Microsoft, successo di vendite per i Surface. Utenti delusi dei MacBook Pro di Apple

Microsoft, successo di vendite per i Surface. Utenti delusi dei MacBook Pro di Apple

L'azienda di Redmond annuncia record di vendite per i suoi Surface dichiarando soprattutto come molti acquirenti di MacBook Pro siano rimasti delusi da Apple e abbiano voluto provare i nuovi Surface. Ecco i dettagli.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 10:57 nel canale Portatili
SurfaceMicrosoftAppleMacBook
 

Microsoft e Surface sembra essere senza dubbio l'accoppiata vincente degli ultimi tempi. Sì perché proprio l'azienda di Redmond ha ufficializzato da poco i risultati di vendita dei propri prodotti Surface ripostando come le richieste per questi ultimi non siano mai state così alte. Nei mesi scorsi nelle case degli utenti sono entrati un numero impressionante di Surface Pro 4 ma anche e soprattutto di Surface Book, il primo vero portatile realizzato completamente da Microsoft. Numeri che sono stati dettati anche dalla delusione da parte di molti utenti Apple con i nuovi MacBook Pro, troppo costosi e soprattutto poco "professionali", almeno a detta di molti.

Il post pubblicato sul blog Windows firmato da Brian Hall, corporate vice president Microsoft Devices Marketing, parla soprattutto dello "switcher" dal mondo Mac. Il dirigente, infatti, dichiara come le vendite e il successo della gamma Surface abbia superato le aspettative di Microsoft e delinea due ragioni principali: le innovazioni introdotte nei nuovi modelli e la forte "delusione" per i nuovi MacBook Pro di Apple.

Sempre più persone stanno passando da Mac a Surface. Il nostro programma di ritiro dei MacBook è stato il migliore in assoluto, e la combinazione dell’eccitazione per l’innovazione di Microsoft accoppiata con la delusione del nuovo MacBook Pro – soprattutto tra i professionisti – sta portando sempre più persone a effettuare il passaggio a Surface. Ogni giorno esce una nuova recensione che raccomanda Surface al posto di MacBook. Questo rende la nostra squadra così orgogliosa, perché significa che stiamo facendo un buon lavoro.

Il Surface Pro è senza dubbio uno dei prodotti che ha aperto al mondo dei 2 in 1. Le vendite del Surface Pro 4 hanno subito un incremento importante e proprio grazie ai vari programmi di "rottamazione" del MacBook con Surface ideati da Microsoft, molte persone hanno deciso passare appunto al Surface Pro 4.

Risultati importanti anche per il Surface Book, visto che la versione Performance Base del notebook è ora disponibile anche in Australia e Nuova Zelanda, oltre che in Canada e Stati Uniti e durante i primi mesi del prossimo anno arriverà in molti altri paesi.

122 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
*aLe13 Dicembre 2016, 11:01 #1
Grazie ragazzi, preparo i pop-corn.
Rubberick13 Dicembre 2016, 11:02 #2
dai bene la gente è tornata a preferire l'hardware al resto..
brauncrack13 Dicembre 2016, 11:05 #3
Eh ma sui MacBook Pro puoi giocare a Pac-Man sulla Touch Bar..vuoi mettere? Sui Surface mica lo puoi fare!
acerbo13 Dicembre 2016, 11:06 #4
premetto che non comprerei né gli uni né gli altri, ma dove stanno sti dati di vendita?
Ad occhio e croce apple vende ancora 300 mac per ogni surface.
Simonex8413 Dicembre 2016, 11:10 #5
Originariamente inviato da: acerbo
premetto che non comprerei né gli uni né gli altri, ma dove stanno sti dati di vendita?
Ad occhio e croce apple vende ancora 300 mac per ogni surface.


dai su, un po' di fiducia, se lo dice il corporate vice president Microsoft Devices Marketing altri dati oggettivi non servono.
demon7713 Dicembre 2016, 11:16 #6
A me lascia parecchi dubbi l'idea di gente, anzi professionisti, che saltano da Mac a Windows come nulla fosse.

Uno ha sempre usato Mac, con le sue particolarità, il suo SO, il su kit di software e via dicendo e così di punto in bianco passa a windows come nulla fosse? Considerando poi quanto il profesionista medio è attaccato alla sua strumentazione che conosce bene e sa usare in modo approfondito?

Non mi pare una cosa credibile.
emiliano8413 Dicembre 2016, 11:22 #7
Originariamente inviato da: brauncrack
Eh ma sui MacBook Pro puoi giocare a Pac-Man sulla Touch Bar..vuoi mettere? Sui Surface mica lo puoi fare!


mica solo a pacman: lemmings, doom...

Originariamente inviato da: demon77
A me lascia parecchi dubbi l'idea di gente, anzi professionisti, che saltano da Mac a Windows come nulla fosse.

Uno ha sempre usato Mac, con le sue particolarità, il suo SO, il su kit di software e via dicendo e così di punto in bianco passa a windows come nulla fosse? Considerando poi quanto il profesionista medio è attaccato alla sua strumentazione che conosce bene e sa usare in modo approfondito?

Non mi pare una cosa credibile.


invece quelli che passano da windows a mac e' cosa buona e giusta vero? dal vangelo secondo apple
maxnaldo13 Dicembre 2016, 11:28 #8
Originariamente inviato da: demon77
A me lascia parecchi dubbi l'idea di gente, anzi professionisti, che saltano da Mac a Windows come nulla fosse.

Uno ha sempre usato Mac, con le sue particolarità, il suo SO, il su kit di software e via dicendo e così di punto in bianco passa a windows come nulla fosse? Considerando poi quanto il profesionista medio è attaccato alla sua strumentazione che conosce bene e sa usare in modo approfondito?

Non mi pare una cosa credibile.


"professionisti che usano il mac"

ma dove ?

io in tutte le aziende in cui giro per lavoro, non ne ho mai visto uno.

se uno compra il mac poi lo lascia in casa per farci giocare i bimbi.

conosco qualcuno che si è comprato il mac portatile, la prima cosa che mi hanno chiesto è se e come poterci installare windows.
s0nnyd3marco13 Dicembre 2016, 11:28 #9
Originariamente inviato da: emiliano84
invece quelli che passano da windows a mac e' cosa buona e giusta vero? dal vangelo secondo apple


Per un professionista (ma anche per l'utente medio non smanettone) il passaggio ad una nuova piattaforma comporta sempre uno sforzo di apprendimento. Per alcuni magari è piacevole e stimola la mente, ma di solito il professionista investe tempo solo se poi in futuro avrà un ritorno economico in fatto di produttività.

E questo vale per il passaggio da qualunque piattaforma a qualunque piattaforma.
Simonex8413 Dicembre 2016, 11:28 #10
Originariamente inviato da: demon77
A me lascia parecchi dubbi l'idea di gente, anzi professionisti, che saltano da Mac a Windows come nulla fosse.

Uno ha sempre usato Mac, con le sue particolarità, il suo SO, il su kit di software e via dicendo e così di punto in bianco passa a windows come nulla fosse? Considerando poi quanto il profesionista medio è attaccato alla sua strumentazione che conosce bene e sa usare in modo approfondito?

Non mi pare una cosa credibile.


Però c'è anche da dire che il nuovo MacBook Pro di "PRO" non ha proprio nulla, quindi potrebbe anche essere credibile, dipende molto da che tipo di professionisti sono, a patto di avere gli stessi SW il passaggio non è traumatico, come si passa da Windows a OSX si può anche fare l'inverso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^