Chrome riconoscerà presto i tasti download falsi e ingannevoli

Chrome riconoscerà presto i tasti download falsi e ingannevoli

Una novità nella funzione Safe Browsing permetterà al browser di Google di riconoscere contenuti ingannevoli all'interno delle pagine web

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:41 nel canale Web
Google
 

Google ha annunciato che sta provvedendo a rendere l'esperienza d'uso sul web più sicura e "meno ingannevole". Attraverso un nuovo post sul blog ufficiale scopriamo che la società sta introducendo una nuova funzionalità su Chrome che permette di individuare, attraverso l'opzione Safe Browsing, quei siti web che utilizzano "tasti download ingannevoli", o altri banner pubblicitari che spingono a compiere un'azione che non era quella attesa dallo stesso utente.

Tasti falsi, social engineering
Questi tasti sono falsi, non cliccateli!

Con le nuove modifiche annunciate dalla società, la funzione Safe Browsing sarà in grado di analizzare i contenuti integrati nella pagina che cercano di compiere una delle seguenti azioni:

  • Far finta di agire o sembrare come se fossero un'entità attendibile, come ad esempio messaggi provenienti dal dispositivo, dal browser in uso, o dal sito stesso.
  • Cercare di ingannare l'utente spingendolo a compiere un'azione che di fatto si compirebbe solo nei confronti di un'ente fidato, come la condivisione di una password o la chiamata ad un supporto tecnico.

Safe Browsing è attivo di default sul browser di Google e le novità si agganciano all'ultimo aggiornamento sensibile che era stato pubblicato durante lo scorso mese di novembre, il quale si introduceva opzioni simili nei confronti del cosiddetto "social engineering". Con il nuovo update quando l'utente effettuerà l'accesso ad un sito web che contiene questi elementi considerati ingannevoli verrà accolto da un messaggio a pieno schermo che lo avvisa della possibilità di incorrere in contenuti fraudolenti.

Contenuto ingannevole su Chrome, messaggio d'avviso

Google dichiarava a novembre guerra aperta contro quello che definisce "social engineering". La società reitera la volontà di voler scontrarsi contro questo fenomeno con novità ancora più specifiche, nel tentativo di rendere il web un luogo più sicuro per gli utenti meno navigati: "La nostra battaglia contro il software non desiderato e il social engineering è solo agli inizi", Ha scritto Lucas Ballard del Safe Browsing Team di Google. "Continueremo a migliorare la protezione Safe Browsing per aiutare sempre più persone a navigare in maniera sicura".

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123404 Febbraio 2016, 09:46 #1
Comodissimo!!

In certi siti c'è veramente un labirinto di pulsanti "download"
Axios200604 Febbraio 2016, 09:53 #2
Per non parlare delle finte frecce per proseguire negli articoli.... e la vera freccia, serve il microscopio per trovarla.

Il grttesco e' che spesso i siti che lagnano che senza pubblicita' non vivrebbero sono anche quelli che cercano i metodi piu' subdoli per racimolare un click o 2....
MiKeLezZ04 Febbraio 2016, 10:04 #3
Originariamente inviato da: roccia1234
Comodissimo!!

In certi siti c'è veramente un labirinto di pulsanti "download"
sì, nei siti warez...
Avatar004 Febbraio 2016, 10:11 #4
Originariamente inviato da: roccia1234
Comodissimo!!

In certi siti c'è veramente un labirinto di pulsanti "download"


Ah beh, proprio utilissimo. Anziché non visualizzare i tasti fake, viene bloccato l' accesso all' intero sito.
Io non ho mai cliccato su pulsanti fake anche quando le pagine ne erano zeppe, basta un po' di cervello.
Rubberick04 Febbraio 2016, 10:17 #5
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
sì, nei siti warez...


mah nemmeno, anche nei siti di dubbia natura, generalmente con un adblock vengono tranciati tutti ma cmq quello che sta succedendo oggi giorno con la questione delle pubblicità ha del grottesco

i browser di base dovrebbero montare plugin block, jsblock e adblock per le cose troppo invasive

cmq ci armiamo di plugins
roccia123404 Febbraio 2016, 10:41 #6
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
sì, nei siti warez...


Non solo, per favore non scadiamo nel banale...

Originariamente inviato da: Avatar0
Ah beh, proprio utilissimo. Anziché non visualizzare i tasti fake, viene bloccato l' accesso all' intero sito.
Io non ho mai cliccato su pulsanti fake anche quando le pagine ne erano zeppe, basta un po' di cervello.


Si, io e te ci arriviamo.

La pletora di amici imbranati invece rompe le scatole perchè non riesce a capire perchè non parta il download.
Gabro_8204 Febbraio 2016, 10:43 #7
Originariamente inviato da: Avatar0
Ah beh, proprio utilissimo. Anziché non visualizzare i tasti fake, viene bloccato l' accesso all' intero sito.
Io non ho mai cliccato su pulsanti fake anche quando le pagine ne erano zeppe, basta un po' di cervello.


Vero, stessa cosa anche per me!
emiliano8404 Febbraio 2016, 10:48 #8
ottimo che anche google ha iniziato a lavorarci dopo microsoft, per l'utonto medio e' una tragedia
demon7704 Febbraio 2016, 11:10 #9
Originariamente inviato da: roccia1234
Si, io e te ci arriviamo.

La pletora di amici imbranati invece rompe le scatole perchè non riesce a capire perchè non parta il download.


Come non quotare!!!
senza tirare in ballo warez di sorta, metti un utonto a scaricare il più banale dei programmi free e passando per uno di quei siti scaricherà ed installerà qualsiasi genere di fogna tranne il programma che cercava.
skirzo04 Febbraio 2016, 15:07 #10

Tornate a scuola

"sembrare come se fossero un'entità..." dai

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^