Microsoft promette un plug in per H.264 in Chrome

Microsoft promette un plug in per H.264 in Chrome

A redmond verrà sviluppato un plug in dedicato a Google Chrome e in grado di garantire il supporto a H.264

di pubblicata il , alle 17:12 nel canale Web
GoogleMicrosoft
 

Google aveva annunciato nelle scorse settimane la propria intenzione di abbandonare H.264 in Google Chrome dimostrando di credere parecchio in WebM e in VP8. Questa notizia ha gettato ovviamente un po' di scompiglio per le possibili ricadute, e viene anche letta come una nota fuori dal coro considerando la scelta diametralmente opposta fatta da Google nei confronti di alcune tecnologie Adobe.

La notizia riguarda però Microsoft: a Redmond svilupperanno un plugin in grado di garantire il supporto a H.264 in Google Chrome. Un'iniziativa simile era già stata preannunciata alcune settimane fa e in quel caso riguardava Firefox.

Microsoft con questa mossa conferma di non credere in WebM e di riversare il proprio sforzo nei confronti di H.264, tecnologie su cui ha lavorato parecchio sia all'interno di Microsoft Windows 7 sia in Internet Explorer 9 il cui rilascio è atteso nei prossimi mesi.

Google e Microsoft si fronteggiano a distanza su un argomento che di primo acchito potrebbe apparire meramente tecnico. In realtà da queste scelte potrebbe dipendere il successo o meno di tante iniziative, basti considerare quanto oggi siano diffusi e usati sul web i contenuti video. La situazione attuale è di stallo con i grandi colossi del web e del software che hanno preso le proprie decisioni, in alcuni casi anche parecchio in contrapposizione, e si attende la svolta.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
black-m0104 Febbraio 2011, 17:23 #1
"Microsoft con questa mossa conferma di non credere in WebM"

Microsoft, ricorda ai suoi utenti di essere la comproprietaria di MPEG-LA. All your base are belong to us.
matr!x04 Febbraio 2011, 17:39 #2
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
....
A redmond verrà sviluppato un plug in dedicato a Google Chrome e in grado di garantire il supporto a H.264 ....


ma anche no ...c'è già :
http://www.interoperabilitybridges....sion-for-chrome
YellowT04 Febbraio 2011, 21:05 #3
Se i servizi google non supporteranno H264 allora semplicemente tutti si adegueranno.
Youtube è leader e decide i giochi.
II ARROWS04 Febbraio 2011, 21:07 #4
Se Google non vuole supportare alcune cose, arriva Microsoft che li aggira e sviluppa per la concorrenza!

E poi dicono che Microsoft è malvagia.
blackshard04 Febbraio 2011, 23:47 #5
Originariamente inviato da: black-m01
"Microsoft con questa mossa conferma di non credere in WebM"

Microsoft, ricorda ai suoi utenti di essere la comproprietaria di MPEG-LA. All your base are belong to us.


L'hai detto fratello. Tira l'acqua al suo mulino.
Questa invadenza di microsoft nei browser altrui ormai è arcinota, basta guardare la miriade di plugin microsoft installati su firefox.
jokerpunkz05 Febbraio 2011, 00:45 #6
Originariamente inviato da: II ARROWS
Se Google non vuole supportare alcune cose, arriva Microsoft che li aggira e sviluppa per la concorrenza!

E poi dicono che Microsoft è malvagia.


Hemm ti è forse sfuggito il primo commento:
Originariamente inviato da: black-m01
"Microsoft con questa mossa conferma di non credere in WebM"

Microsoft, ricorda ai suoi utenti di essere la comproprietaria di MPEG-LA. All your base are belong to us.


non è che google ci guadagna a spingere Ogg theora,webM & vp8, sono tutte tecnologie opensource di cui anche M$ potrebbe godere in modo gratuito, come tutti gli altri d'altronde. invece no, dobbiamo prostrarci a 90 e pagare royalty su royalty (che non pagherai per averlo nel browser, ma per avere la decodifica in hardware su una handycam...si, sull'ipad pure, sul cellulare pure

quindi M$ continua ad infinocchiare facendoci credere che la roba sua è gratis, come le licenze oem sui pc....
II ARROWS05 Febbraio 2011, 01:48 #7
Non so se hai notato l'elevata qualità dei formati promossi da Google, che bada solo allo spazio occupato nei suoi hard disk e non alla qualità dell'immagine.

Questo formato presenta ad oggi validi decoder hardware, supporto praticamente totale e una qualità notevolmente superiore.
Giuseppe Guerrasio05 Febbraio 2011, 15:13 #8
a
Giuseppe Guerrasio05 Febbraio 2011, 15:27 #9
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: http://www.hwfiles.it/news/microsof...rome_35385.html

A redmond verrà sviluppato un plug in dedicato a Google Chrome e in grado di garantire il supporto a H.264

Click sul link per visualizzare la notizia.


L'articolo scritto sopra giustamente lancia una notizia e non specifica nel dettaglio la situazione, a mio giudizio esclusivamente personale, la riassume semplificandola molto, per cui a chi vuole chiarirsi le idee sulla situazione e anche sulla posizione di Microsoft consiglio di leggere il post specifico ufficiale sull'argomento:
http://blogs.msdn.com/b/ie/archive/...-community.aspx

anche l'articolo in inglese in link da quello in Italiano sopra http://arstechnica.com/microsoft/ne...gle-on-webm.ars chiarisce meglio la situazione ed i diversi punti di vista.

Il plugin H264 per chrome è già disponibile come fanno notare in altri commenti e limiti e particolarità sono descritte nella pagina di download:
http://www.interoperabilitybridges....sion-for-chrome

Aggiungo alcuni punti secondo me importanti per chiarire la situazione, provando a riassumere i nodi principali:

- Microsoft non fa una scelta di campo sul codec per il Tag Video e si assicura che in IE9 si possa supportare codec differenti

-Con IE9 viene preinstallato H264 ma il browser consente anche l'utilizzo di webM se l'utente decide di installare il codec.

-Microsoft collabora ampiamente con Google per far funzionare correttamente il codec webM su Windows

-in molti hanno sollevato legittimi interrogativi circa la responsabilità, e i rischi su eventuali possibili brevetti pendenti su webM, e il supporto per WebM e i sostenitori di WebM non hanno risposto su questo punto in modo chiaro

-Chi è responsabile per il rischio presente per i consumatori, aziende e sviluppatori fino a quando eventualmente l'ordinamento giuridico non risolve i problemi di proprietà intellettuale ?

- Quando e soprattutto come si darà spazio per la comunità e gli enti dei Web Standards di accedere a webM e di proporre modifiche evoluzioni ? come si potranno proporre modifiche ed evoluzioni e chi le guiderà realmente ? Ad oggi non si ha nessuna notizia su questo, il codice non è realmente pubblico e non si ha nessun piano su come verrà fatto evolvere e da chi e sarebbe opportuno che fosse guidato da un ente di standardizzazione l'evoluzione del formato. Non si hanno notizie su questo al momento ... dire che una cosa è open non significa molto in termini poi reali

- open non significa standard

- Qual è il piano per il ripristino della coerenza tra i dispositivi, i servizi Web, e il PC.

-ad oggi H264 è uno standard abbracciato dall'intera industra dell'intrattenimento e presenta ad oggi validi decoder hardware nelle GPU e nei principali box e televisori sul mercato, ha praticamente un supporto totale e una qualità notevolmente superiore, per cui togliere il supporto dai browser sembra proprio strumentale, al limite la cosa più sensata dal mio punto di vista è quella di supportare entrambi i formati, e chiarire i problemi di brevetti e il percorso di evoluzione futura di webM. Ed infatti MS in IE9 permette di usare anche webM ma senza preinstallarlo, lasciando eventualmente all'utente la possibilità di farlo.


Per contribuire a farsi un idea è anche interessante dal mio punto di vista anche questo post sull'argomento :
http://antimatter15.com/wp/2011/01/...d-vp8-vs-h-264/

La mia opinione personale è che la cosa migliore è quella eventualmente di supportarli entrambi, per poterli preinstallare entrambi vanno però chiariti gli eventuali problemi di brevetti citati negli articoli e anche come webM evolverà nel futuro .
blackshard05 Febbraio 2011, 16:23 #10
Originariamente inviato da: Giuseppe Guerrasio
-in molti hanno sollevato legittimi interrogativi circa la responsabilità, e i rischi su eventuali brevetti, e il supporto per WebM e i sostenitori di WebM non hanno risposto su questo punto in modo chiaro


Google ha studiato la questione e dice che non ci sono punti sostenibili per MPEG-LA su cui appellarsi su webm.
MPEG-LA non si è ancora appellata su nulla.
Diversi produttori hardware hanno mostrato le loro implementazioni su SoC.

Originariamente inviato da: Giuseppe Guerrasio
-Chi è responsabile per il rischio presente per i consumatori, aziende e sviluppatori fino a quando eventualmente l'ordinamento giuridico non risolve i problemi di proprietà intellettuale ?


FUD. Presupponi già che problemi di ordinamento giuridico esistano.

Originariamente inviato da: Giuseppe Guerrasio
- Quando e soprattutto come Google darà spazio per la comunità Web Standards di accedere a webM e di proporre modifiche evoluzioni ? come si potranno proporre modifiche ed evoluzioni e chi le guiderà realmente ? Ad oggi non si ha nessuna notizia su questo, il codice non è realmente pubblico e non si ha nessun piano su come verrà fatto evolvere e da chi.


FUD massimo. Non mi pare che h264 faccia parte di alcun "web standard", visto che il w3c non specifica alcun web standard da questo punto di vista. Piuttosto si indica che il web standard debba essere royalty free, e h264 non lo è.
Il codice "non veramente pubblico" di cui parli è tutto disponibile su http://www.webmproject.org/ ed è già stato introdotto nel progetto ffmpeg, sia in forma di encoder che di decoder, con ottimizzazioni ad-hoc, oltre alle implementazioni hardware dei SoC citati in precedenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^