Sta arrivando R1, il robot domestico nato in Italia

Sta arrivando R1, il robot domestico nato in Italia

I primi esemplari commerciali arriveranno nel 2018, con un prezzo al pubblico destinato ad assestarsi sui 3000 euro: R1 è uno dei primi robot domestici pensati per il mercato di massa, sviluppato dall'Istituto Italiano di Tecnologia

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Web
 

32 tra ricercatori e designer dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova hanno dato alla luce R1-your personal humanoid: un robot sviluppato a basso costo, con l'obiettivo di raggiungere il mercato di massa, e che ha lo scopo di operare in ambienti domestici e professionali in ausilio alle normali attività umane.

Fratello del più famoso iCub, presentato nel 2009 al Festival della Scienza di Genova, R1 è un robot dal peso di circa 50kg e dall'altezza di 125 centimetri, con la possibilità di estendersi fino a 140 centimetri. Costituito di materiali plastici e di fibra di carbonio e metallo, ad R1 manca solo l'ultima fase prima della sua diffusione: la produzione in volumi.

Grazie al coinvolgimento di investitori privati, però, anche questa fase è ormai prossima ad essere affrontata ed entro il 2017 o al più tardi nel 2018 sarà possibile avere a che fare con i primi esemplari commerciali.

Giorgio Metta, responsabile e coordinatore del progetto, sottolinea come il gruppo di ricercatori e progettisti abbia cercato tutte le soluzioni e gli stratagemmi possibili per abbattere i costi senza sacrificare la qualità, impiegando materiali economici come polimeri e plastiche che possano essere prodotti in maniera meno costosa rispetto ad altre soluzioni commercialmente più utilizzate.

Il che porta diritti alla questione del prezzo. R1 non ha ancora un prezzo di mercato fissato, poiché questo dipenderà in gran parte dal numero di unità che sarà possibile costruire. Spiega Metta: "Per i primi 100 prototipi abbiamo individuato un target di prezzo che si aggira sui 25mila euro. Superata questa soglia, il prezzo inizierà a scendere e continuerà a calare man mano che diventerà un prodotto di consumo. La fascia, più o meno finale, di prezzo sarà di 3mila euro, quanto il costo di un moderno televisore di ultima generazione".

Varie sono le caratteristiche peculiari di R-1, a partire dalle appendici prensili rivestite di pelle artificiale: delle vere e proprie mani "cibernetiche" che permettono al robot di interagire in maniera più profonda con l'ambiente circostante. Lo sviluppo hardware è stato portato avanti di pari passo con lo sviluppo software, con particolare attenzione alle reazioni umane durante l'interazione e alla concezione fisica del robot che è scaturita anche grazie alla collaborazione di un team di psicologi. R-1 deambula mediante due ruote e comunica anche mediante espressioni riprodotte sul suo volto-display.

Le applicazioni? Potenzialmente molto vaste: a partire dal semplice impiego domestico per spaziare ad altri ruoli di utilità pubblica o servizi commerciali, destinate ad ampliarsi man mano che il prezzo di R-1 andrà calando. Benvenuti nel futuro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Diobrando_2119 Luglio 2016, 15:40 #1
Il problema non è tanto il prezzo a sto punto (3000€ si può anche fare)...bisogna vedere cosa è in grado di fare. Con quei movimenti lenti e limitati dubito che le sue capacità ne giustifichino il prezzo.
LASCO19 Luglio 2016, 15:44 #2
Ho letto questa news su vari quotidiani e più o meno tutti scrivono le stesse cose.
Però io non sono ancora riuscito a capire cosa può fare questo robot.
Ad esempio: che livello di comportamento autonomo ha? Può costruire una mappa dello spazio in cui si muove come fa un aspirapolvere intelligente? Oppure usa un sistema di guida autonoma (con sole due camere a colori ed un sensore visivo 3D)?
Come interagisce con le persone? Tramite pulsanti posti sul robot? Telecomando? Smartphone? Comandi vocali? Ecc., ecc., ecc..
Bo', a me interessa più conoscere questi aspetti che le braccia che si allungano di 13 cm.
maxsy19 Luglio 2016, 15:55 #3
è capace di raccogliere la cacca del cane in giardino?
giovanni6919 Luglio 2016, 17:48 #4
Ma vi rendete conto che nell'immaginario collettivo la pubblicità fin dagli anni 60' aveva promosso il robot che avrebbe sollevato la donna casalinga dai lavori domestici e... dopo 50 anni siamo punto a capo (a parte il frigo, frullatore, aspirapolvere ma nulla di 'intelligente')?
Eress19 Luglio 2016, 17:57 #5
Si, dall'articolo non si capisce cosa sarebbe in grado di svolgere e come, con che tipo di interazione ambientale/umana e di autonomia comportamentale.
kossar19 Luglio 2016, 19:59 #6
A vedere così, sembra che almeno le seghe te le riesce a fare.
azi_muth19 Luglio 2016, 20:03 #7
Originariamente inviato da: giovanni69
Ma vi rendete conto che nell'immaginario collettivo la pubblicità fin dagli anni 60' aveva promosso il robot che avrebbe sollevato la donna casalinga dai lavori domestici e... dopo 50 anni siamo punto a capo (a parte il frigo, frullatore, aspirapolvere ma nulla di 'intelligente')?


Beh ma forse l'idea era un po' troppo vicina a quella del film Io e Caterina.
https://youtu.be/D0L5XIabp8k?t=1h2m23s

Io mi accontenterei che le macchine servissero a sollevare l'uomo dalla fatica...all'intelligenza nell'uso ci dovremmo pensare noi...
cmq lavatrice, asciugatrice, aspirapolvere anche robot, frigo non che siano proprio poco... eh...
nick09119 Luglio 2016, 20:38 #8
che vada a comandi vocali mi pare scontato visto che stanno pure sullo smartphone, non si capisce cosa è in grado di fare ma immagino che già sia in condizioni di aiutare parecchio un disabile nel movimento
marchigiano19 Luglio 2016, 20:42 #9
pessimo nome... già col successore arriva lucas a rompere gli zebedei sui diritti

Originariamente inviato da: giovanni69
Ma vi rendete conto che nell'immaginario collettivo la pubblicità fin dagli anni 60' aveva promosso il robot che avrebbe sollevato la donna casalinga dai lavori domestici e... dopo 50 anni siamo punto a capo (a parte il frigo, frullatore, aspirapolvere ma nulla di 'intelligente')?


si e poi starebbero tutto il giorno in spa a farsi i selfie... no no meglio tra i fornelli

battute a parte, negli anni '60 non potevano prevedere che lo sviluppo sarebbe rallentato per sostenibilità ecologica e rifiuto di molte persone di accettare le nuove tecnologie
Goofy Goober19 Luglio 2016, 20:56 #10
a livello domestico, se è almeno in grado di arrivare al frigo, aprirlo, prendere una birra e portarmela, sarebbe già un buon affare

senza sapere che capacità prensili e autonome ha, a vederlo così sembra solo un piccolo modellino di androide inutile.

p.s.
il cavatappi glielo lascio attaccato alla schiena

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^