NVIDIA GeForce GTX 580: l'evoluzione di Fermi

NVIDIA GeForce GTX 580: l'evoluzione di Fermi

Con la GPU GF110 NVIDIA aggiorna la propria architettrua Fermi: 512 stream processors, frequenze di clock incrementate e migliorie in consumi, rumore e temperatura sono le caratteristiche tecniche della nuova proposta top di gamma del produttore americano.

di Alessandro Bordin, Gabriele Burgazzi, Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Video
NVIDIAGeForce
 

Introduzione

L'attesa è finita. NVIDIA commercializza in data odierna la nuova scheda di fascia alta a singolo processore grafico destinata a sostituire il modello GeForce GTX 480, sia nei listini che nel cuore, non per forza virato al verde, degli appassionati di gaming senza compromessi. Ci riferiamo ad una scheda video, modello GeForce GTX 580, destinato al segmento top di gamma del mercato, quello delle proposte comprese tra 400,00€ e 500,00€ di listino e che per loro natura richiedono di utilizzare risoluzioni video molto elevate per poter venir sfruttate al meglio, oltre ad offrire il miglior risultato per il videogiocatore.

Nei giorni scorsi sono emerse alcune specifiche riportate anche da Hardware Upgrade, complice un sito cinese, rivelatesi esatte in ogni punto: NVIDIA GeForce GTX 580, fino a ieri nota con il nome in codice di GF110 scelto per indicare la GPU, vede salire il numero degli stream processor a 512 contro i 480 della proposta GeForce GTX 480, in contemporanea all'aumento del relativo clock che arriva a 1.544MHz, contro i 1.400MHz di GeForce GTX 480.

Le novità ovviamente non finiscono qui, poiché anche il clock della GPU sale, arrivando al valore di 772MHz contro i 700MHz della scheda da cui GeForce GTX 580 deriva; NVIDIA continua quindi a mantenere come 1 a 2 il rapporto tra frequenza di clock della GPU e quella degli stream processors. Parleremo nelle prossime pagine, con maggiore dettaglio, delle differenze che NVIDIA ha apportato alla propria soluzione top di gamma, limitandoci per ora a indicare a grandi linee le differenze in termini di specifiche tecniche.

  GeForce GTX 580 GeForce GTX 480 Variazione %
Processo produttivo

40nm

40nm

-

Nome in codice GPU

GF110

GF100

-

Numero GPU

1

1

-

Clock GPU

772 MHz

700 MHz

+10%

Numero stream processor

512

480

+6,7%

TMU

64

60

+6,7%

Clock stream processor

1.544 MHz

1.400 MHz

+10%

ROPs

48

48

-

Quantitativo memoria

1.536MB

1.536MB

-

Tipologia memoria

GDDR5

GDDR5

-

Clock memoria

4.008 MHz

3.696 MHz

+8,5%

Interfaccia memoria

384 bit

384 bit

-

Bandwidth

192,4 GB/s

177,4 GB/s

+8,5%

Oltre ai già citati stream processor, accresciuti in termini di numero e frequenza operativa, sale anche la frequenza del clock memoria, passando da 3.696 MHz a 4.008 MHz ferma restando la tecnologia GDDR5. A parità di interfaccia memoria, sempre da 384 bit di ampiezza, aumenta quindi anche la bandwidth: 192,4 GB/s per GeForce GTX 580 contro i 177,4 GB/s di GeForce GTX 480. Fin qui nulla di strano, in quanto da una scheda di nuova generazione ci si attende sempre un miglioramento "di forza" rispetto al modello precedente. Traduciamo in termini percentuali questi dati: la frequenza di clock della GPU e degli stream processors aumenta di poco più del 10%, mentre la bandwidth della memoria viene aumentata di poco meno dell'8,5%. Aumenta anche il numero di stream processors del 6,7% circa, raggiungendo il numero di 512 che era il massimo teorico di cui erano capaci i chip NVIDIA GF100, utilizzati nelle schede GeForce GTX 480, 470 e 465.

Non varia il numero di ROPs, sempre pari a 48, mentre incrementa da 60 a 64 quello delle Texture units; del resto è l'architettura della GPU a venir modificata, con tutti e 16 i streaming multiprocessor o SM che sono abilitati. In ciascun SM sono integrate 4 TMUe da questo si deriva il numero totale di 64.

Fra le numerose novità dichiarate, attese da molti, acquistano importanza anche le temperature di esercizio e il consumo. NVIDIA ha lavorato non solo per segnare il limite prestazionale un po' più in là di quanto fatto con GeForce GTX 480, ma contemporaneamente sembra aver accettato di buon grado le maggiori critiche rivolte a GeForce GTX 480 facendone tesoro per il futuro, ovvero proprio con GeForce GTX 580. Del resto mettere a disposizione una versione di scheda con frequenze di clock aumentate senza cercare di intervenire su temperature e consumi avrebbe implicato toccare valori che non potevano essere considerati tollerabili e in ogni caso tali da assicurare funzionamento stabile nel lungo periodo.

Il frutto di questi sforzi si concretizza nel dato dichiarato in termini di TDP, pari a 244 Watt, inferiore di 6 Watt rispetto alla GeForce GTX 480, oltre che nella promessa di temperature di esercizio inferiori a quelle della scheda che GeForce GTX 580 è destinata a detronizzare nella reame NVIDIA. Nel corso della prova avremo ovviamente modo di capire se e in che misura tale sforzo sia stato redditizio, ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire a cosa si deve questo ottimismo in casa NVIDIA.

 
^