Sony Ericsson Xperia Ray: piccolo ma grande dentro

Sony Ericsson Xperia Ray: piccolo ma grande dentro

Sony Ericsson ha da qualche tempo introdotto sul mercato un nuovo prodotto dalle ridotte dimensioni che concentra in se una serire di soluzioni hardware di buon livello ad un prezzo competitivo. Si tratta di Xperia Ray, oggetto della recensione odierna

di Davide Fasola pubblicato il 31 Ottobre 2011 nel canale Telefonia
 

Display

Come già detto nella pagina relativa alla scheda tecnica, il display è sicuramente uno dei punti di forza di questo terminale. Sin dalla prima accensione si nota infatti l'alta densità di pixel (più meno 300 per pollice) che fa si che i diversi elementi dell'interfaccia risultino particolarmente definiti. La stessa sensazione si ripresenta ovviamente anche in ogni elemento multimediale riprodotto.

l pannello in dotazione è un LCD retroilluminato a LED, medesima tecnologia utilizzata per il pannello del fratello maggiore Arc, a risoluzione 854x480 e di produzione della stessa Sony. Xperia Arc con cui Ray ha in comune anche la tecnologia Mobile BRAVIA Engine, Sony, infatti, forte della propria esperienza in campo di televisioni, ha deciso di implementare anche nel display di Xperia Ray la tecnologia utilizzata nei pannelli dei propri televisori.

Mobile BRAVIA Engine che, stando a quanto dichiarato dalla casa, dovrebbe offrire un'immagine più simile alla realtà rispetto ai "normali" pannelli di cui sono dotati gli altri terminali. Dalle informazioni forniteci dalla casa, il Mobile BRAVIA Engine implementa una serie di altre tecnologie tra cui il Live Color Filter che porta il contrasto al 110% (come negli AMOLED) e incrementa del 25% la vividezza dei colori .

Analizzando il triangolo di Gamut riferito al display di Xperia Ray notiamo che il confornto con lo standard HDTV denota una copertura pressochè completa dell'area compresa nel triangolo di riferimento e un punto di bianco davvero molto preciso. A ulteriore dimostrazione quindi della qualità del pannello utilizzato e dell'ottimo lavoro svolto da Sony con l'implementazione in esso della tecnologia sopra citata.

Riportiamo ora di seguito una serie di immagini nelle quali il display di Sony Ericsson Xpera Ray è ripreso in tre differenti condizioni di luce, dalle quali è possibile definire la visibiltà del display stesso (sempre impostato alla massima luminosità) in condizioni di in assenza di luce, esposto alla luce naturale di un locale interno, e esposto alla luce diretta del sole in esterna. Situazioni che riprendono quelli che potrebbero essere gli scenari d'impiego abituali.

Come gia verificatosi in altre occasioni notiamo che in caso di assenza di luce il display di Xperia Ray è facilmente leggibile e la luminosità è talmente alta da poter risultare alle volte fastidiosa. In questi casi ci viene incontro l'impostazione della luminosità automtica che in caso di assenza di luce abbassa la retroilluminzione.

Per quanto riguarda la visibilità in interna il display rimane discretamente leggibile, anche in questo caso la buona intensità dell'illuminazione permette una lettura completa di ciò che appare sullo schermo senza essere eccessivamente infastiditi dal riflesso del vetro di copertura.

Riflesso che, invece, si fa molto notare in caso di esposizione alla luce in ambiente esterno. In questa particolare situazione, come molti altri suoi concorrenti, anche Xperia Ray soffre molto del riflesso che rende il display praticamente illeggibile.