Windows 10 S è un approccio corretto, parola di Google

Windows 10 S è un approccio corretto, parola di Google

L'azienda americana trova conferma delle proprie scelte nel mondo educational, legate ai dispositivi Chromebook, proprio nelle scelte portate avanti da Microsoft con Windows 10 S e le soluzioni Surface Laptop

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:31 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoftSurfaceGoogleChromebook
 

Una delle principali caratteristiche alla base del sistema operativo Windows 10 S, che l'azienda americana ha introdotto ufficialmente la scorsa settimana presentando le soluzioni Surface Laptop, è quella di poter eseguire unicamente applicazioni che siano state scaricate dall'App store Microsoft.

surface_laptop_12.jpg

Questo approccio è decisamente positivo nell'ottica di Google, stando alle dichiarazioni fatte a Business Insider da Prabhakar Raghavan, Vice Presidente della G Suite, che trova in Windows 10 S e nella scelta di Microsoft una conferma delle decisioni portate avanti dalla stessa Google con i propri dispositivi per il mondo educational:

I'm happy to see a validation of the approach we've taken. What educational institutions have demanded is simplicity. It's a real test tube for all of us, whether it's Microsoft or any of us, right.

[...], these kids are really forerunners, the vanguards of human evolution, in some sense, and so it's great to see that some of the approaches we've taken, but I think the world is going to keep evolving and it's a scramble for us to keep up with what people are going to do.

E' quindi evidente come il sistema operativo Windows 10 S, accanto alle soluzioni Surface Laptop, rappresentino per Google una conferma esterna della bontà legata allo sviluppo di soluzioni quali quelle Chromebook. Sistemi semplici ma efficaci, rivolti al mondo dell'educazione, devono essere resi accessibili agli utenti a livello globale basandone il principio di funzionamento sempre più sulla connessione broadband alla rete. Questo approccio è ben evidente nelle proposte Chromebook ed è per un certo verso più mediato in Windows 10 S, per quanto in generale anche nel mondo Windows nel suo complesso la dipendenza dalla connettività web sia sempre più marcata.

acer_chromebook_600.jpg

In ogni caso Microsoft lascia aperta una opzione alternativa ai possessori di sistemi con OS Windows 10 S: quella di aggiornare il sistema operativo passando a Windows 10 Pro, gratuitamente fino alla fine del 2017 e in seguito pagando un costo di upgrade di 49 dollari.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
csavoi09 Maggio 2017, 10:44 #1
Le limitazioni imposte, dal mio punto di vista, sono veramente eccessive, ma soprattutto non giustificate (mi obblighi ad usare Edge quando magari è più sicuro un altro browser?!).

Unica nota positiva, magari comprando un hardware con Win10S posso, fino a fine anno, passare a Win10Pro senza spendere nulla in più.

A conti fatti può sembrare un altro modo con cui Microsoft offre il suo Win10 gratuitamente pur di aumentare la base installata.
marmotta8809 Maggio 2017, 10:51 #2
Sono curioso di sapere se hanno il bootloader blindato.
MiKeLezZ09 Maggio 2017, 11:12 #3
portatile con windows 10 s = windows 10 pro
a bomba così
LucaLindholm09 Maggio 2017, 11:20 #4
Originariamente inviato da: csavoi
Le limitazioni imposte, dal mio punto di vista, sono veramente eccessive, ma soprattutto non giustificate (mi obblighi ad usare Edge quando magari è più sicuro un altro browser?!).

Unica nota positiva, magari comprando un hardware con Win10S posso, fino a fine anno, passare a Win10Pro senza spendere nulla in più.

A conti fatti può sembrare un altro modo con cui Microsoft offre il suo Win10 gratuitamente pur di aumentare la base installata.


L'offerta di upgrade a Win 10 Pro vale per tutti gratis fino a fine anno, poi gratis per gli studenti e i possessori del Laptop e a 49$ per tutti gli altri.
Come detto sotto, è un sistema pensato per il Settore dell'Istruzione, non per gli utenti normali.

In realtà, MS ha preferito inserire Win 10 S nel suo laptop di punta per spingere le software house a rilasciare il proprio software (sia convertito tramite Centennial, sia UWP nativo) per il Win Store.

Originariamente inviato da: MiKeLezZ
portatile con windows 10 s = windows 10 pro
a bomba così


Il Surface Laptop è il reference design di un'intera gamma di portatili con Win 10 S dei partner OEM che parte da 189$, pensati appositamente per il settore dell'Istruzione.
Uno dei maggiori punti di forza di Win 10 S è la sua maggiore velocità rispetto a Win 10, la sua maggiore sicurezza e, soprattutto, il fatto che un nuovo dispositivo dotato di esso possa essere configurato all'istante con una chiavetta dotata delle impostazioni desiderate, permettendo così di poter configurare decine, se non centinaia, di computer per ragazzi in un batter d'occhio.

In quel settore, si desidera certamente mantenere Win 10 S, in modo anche da impedire che i bambini possano fare cose pericolose con il PC.
Catan09 Maggio 2017, 11:22 #5
non vedo il problema, i chromebook sono venduti a prezzi estremamente concorrenziali (negli usa ogni volta che vado sono sempre tentato da un'acer 13.3", 4gb di ram, atom 8200 mi pare, 64 gb mmc a 199$). proprio perchè hanno chromeos e botloader bloccato (quindi te li prendi con chrome os e ci metti solo roba playstore).

Questa è una mossa di ms per entrare nel segmento di questi device (quindi alta portabilità con soc intel "di base" con le prestazioni che sono quello che sono) e per mantere il prezzo basso (praticamente credo sia una licenza gratuita quella di win s che gli oem non pagano) e te lo tieni con edge e solo roba installabile da win store...è la stessa filosofia, quindi non è che google può denigrare la cosa, visto che il modello di businnes è quello.

Trovo invece non male la possibilità di upgradarlo a win pro e poi farci quello ad uno gli pare...se manterrano il prezzo come sopra con portatili da 11.6 o 13.3 sui 199$/€ e uno se lo compra prima della fine del 2017 ha praticamente un ottimo portatile entry level a prezzo scontato con w10 pro.

Se no si pagherà quei 49$ e via.

Ad esempio io un portatile del genere a poco , con sopra un win10 sbloccato, lo prenderei 1000 volte come portatile leggero per avere una produttività sempre con me in giro nello zaino che pesano poco (sopratutto se mi fanno un 11.6).
silvandrea09 Maggio 2017, 11:25 #6
Originariamente inviato da: csavoi
Le limitazioni imposte, dal mio punto di vista, sono veramente eccessive, ma soprattutto non giustificate (mi obblighi ad usare Edge quando magari è più sicuro un altro browser?!).

Unica nota positiva, magari comprando un hardware con Win10S posso, fino a fine anno, passare a Win10Pro senza spendere nulla in più.

A conti fatti può sembrare un altro modo con cui Microsoft offre il suo Win10 gratuitamente pur di aumentare la base installata.


qualsiasi produttore di browser può pubblicare il suo software sullo store... quindi il problema non si pone...
molti software opensource stanno venendo convertiti, per essere installati dallo store...

windows 10S propone solo un modo diverso (e più sicuro) di installare le applicazioni cosa che già sta prendendo piede su ubuntu con i pacchetti "SNAP".

per quanto non sia un fan degli "store" devo ammettere che come modello ha avuto successo (da linux con synaptics proseguendo con apple, google ed ora windows) ed aiuta molto gli inesperti del pc (e dei pericoli di internet)... chi vuole può sempre comprare la PRO
Noir7909 Maggio 2017, 11:36 #7
Una delle principali caratteristiche alla base del sistema operativo Windows 10 S è quella di poter eseguire unicamente applicazioni che siano state scaricate dall'App store Microsoft.


Hahahahahahahahahahahahhaha
alexdal09 Maggio 2017, 11:51 #8
csavoi: se chrome lo mettono sullo store allora lo si puo' usare, anche il motore di ricerca puoi usare quello che vuoi te lo metti tra i preferiti o come home page.

Si sta parlano di certi ambiti, se hai bisogno di fare certe cose ti prendi il sistema che fa piu' per te, ma in ambito aziendale, o in ambito educazionale, hai un recinto che ti limita ma ti fa stare piu' sicuro.

mica in azienda possiamo usare i browser o i programmi che vogliamo!

abbiamo lo store di windows 10, con tre applicazioni, ossia quelle che servono per lavoro. il resto preconfigurato,ecc ecc

poi a scuola o nello studio ci vorrebbero molte piu' limitazioni, gia' il computer e' una distrazione... con i libri ci metti un fumetto dentro. ma solo uno la mamma te lo scopre facilmente, con il computer hai miliardi di pagine e app di distrazione contro una decina per lo studio
Catan09 Maggio 2017, 11:52 #9
Originariamente inviato da: silvandrea
qualsiasi produttore di browser può pubblicare il suo software sullo store... quindi il problema non si pone...
molti software opensource stanno venendo convertiti, per essere installati dallo store...

windows 10S propone solo un modo diverso (e più sicuro) di installare le applicazioni cosa che già sta prendendo piede su ubuntu con i pacchetti "SNAP".

per quanto non sia un fan degli "store" devo ammettere che come modello ha avuto successo (da linux con synaptics proseguendo con apple, google ed ora windows) ed aiuta molto gli inesperti del pc (e dei pericoli di internet)... chi vuole può sempre comprare la PRO


quello sicuramente. Avere un luogo certificato, dove non si installa malware ma solo programmi "approved" con facilità, semplifica in maniera incredibile le installazione per gli utenti "normali".
sicuramente è un modello nato per i sistemi per gli smartphone, ma trovo che sia estremamente efficiente anche per gli os. tra l'altro è semplicemente estendere il modello "steam" e compagnia anche ai software di produttivita e non solo ai giochi. cosi uno può provarsi le alternative free se ci sono e se non è soddisfatto compra versioni a pagamento.
Phoenix Fire09 Maggio 2017, 11:58 #10
Originariamente inviato da: csavoi
Le limitazioni imposte, dal mio punto di vista, sono veramente eccessive, ma soprattutto non giustificate (mi obblighi ad usare Edge quando magari è più sicuro un altro browser?!).

Unica nota positiva, magari comprando un hardware con Win10S posso, fino a fine anno, passare a Win10Pro senza spendere nulla in più.

A conti fatti può sembrare un altro modo con cui Microsoft offre il suo Win10 gratuitamente pur di aumentare la base installata.


come detto da altri, puoi installare il browser che vuoi, ma dallo store. Nessuno (per ora almeno) vieta a chrome o fireworks di inserire il loro browser nello store
ovvio che se il sistema non prende piede non lo farà nessuno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^