Google lancia per tutti il nuovo dominio sicuro .app con HTTPS obbligatorio

Google lancia per tutti il nuovo dominio sicuro .app con HTTPS obbligatorio

Fra le caratteristiche più interessanti del nuovo dominio .app c'è il requisito minimo del protocollo HTTPS per tutti i siti registrati. A partire dal 7 maggio chiunque potrà registrare un proprio sito .app

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Web
Google
 

Oltre tre anni fa Google aveva acquisito i diritti esclusivi sul dominio di primo livello .app con un investimento di circa 25 milioni di dollari e, a partire dal 7 maggio, chiunque potrà registrare il proprio dominio con termine in .app attraverso l'Early Access Program della compagnia. Dal giorno successivo, invece, i domini saranno disponibili per l'acquisto anche attraverso siti di terze parti.

Il dominio di primo livello .app (TLD, da Top-Level Domain) sarà una scelta interessante per gli sviluppatori di applicazioni e servizi nell'industria tecnologica e per chi, fra questi, necessita di un'alternativa al diffuso .com, dove i nomi disponibili stanno diventando sempre meno numerosi. Molto interessante la richiesta di Google: tutti i siti .app che verranno pubblicati dovranno sfruttare il protocollo sicuro HTTPS, al fine di proteggere gli utenti da malware, iniezioni di sistemi di tracking da parte dei provider internet, e altri strumenti contro il monitoraggio.

Negli ultimi anni Google c'è andata pesante con il protocollo HTTPS attraverso alcune modifiche effettuate su Chrome, come ad esempio la segnalazione sulla UI di tutti i siti che trasmettevano dati sensibili attraverso l'uso di un protocollo non sicuro, come HTTP. Lo scorso autunno la compagnia aveva fatto notare che il 64% del traffico web generato attraverso il suo browser era protetto, con un aumento consistente rispetto al 42% dell'anno precedente.

A partire da Chrome 68, quindi dal prossimo mese di luglio, tutti i siti non HTTPS verranno contrassegnati come "non sicuri". La decisione di richiedere la protezione HTTPS su tutti i siti .app è coerente con la strategia di Google sulla sicurezza dei dati, e nell'annuncio ufficiale è stato fatto notare: "Visto che .app sarà il primo TLD reso disponibile per la registrazione generale con sicurezza avanzata, darà un notevole contributo al web verso un futuro basato solo su HTTPS".

Prima del lancio al pubblico Google ha contattato diversi potenziali candidati all'uso del dominio, e fra quelli che lo sfruttano già oggi troviamo BNEXT, Bark, CallApp, The Podcast App, Pickle, MenaVR, e molti altri (qui trovate una lista). La compagnia ha inoltre rimosso il requisito iniziale che limitava l'uso del dominio ai soli sviluppatori di app, tuttavia è chiaro che in ogni caso il dominio può offrire i vantaggi migliori in quello specifico mercato. Google ha inoltre dichiarato che punta a mantenere basso il costo del dominio, anche se nell'annuncio non sono state menzionate le cifre.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^