Google News a rischio chiusura in Europa a causa della 'link tax'

Google News a rischio chiusura in Europa a causa della 'link tax'

La "link tax" potrebbe applicare rigide restrizioni in Europa su alcune piattaforme di condivisione di contenuti: fra queste si trova anche Google News.

di pubblicata il , alle 16:21 nel canale Web
Google
 

L'articolo 11 e l'articolo 13 sono in discussione durante questi mesi nel Parlamento Europeo; si tratta della "Direttiva sul diritto d'autore" dell'Unione Europea, sottoposta a un immenso scrutinio online. Queste leggi europee potrebbero portare alcune piattaforme come YouTube e Google News a sparire dal nostro territorio.

Per chi non lo sapesse, Google News è un aggregatore che indicizza le notizie delle principali fonti giornalistiche disponibili su web. Il servizio utilizza e include snippet di articoli, mostrando spesso le prime righe di una notizia, accanto al titolo e all'immagine, per fornire più contesto ai lettori.

Richard Gingras, vicepresidente della divisione news di Google, ha rilasciato un'intervista a The Guardian nella quale ha discusso della questione sulla "Direttiva sul diritto d'autore nel mercato unico digitale" europeo. Google News è un modo per aiutare i giornali a riguadagnare le entrate perse dalle società di pubblicità digitale. Secondo le nuove direttive Google dovrebbe pagare le pubblicazioni ogni volta che pubblica un contenuto, ma, non generando entrate da Google News, non avrebbe senso continuare a seguire il progetto in Europa.

Questa situazione ricorda da molto vicino quanto avvenuto qualche anno fa in Spagna, quando è stata approvata una legge simile che ha causato un forte calo nei punti vendita locali.

Google definisce News "un servizio prezioso per la società"; infatti, come detto prima, aiuta anche le testate giornalistiche a recuperare le entrate attraverso i proventi pubblicitari. Sarebbe davvero un peccato se Google decidesse di "oscurarla" in Europa anche perché i lettori dovranno utilizzare altri metodi per trovare le notizie. Una soluzione potrebbe essere la diminuzione del traffico verso i siti partner di Google News, comportando anche ad una riduzione del numero di notizie nei risultati di ricerca.

Gli articoli 11 e 13 saranno finalizzati nel gennaio 2019, con le società che fanno pressione per modificare il testo finale della legislazione prima di allora. Google dice che prenderà una decisione dopo che sarà rilasciata la sentenza finale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maxbat200221 Novembre 2018, 16:32 #1

Google News addio ... anzi arrivederci

Probabilmente, se Google News chiuderà in Europa, aumenterà il numero degli utenti che vi accederà tramite VPN online. ;-)
Ragerino21 Novembre 2018, 16:44 #2
Originariamente inviato da: maxbat2002
Probabilmente, se Google News chiuderà in Europa, aumenterà il numero degli utenti che vi accederà tramite VPN online. ;-)


a che pro ? Semplicemente se non indicizzera le testate europee, cosa te ne fai di leggere le notizie locali dell'Ontario con il VPN ?
Obelix-it21 Novembre 2018, 16:45 #3
"Continuiamo cosi', facciamoci del male" (cit.)
cata8121 Novembre 2018, 16:47 #4
maxbat200221 Novembre 2018, 18:00 #5
Originariamente inviato da: Ragerino
a che pro ? Semplicemente se non indicizzera le testate europee, cosa te ne fai di leggere le notizie locali dell'Ontario con il VPN ?


Mah, veramente spesso leggo le notizie in lingua inglese, anche quelle del Canada, che discuto con un amico canadese via Skype. A rischio di andare OT, è interessante vedere i bias di Google News: gli argomenti dei titoli delle notizie del Canada in francese spesso sono molto diversi da quelli in inglese. In barba a queste problematiche, per UK il sito della BBC resta sempre più che decente.
Piedone111321 Novembre 2018, 18:04 #6
Originariamente inviato da: cata81


Come no, news di testate giornalistiche che sono obiettive.
Ma davvero non vi rendete conto che la libera informazione non esiste ne in Italia nel nel mondo?
Qualsiasi tg ( di qualsiasi rete) per esempio piegano la verità alle proprie esigenze ( che con riprese e montaggi ad ok passano per gremita una conferenza con la sale a metà, o meno della capacità.
Oppure sull'informazione dello spread ( e a chi nuoce davvero uno spread alto), o nell'invocare alla crisi bancaria come un rischio per l'intera nazione ( quando le banche invece di finanziare la produttività reale hanno finanziato la speculazione pure).
Si potrebbe parlare per ore della libera informazione che manca in Italia, ma in molti negherebbero l'evidenza, paradossalmente preferirei la cenzura di stato ( che è palese e che quindi ti fa sempre in parte dubitare delle notizie) piuttosto che all'informazione "libera" e sopratutto distorta che subiamo in Italia ( e no, non parlo di vaccini o cospirazioni od altro dato che sono prodotti direttamente derivati dalla libera disinformazione)
zappy21 Novembre 2018, 18:28 #7
Originariamente inviato da: maxbat2002
Mah, veramente spesso leggo le notizie in lingua inglese, anche quelle del Canada, che discuto con un amico canadese via Skype. ...


le notizie hanno una forte connotazione geografica. A meno che non parliate di riscaldamento globale, o temi di portata mondiale, difficile che abbia qualche utilità concreta parlare con un canadese.
matrix8321 Novembre 2018, 18:42 #8
Originariamente inviato da: maxbat2002
Probabilmente, se Google News chiuderà in Europa, aumenterà il numero degli utenti che vi accederà tramite VPN online. ;-)

Se non capisci la questione puoi anche non commentare eh.
Che cavolo c'entra la VPN se mancheranno proprio i contenuti (le testate europee)? Se vuoi leggerti notizie americane puoi continuare a farlo tranquillamente. E senza VPN.
Mandalore21 Novembre 2018, 18:49 #9
Originariamente inviato da: Piedone1113
Come no, news di testate giornalistiche che sono obiettive.
Ma davvero non vi rendete conto che la libera informazione non esiste ne in Italia nel nel mondo?
Qualsiasi tg ( di qualsiasi rete) per esempio piegano la verità alle proprie esigenze ( che con riprese e montaggi ad ok passano per gremita una conferenza con la sale a metà, o meno della capacità.
Oppure sull'informazione dello spread ( e a chi nuoce davvero uno spread alto), o nell'invocare alla crisi bancaria come un rischio per l'intera nazione ( quando le banche invece di finanziare la produttività reale hanno finanziato la speculazione pure).
Si potrebbe parlare per ore della libera informazione che manca in Italia, ma in molti negherebbero l'evidenza, paradossalmente preferirei la cenzura di stato ( che è palese e che quindi ti fa sempre in parte dubitare delle notizie) piuttosto che all'informazione "libera" e sopratutto distorta che subiamo in Italia ( e no, non parlo di vaccini o cospirazioni od altro dato che sono prodotti direttamente derivati dalla libera disinformazione)


Straquoto, io personalmente non ne sentirò la mancanza.
Nuke98721 Novembre 2018, 18:50 #10
Google News era una delle mie fonti di informazioni principali che ho smesso di utilizzare quando quasi 1 anno fa hanno aggiornato l'interfaccia rendendola INUTILIZZABILE sul mio telefono. Lentissimo, pesante e ci vogliono 10 metri di slide col dito sullo schermo per scendere di 100 pixel.

Da allora utilizzo un aggregatore di contenuti RSS che alla fine non è altro che quello che fa Google News. Se anche sparisse non vedrei il problema. Basta scaricarsi un App per gli RSS ed aggiungere tutte le fonti. Ecco, l'unico sbattimento è andarsi a ricordare tutti i nomi dei giornali/siti che si vuole leggere. In 10 minuti hai finito tutto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^