un hard disk sarà possibile sfruttare le funzionalità RAID 1 messe a disposizione dal controller storage integrato on board. In questo caso, l'unità ottica dovrà necessariamente essere di tipo esterno, collegata via porta USB al notebook

Per il collegamento di eventuali periferiche aggiuntive sono disponibili 3 porte USB 2.0, ma anche una porta seriale ed una parallela, dispositivi che in particolari ambiti sono ancora strategici per la scelta di un portatile.

 
^