Google Location History Dashboard per ricordarci dove siamo stati

Google Location History Dashboard per ricordarci dove siamo stati

Google Location History Dashboard è una nuova opzione di Google Latitude che tiene traccia dei propri spostamenti

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 08:40 nel canale Web
Google
 

Google aggiunge una piccola novità al servizio Google Latitude offerto per i dispositivi mobile: attraverso la Google Location History Dashboard sarà possibile tenere traccia dei propri spostamenti potendo accedere a tali infomazioni anche in un secondo momento.

Google Latitude è un servizio che associa a un account Google la propria posizione geografica e permette di condividere questa informazione qualora l'utente lo desideri. Le informazioni relative alla propria posizione vengono acquisite attraverso il ricevitore GPS presente sul telefono, oppure in modo meno preciso utilizzando le informazioni provenienti dalle celle telefoniche a cui il terminale è connesso.

Anche per l'opzione Google Location History Dashboard sono disponibili alcune impostazioni relative alla privacy e all'utente è lasciata anche la possibilità di eliminare completamente tali informazioni. Al momento il servizio è in fase di beta test e ulteriori informazioni sono disponibili a questo indirizzo.

Google fa sapere che le informazioni presenti sulla Google Location History Dashboard possono essere integrate con altri contenuti già disponibili online, come ad esempio informazioni relative a monumenti o città. L'interesse nei confronti di questa nuova opzione non è relativo alle nuove possibilità offerte, quanto piuttosto alle possibili evoluzioni. A tal proposito Google nel post di presentazione di Google Location History Dashboard sottolinea le potenzialità offerte dalle Google Latitude API.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fabri8528 Maggio 2010, 09:42 #1
Oppure per permettere a solo di mantenere traccia di ogni nostro spostamento.
Privacy un corno... una volta che hai inserito determinate info sui loro server è fattà.

Scusate ma soffro della sindrome di Bigbrother. Non amo spiattellare le mie info in giro e disprezzo facebook.
unnilennium28 Maggio 2010, 09:45 #2
Originariamente inviato da: fabri85
Oppure per permettere a solo di mantenere traccia di ogni nostro spostamento.
Privacy un corno... una volta che hai inserito determinate info sui loro server è fattà.

Scusate ma soffro della sindrome di Bigbrother. Non amo spiattellare le mie info in giro e disprezzo facebook.


questa funzionalità è utile, usufruendo del servizio si rinuncia un pò ad un pezzo di privacy comunque, giusto avere accesso all'history, tanto loro ce l'hanno già la tua history, quindi non vedo dove sia il problema.
lagunaloires28 Maggio 2010, 10:22 #3
Noi siamo già compromessi nel senso della privacy.... tanto vale non pensarci su e fare i pomodorini davanti allo schiacciasassi in moto: wow! meno male un po' di ombra!
HomerJS28 Maggio 2010, 10:32 #4
https://www.google.com/latitude/apps/alerts
Beh non è che sia così male... se poi ad uno non interessa non lo attiva!
Ma poi... tutti mettono tutto su Faccialibro, questo è un modo pratico per permettere per es. a due amici di poter sapere che trovandosi vicino possono prendersi un caffè insieme, senza troppe organizzazioni anticipate.
eteknozzo29 Maggio 2010, 14:23 #5

SEMPRE LE SOLITE LAGNE

ma guarda che dove sei andato TU a google non gliene frega niente! o hai qualcosa da nascondere?
l'uso di questi dati AL LIMITE è a fine statistico per fare elaborazione dati con campioni di milioni di utenti, ma di dove sia stato TU in particolare potrebbe fregarne di meno a nessuno.
medialk31 Maggio 2010, 04:43 #6

Sempre i soliti commenti superficiali

Avere o meno qualcosa da nascondere non c'entra nulla con il fatto che ci piaccia o meno fornire i dati dei propri spostamenti ad una società privata sulla quale non si ha un vero controllo.

Se a te piace fatti pure mettere un collare come agli uccelli migratori.

Fortuna che nessuno obbliga nessuno ad iscriversi ad un servizio del genere (e ci mancava pure) e potrà risultare utile per molti usi, ma per me rimane una tremenda intrusione nella vita privata anche di chi non lo userà.

Il motivo è presto detto: grazie ai calcoli statistici sapranno anche dove sono stato e dove andrò io che non lo uso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^