Ritorno al... concessionario: la famosa DMC DeLorean nel 2019 tornerà ad essere prodotta

Ritorno al... concessionario: la famosa DMC DeLorean nel 2019 tornerà ad essere prodotta

L'inizio della produzione inizierà nel corso del 2019, il modello non verrà stravolto, anzi è stato fatto tutto il possibile per mantenere le caratteristiche principali di questa auto le più fedeli possibili a quelle del modello originale

di Carlo Pisani pubblicata il , alle 10:01 nel canale Web
 

Unico modello mai prodotto dalla DeLorean Motor Company (DMC), molto futuristico ai suoi tempo, tanto da diventare una vera e propria icona simbolo di uno dei film di maggior successo sui viaggi nel tempo, tornerà sul mercato la famosa DeLorean (DMC-12), proprio lo stesso modello utilizzato da Marty McFly e dal Dottor Emmet L. Brown per viaggiare tra vari eventi del passato e del futuro, modificato a dovere per sfrecciale nei cieli in versione aerotrasformata oppure per corre sui binari del treno fino ed oltre al burrone Clayton.

L'inizio della produzione inizierà nel corso del 2019, il modello non verrà stravolto, anzi è stato fatto tutto il possibile per mantenere le caratteristiche principali di questa auto le più fedeli possibili a quelle del modello originale: particolare attenzione da parte dei progettisti per far coesistere le nuove tecnologie e standard di sicurezza all'interno delle forme dell'iconico design.

Il prezzo trapelato dovrebbe aggirarsi intorno ai 100.000 $, inoltre Stephen Wynne, attuale amministratore delegato della DMC, ha dichiarato che farà di tutto per ottenere esemplari pronti alla vendita in tempo per la data fissata, nonché trentottesimo anniversario della produzione della prima vettura.

  • Un momento... un momento, Doc. Eh... Mi stai dicendo che hai costruito una macchina del tempo... con una DeLorean?
  • Dovendo trasformare un'automobile in una macchina del tempo, perché non usare una bella automobile? e inoltre l'acciaio inossidabile del telaio ha permesso che il flusso...bip,bip (...non lo sapremo mai)

Sicuramente verranno mantenute le portiere con apertura ad ali di gabbiano e speriamo anche la fantastica carrozzeria in acciaio inossidabile, i cambiamenti principali saranno fatti ovviamente su motore, freni, ruote e pneumatici per attualizzarli agli standard odierni.

Non ci resta che aspettare di avere maggiori dettagli sulle nuove forme e soprattutto sulle prestazioni, così da vedere di quanto sarà in grado di superare le famose 88 mph (ben 141 km/h).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marcram01 Febbraio 2018, 10:17 #1
Mah...
La linea, futuristica per quei tempi, oggi sa di vecchio.
La carrozzeria in acciaio è pesantissima (vabbè che gli americani non hanno problemi di cilindrate...).
Gli entusiastici e i fan del film, vogliono il modello originale, non la rivisitazione.
Poi, per 100.000 dollari...

Probabile flop.
mattia.l01 Febbraio 2018, 10:18 #2
a me la linea anni '80 piace ancora
speriamo solo migliori dalla precedente che era uno scassone, col V6 PRV, che montava pure la Lancia Thema
Karandas01 Febbraio 2018, 10:24 #3
Produrre questi bidoni è uno schiaffo all'ecologia e al futuro della razza umana sulla terra(come tante altre cose d'altro canto, inclusi i nostri cari smartphone che qualcuno cambia ogni 6 mesi).
Rubberick01 Febbraio 2018, 10:37 #4
Originariamente inviato da: Karandas
Produrre questi bidoni è uno schiaffo all'ecologia e al futuro della razza umana sulla terra(come tante altre cose d'altro canto, inclusi i nostri cari smartphone che qualcuno cambia ogni 6 mesi).


Dubito useranno lo stesso motore di 30 anni fa eh..
Mparlav01 Febbraio 2018, 10:39 #5
Per 100.000$, tanto vale comprarne una usata originale e restaurarla (o modificarla come quella del film).
Karandas01 Febbraio 2018, 10:40 #6
Originariamente inviato da: Rubberick
Dubito useranno lo stesso motore di 30 anni fa eh..


Non hai colto il punto, continuiamo a produrre roba che non ci serve mentre dobbiamo affrontare ogni anno problemi ambientali sempre più seri.
Io abito a Torino e non ho mai visto come quest'anno l'aria della città tanto inquinata.
Sapere di non poter andare a a fare una corsa al parco senza inalare trilioni di particelle cancerogene mi rende molto triste, però mi raccomando continuiamo pure con il nostro stile di vita insostenibile.
predator8701 Febbraio 2018, 10:56 #7
Originariamente inviato da: Karandas
Produrre questi bidoni è uno schiaffo all'ecologia e al futuro della razza umana sulla terra(come tante altre cose d'altro canto, inclusi i nostri cari smartphone che qualcuno cambia ogni 6 mesi).


Originariamente inviato da: Karandas
Non hai colto il punto, continuiamo a produrre roba che non ci serve mentre dobbiamo affrontare ogni anno problemi ambientali sempre più seri.
Io abito a Torino e non ho mai visto come quest'anno l'aria della città tanto inquinata.
Sapere di non poter andare a a fare una corsa al parco senza inalare trilioni di particelle cancerogene mi rende molto triste, però mi raccomando continuiamo pure con il nostro stile di vita insostenibile.


Quoto in tutto e per tutto.. Io abito a bergamo e nemmeno le auto euro4 potevano circolare in quest'ultimo periodo, mai vista una cosa del genere.
Purtroppo siamo in pochissimi a pensarla così.
jepessen01 Febbraio 2018, 11:03 #8
Originariamente inviato da: Karandas
Produrre questi bidoni è uno schiaffo all'ecologia e al futuro della razza umana sulla terra(come tante altre cose d'altro canto, inclusi i nostri cari smartphone che qualcuno cambia ogni 6 mesi).


Pur concordando, sono abbastanza sicuro che quest'auto non dara' contributi all'inquinamento.. Credo che chi la compri se la tenga per collezionismo, magari facendoci un giro per qualche fiera o raduno...

Che poi siamo abituati allo spreco ed all'inquinamento purtroppo e' vero, ma si tratta di un discorso piu' generale e secondo me non attinente con questa notizia...
pipperon01 Febbraio 2018, 11:09 #9
Originariamente inviato da: Karandas
Non hai colto il punto, continuiamo a produrre roba che non ci serve mentre dobbiamo affrontare ogni anno problemi ambientali sempre più seri.
Io abito a Torino e non ho mai visto come quest'anno l'aria della città tanto inquinata.
Sapere di non poter andare a a fare una corsa al parco senza inalare trilioni di particelle cancerogene mi rende molto triste, però mi raccomando continuiamo pure con il nostro stile di vita insostenibile.


per risparmiare pochi centesimi alla pompa il 70% degli italiani e' disposto a comprare auto che inquinano 4 vlte tanto e tu ti lamenti di un'auto che comunque sarà di poche unita' e comunque meno peggio di una panda JTD ed enormemente meglio di una polo TDI?
roccia123401 Febbraio 2018, 11:11 #10
Originariamente inviato da: Karandas
Non hai colto il punto, continuiamo a produrre roba che non ci serve mentre dobbiamo affrontare ogni anno problemi ambientali sempre più seri.
Io abito a Torino e non ho mai visto come quest'anno l'aria della città tanto inquinata.
Sapere di non poter andare a a fare una corsa al parco senza inalare trilioni di particelle cancerogene mi rende molto triste, però mi raccomando continuiamo pure con il nostro stile di vita insostenibile.


Originariamente inviato da: predator87
Quoto in tutto e per tutto.. Io abito a bergamo e nemmeno le auto euro4 potevano circolare in quest'ultimo periodo, mai vista una cosa del genere.
Purtroppo siamo in pochissimi a pensarla così.


Purtroppo in italia l'uso di veicoli privati (a meno di abitare in grosse città è quasi sempre una necessità, e non perchè uno è pigro.
I mezzi pubblici, appena esci dalla città, sono scarsi, con poche corse e stanno diventando non poco costosi.
Le piste ciclabili e/o strade ciclabili senza rischiare la pelle sono davvero poche, e spesso malridotte.
Anche se ci sono mezzi pubblici, spesso ci impiegano talmente tanto tempo, da renderli non convenienti (il mio viaggio casa-università con i mezzi richiedeva circa 2 ore in base alle coincidenze, in auto circa 45 minuti. Il tutto per fare circa 30 km). Purtroppo l'auto serve.

Ho vissuto 1 anno in germania... e non ho sentito minimamente la mancanza della macchina. Anche un mio collega, salito in macchina, l'avrà usata al massimo una decina di volte. Perchè là i mezzi sono efficienti, ben strutturati e diffusi. E vengono usati nonostante costino una barcata di soldi (1 ora e mezza di ICE in seconda classe costa circa 80€... ma questi treni sono sempre pieni, con gente anche in piedi o seduta nei corridoi).
Là le piste ciclabili sono diffusissime, e dove non ci sono, ci sono marciapiedi abbastanza larghi da consentire il passaggio di bici e pedoni. Infatti i tedeschi usano tantissimo la bici, e hanno ragione, ci puoi andare (quasi) dappertutto senza rischiare di essere tirato sotto.

Comunque le auto sono solo una parte dell'inquinamento atmosferico... e personalmente trovo ingiusto il blocco alla circolazione come sta facendo la lombardia. Perchè va a bloccare quei veicoli più vecchi che sono in primis una percentuale molto bassa del parco circolante (quindi contribuiscono in maniera limitata all'inquinamento), in secundis sono auto che appartengono a persone che evidentemente non hanno la possibilità economica di cambiarle... ma vengono costretti a farlo anche se l'auto è ancora perfettamente funzionante.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^