Porn-Pass: nel Regno Unito potrebbe servire in futuro per vedere i video

Porn-Pass: nel Regno Unito potrebbe servire in futuro per vedere i video

Arriva una novità importante nel Regno Unito per tutti coloro che osservano i siti porno. L'accesso ai minorenni potrebbe essere bloccato tramite la vendita di appositi "porn-pass" vendibili solo ai maggiorenni. Ecco di cosa si parla.

di pubblicata il , alle 18:21 nel canale Web
 

Tenere i bambini fuori dal mondo del porno e di quei siti che ne fanno visualizzare le immagini. E' questa la nuova volontà del governo inglese che nel proprio paese potrebbe introdurre prossimamente l'obbligo per i siti web pornografici di far accedere gli utenti minorenni. L'idea è chiaramente ottima soprattutto per evitare situazioni pericolose ma di fatto il riuscire a metterla in pratica non sembra cosa da poco. Si sta dunque pensando di vendere dei veri e propri "porn-pass" ossia codici da inserire nelle pagine interessate per poter accedere ai siti in questione. Chiaramente vietati ai minori di 18 anni.

Come potrebbero funzionare questi "porno-pass"

L'idea è quella di vendere dei codici in negozi predisposti in modo tale da permettere di avere un codice a 16 cifre per garantire l'accesso al web "più spinto". Chiaramente la vendita dei codici avverrebbe solo ed esclusivamente con il riconoscimento di un documento di identità che dunque dovrebbe attestare la maggiore età del richiedente. Un'idea decisamente interessante lato teorico ma meno lato pratico.

In questo caso infatti stiamo parlando del mondo del web e in tal caso sarebbe necessario vietare la diffusione dei siti pornografici se non tramite un codice "pass" acquistato magari in un edicola e dunque alla mercé di chiunque o anche solo dell'edicolante compromettendo quella fruizione "nascosta" anche da parte di maggiorenni dei contenuti porno legali.

Non solo perché la difficoltà risiederebbe anche nel metodo di azione per il blocco di tali siti magari agendo sulla geolocalizzazione che sappiamo però poter essere elusa facilmente, anche se non proprio legale, da utenti più o meno esperti. Oltretutto le reti P2P permettono di scaricare contenuti di ogni genere sul proprio PC e sostanzialmente tali reti risultano in un numero elevato difficile da tenere a freno soprattutto perché nascono e "muoiono" continuamente.

Insomma tanti i dubbi che riguardano tale proposta inglese. Di fatto la questione sull'accesso di minori a siti web "pericolosi" come ad esempio quelli pornografici è una questione che i legislatori inglese vogliono risolvere nel modo migliore senza chiaramente indirizzare i ragazzini a cercare metodi alternativi per bypassare le leggi con un ritorno ancora peggiore di quello attuale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Carlo195217 Maggio 2018, 19:18 #1
Hanno paura che i ragazzi diventino ciechi…………..
domthewizard17 Maggio 2018, 19:29 #2
non capisco perchè se da un lato si spinge sempre di più (giustamente) verso l'educazione sessuale fin dalle scuole medie dall'altro la pornografia viene vista come il male e bisogna essere maggiorenni. alla fine non fa male a nessuno a differenza di alcol e droghe, quindi perchè non lasciano i ragazzini liberi di farsi le pippe?
Univac17 Maggio 2018, 19:34 #3
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
...
che nel proprio paese potrebbe introdurre prossimamente l'obbligo per i siti web pornografici di far accedere gli utenti minorenni.

Mi sembra un'ottima idea.
Sei minorenne? Beccati sto pornazzo o 2 giorni di galera.....

L'avete scritta male?
29Leonardo17 Maggio 2018, 20:05 #4
Originariamente inviato da: domthewizard
non capisco perchè se da un lato si spinge sempre di più (giustamente) verso l'educazione sessuale fin dalle scuole medie dall'altro la pornografia viene vista come il male e bisogna essere maggiorenni. alla fine non fa male a nessuno a differenza di alcol e droghe, quindi perchè non lasciano i ragazzini liberi di farsi le pippe?


Proprio la stessa cosa l'educazione sessuale e il porno.
domthewizard17 Maggio 2018, 20:10 #5
Originariamente inviato da: 29Leonardo
Proprio la stessa cosa l'educazione sessuale e il porno.


Non è colpa mia se non capisci quello che scrivo
29Leonardo17 Maggio 2018, 20:12 #6
Originariamente inviato da: domthewizard
Non è colpa mia se non capisci quello che scrivo


Per restare in tema non è colpa mia se fai paragoni del c.
Okkau17 Maggio 2018, 20:29 #7
Ma in inghilterra i genitori non esistono?
A quando una legge per far mangiare i broccoli ai bambini?

Poi vietano la pornografia online ai minori che poi posso comprarsi la droga, armi, puttane....
Sandro kensan17 Maggio 2018, 20:52 #8
Ma invece di vietare la pornografia non è meglio vietare Internet ai minori?
Ryddyck17 Maggio 2018, 21:02 #9
Originariamente inviato da: domthewizard
non capisco perchè se da un lato si spinge sempre di più (giustamente) verso l'educazione sessuale fin dalle scuole medie dall'altro la pornografia viene vista come il male e bisogna essere maggiorenni. alla fine non fa male a nessuno a differenza di alcol e droghe, quindi perchè non lasciano i ragazzini liberi di farsi le pippe?

Perché il problema non è la pornografia in sé ma l'uso che se ne fa, soprattutto per i minori di 14 anni e non potrà sostituirsi all'educazione sessuale.
Si crea una visione distorta di cosa sia il sesso/amore e di come bisogna comportarsi con il/la partner (mi riferisco a particolari categorie di intrattenimento per adulti particolarmente estreme, basta vedere qualche intervista del Rocco nazionale, anche lui cerca di far passare il messaggio che si tratta di un film e non della realtà oltre alla usuale figura che assume la donna-oggetto (anche se molti produttori cercano di portare la normalità-parità di sessi)... quindi in teoria sarebbe una cosa da utilizzare successivamente...

NB: a mio avviso si dovrebbe pure fare qualcosa per i social network/media in generale, questo cambiamento sociale dalle statistiche non è molto salutare per le generazioni attuali e future (parliamo di depressione, mancanza di autostima, ansia, capacità di interazione, attività motoria, etc. etc.)
29Leonardo17 Maggio 2018, 22:24 #10
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Ma invece di vietare la pornografia non è meglio vietare Internet ai minori?


Non puoi vietare completamente internet perchè può servire anche a fini di studio/scolatistici, sicuramente vanno proibiti contenuti per adulti o potenzialmente dannosi e/o che ti espongono a dei rischi tipo i social dove in certe fascie di età dilaga il bullismo e credo abbiamo visto tutti a cosa porta per le persone piu "sensibili" o che attraversano fasi particolari dell'adolescenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^