Oltre 60 siti web censurati in Egitto

Oltre 60 siti web censurati in Egitto

Le autorità bloccano numerosi siti web e alcuni servizi VPN. Le motivazioni sarebbero presunti legami con il terrorismo, ma secondo alcuni si tratterebbe di una misura per mettere il bavaglio alle opposizioni di al-Sisi

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:41 nel canale Web
 

Il governo egiziano ha bloccato l'accesso ad olre 60 siti web nel corso della giornata di ieri: a diramare la notizia è l'Association for Freedom of Tought and Expression, associazione che funge da cane da guardia nei confronti del potere politico in Egitto.

La maggior parte dei siti censurati sono di società di informazione private e piattaforme media che secondo le autorità egiziane avrebberi espresso supporto al errorismo o sarebbero in qualche modo associate con il Qatar e i Fratelli Musulmani. L'agenzia stampa Reuters afferma comunque che l'azione va a colpire anche realtà come Mada Masr, una pubblicazione senza legami con l'Islam, o il quotidiano finanziario Al-Borsa.

Sembra che la recente ondata di ban (già a maggio il governo egiziano ha bloccato 21 siti web indipendenti) abbia colto di sorpresa i giornalisti nonostante l'inclinazione alla censura dell'Egitto. Alcuni dei giornalisti che collaborano con i siti web bloccati credono che il governo stia usando il pugno duro nei confronti dei siti di informazione per imbavagliare le voci dell'opposizione poiché è convinzione comune che il presidente Abdel Fattah al-Sisi voglia candidarsi per un secondo mandato nel 2018.

L'Association for Freedom of Thought and Expression afferma che alcuni siti web sono stati in grado di aggirare il blocco usando URL alternativi, mentre altri sono ancora accessibili se si usa HTTPS invece di HTTP. Purtroppo i cittadini egiziani potrebbero comunque avere difficoltà anche ad accedere ad altre parti del web, dal momento che il governo ha iniziato a bloccare anche i servizi VPN, e non ci sono indicazioni che l'amministrazione abbia intenzione di tornare sui suoi passi nel giro di breve tempo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SpyroTSK13 Giugno 2017, 21:36 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
La maggior parte dei siti censurati sono di società di informazione private e piattaforme media che secondo le autorità egiziane avrebberi espresso supporto al errorismo o sarebbero in qualche modo associate con il Qatar e i Fratelli Musulmani.


manca una T...
djmatrix61914 Giugno 2017, 00:08 #2
Originariamente inviato da: SpyroTSK
manca una T...


Sicuro manca solo una T?

Il governo egiziano ha bloccato


Tag del grassetto sbagliato. Capita.

ad olre 60 siti web


La "T".

Association for Freedom of Tought and Expression


Si usano questi strani simboli " " in questi casi (va beh, i giornalisti veri dovrebbero saperlo). Manca la H a "tought".

le autorità egiziane avrebberi espresso supporto al errorismo


avrebberi, avrebberai semmai. Eh? E la T, ovvio.

(già a maggio..


Maggio.... Maggio.

Non continuo perché mi sta prendendo fin troppo tempo la cosa per queste poche righe..
Niente virgole, scrittura da scuola elementare, che poi alla fine quando dice..

e non ci sono indicazioni che l'amministrazione abbia intenzione di tornare


Ma che vuol dire??

Andrea Bai sta inseguendo la professionalitá nota di Rosario e Nino...

Avete praticamente pubblicato una bozza!

Comunque si fa per ridere..
MaxFabio9314 Giugno 2017, 00:28 #3
A parte gli errori ortografici per tornare in tema è paradossale pensare che molte persone in Italia denunciano uno stato autoritario e non si rendono conto di quello che li circonda, stati in cui c'è una vera dittatura e censura in corso d'opera.
GTKM14 Giugno 2017, 09:50 #4
Originariamente inviato da: MaxFabio93
A parte gli errori ortografici per tornare in tema è paradossale pensare che molte persone in Italia denunciano uno stato autoritario e non si rendono conto di quello che li circonda, stati in cui c'è una vera dittatura e censura in corso d'opera.


Ma che vuol dire? E poi le primavere arabe e gli arcobaleni non avrebbero portato la luce in tutto il mondo?
Gio2214 Giugno 2017, 10:22 #5
Originariamente inviato da: MaxFabio93
A parte gli errori ortografici per tornare in tema è paradossale pensare che molte persone in Italia denunciano uno stato autoritario e non si rendono conto di quello che li circonda, stati in cui c'è una vera dittatura e censura in corso d'opera.


c'è un grossa differenza
L'egitto non si è mai dichiarato paladino della democrazia,l'occidente,di cui facciamo parte,si.


quindi il tuo ragionamento è invalido.
MaxFabio9314 Giugno 2017, 21:40 #6
Originariamente inviato da: GTKM
Ma che vuol dire? E poi le primavere arabe e gli arcobaleni non avrebbero portato la luce in tutto il mondo?


Quello che ho detto? Non sono stato abbastanza chiaro? In Italia si "denuncia" da molti uno stato autoritario peggio della più sanguinosa delle dittature, con censura e tutto il resto...vuoi dirmi che non è vero? Non conosci tutto il mondo di internet allora, specialmente quello dove sguazzano gli analfabeti.

Originariamente inviato da: Gio22
c'è un grossa differenza
L'egitto non si è mai dichiarato paladino della democrazia,l'occidente,di cui facciamo parte,si.

quindi il tuo ragionamento è invalido.


Spiegati...perchè? Vivi in una dittatura tu? In Italia?
GTKM15 Giugno 2017, 01:09 #7
Originariamente inviato da: MaxFabio93
Quello che ho detto? Non sono stato abbastanza chiaro? In Italia si "denuncia" da molti uno stato autoritario peggio della più sanguinosa delle dittature, con censura e tutto il resto...vuoi dirmi che non è vero? Non conosci tutto il mondo di internet allora, specialmente quello dove sguazzano gli analfabeti.



Spiegati...perchè? Vivi in una dittatura tu? In Italia?


In Italia si denunciano alcune posizioni che possono portare ad una deriva "autoritaria", ma in senso più largo.
Poi è una logica insensata: come dire che siccome in alcune parti del mondo ci sono dittature spietate, qui va tutto benissimo.
MaxFabio9315 Giugno 2017, 20:07 #8
Originariamente inviato da: GTKM
In Italia si denunciano alcune posizioni che possono portare ad una deriva "autoritaria", ma in senso più largo..


Insomma...altro che senso più largo, più stretto semmai, ricordiamoci che sono le stesse persone che condividono centinaia di bufale su Internet.

Poi è una logica insensata: come dire che siccome in alcune parti del mondo ci sono dittature spietate, qui va tutto benissimo


Non ho mai detto questo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^