Twitter invia pubblicità in base alle app installate

Twitter invia pubblicità in base alle app installate

Twitter ha cominciato a condividere con i propri inserzionisti le informazioni relative alle app presenti su un determinato dispositivo mobile. Oltre alla semplice presenza di app vengono condivisi dettagli relativi all'uso delle stesse

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Web
Twitter
 

Alcuni giorni fa Twitter aveva annunciato che le nuove versioni di app per Android e iOS sarebbero state in grado di rilevare quali altre applicazioni fossero installate sui dispositivi degli utenti: un ulteriore dato molto utile per il social network, da utilizzare a fini pubblicitari e di profilazione.

Poche ore fa è giunta un'altra novità in merito: infatti, Twitter avrebbe iniziato a condividere le informazioni raccolte attraverso le proprie app con alcuni inserzionisti. In questo modo chi decide di utilizzare Twitter per la promozione di prodotti e servizi potrà selezionare a quale tipologia di utenti inviare il proprio messaggio, attuando così una strategia più mirata.

In queste ore emerge però un dettaglio che inizialmente era sfuggito o non era stato reso noto. Pare infatti che gli inserzionisti di Twitter potranno sapere anche quali app sono state registrate dagli utenti e quali di esse vengono utilizzate per effettuare acquisti online.

Alcuni utenti hanno sollevato importanti critiche in merito a questa novità ma c'è da considerare che Twitter ha previsto un chiaro messaggio di alert per gli utenti: accedendo alle impostazioni sulla privacy si avrà la possibilità di disattivare l'opzione in oggetto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200611 Dicembre 2014, 09:33 #1
Ovviamente di mettere l'opzione disattivata di default e chiedere all'utente se vuole attivarla, no eh?

Ovvero: prima ti entrano nel cell, poi ti dicono: possiamo restare?
izzyfor11 Dicembre 2014, 09:41 #2
Quindi è lecito fare qualcosa di illegale e probabilmente anticostituzionale (impossessarsi e vendere informazioni personali degli utenti, perché quello che ciò dentro il telefonino e cosa ci ho installato sono affari miei), l'importante è avvisare?
Oh, polizia, vedete che domani vado alla banca unicredit e la rapino. Ma non preoccupatevi, che prima li avviso come ho avvisato voi, eh! Tutto apposto, ok?
Bivvoz11 Dicembre 2014, 10:12 #3
Il vero problema è che possono fare tutte le porcate che vogliono, tanto noi utenti cosa possiamo fare?
Tornare negli anni 90 con lo startac?

Twitter in particolare non lo uso, ma ormai qualsiasi app registra dati e li trasmette.
ferro7511 Dicembre 2014, 11:02 #4
dal 1° gennaio 2015 anche facebook inizierà a collezionare dati su tutto quello installato sul dispositivo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^