Falso sito ''IMPS'': in 500mila ci credono e inseriscono di dati per il Reddito di cittadinanza

Falso sito ''IMPS'': in 500mila ci credono e inseriscono di dati per il Reddito di cittadinanza

Più di mezzo milione di persone hanno consultato il falso sito web "IMPS" pensando che si trattasse dell'ufficiale per fare richiesta per il Reddito di cittadinanza. La satira invece era partita da Ars Digitalia.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Web
 

Non si fa che parlare in questi ultimi mesi della possibilità per alcuni cittadini di riuscire a ricevere un cosiddetto Reddito di Cittadinanza capace di far corrispondere dallo Stato un determinato reddito mensile, appunto, durante il periodo di inoperatività per licenziamento. Una proposta del Movimento 5 Stelle che al Governo ora assieme alla Lega sta cercando di attivare per il prossimo anno. Tante le problematiche ma di fatto tante anche le persone che sono pronte a richiederlo. Ecco che addirittura 500mila persone avevano pensato che quel sito web denominato IMPS avesse già aperto le iscrizioni per ricevere il Reddito. Niente di più falso visto che era solo una mossa satirica della Ars Digitalia.

La società di comunicazioni, Ars Digitalia, ha capito la portata del Reddito di cittadinanza ma ha anche percepito come lo stesso provvedimento sia ancora molto poco chiaro per i cittadini italiani e soprattutto non vi siano ancora delle date certe sulla sua messa in pratica, oltre ai vari procedimenti per attivarlo. Prendendo spunto da questo e in qualche modo volendo sbeffeggiare l'Inps e la proposta, la società di comunicazioni, ha deciso di attivare il sito web fasullo "IMPS" che in tanti hanno visitato.


Clicca per ingrandire

In questo caso sul sito gli utenti hanno immediatamente trovato un form in cui inserire i propri dati per richiedere appunto il Reddito di cittadinanza. Dopo aver compilato il tutto però sarebbe comparso un avviso di errore nella scrittura sintomo che qualcosa non fosse poi così veritiero. Di fatto ben 500 mila cittadini hanno pensato il contrario e hanno inserito senza alcun remore i propri dati per la richiesta del Reddito tanto osannato in questi ultimi mesi.

Gli sviluppatori di "IMPS" hanno voluto portare all'attenzione la sicurezza informatica ma anche l'acquisizione dei dati personali che troppo spesso e troppo facilmente vengono rilasciati ad aziende che poi li utilizzano per scopi non proprio trasparenti. ARS Digitalia avverte come "Prima di inviare un modulo con i vostri dati personali, dovete sempre controllare attentamente la fonte del sito che state compilando".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

222 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
luca9517 Dicembre 2018, 10:03 #1
Dio mio come siamo caduti in basso
mattia.l17 Dicembre 2018, 10:15 #2
Sarei curioso di vedere quanti di questi vivono nelle regioni del sud
secondo me una buona %
bagnino8917 Dicembre 2018, 10:23 #3
Genii assoluti.

Se cliccate su "Sei un immigrato?"
megthebest17 Dicembre 2018, 10:25 #4
Originariamente inviato da: mattia.l
Sarei curioso di vedere quanti di questi vivono nelle regioni del sud
secondo me una buona %


cosa c'entrerebbe scusa la provenienza?
Purtroppo esistono in tutta Italia e la credulità popolare, unita all'ignoranza (soprattuto quando si parla di web ed informatica in genere) non ha regione!
permaloso17 Dicembre 2018, 10:26 #5
e non parliamo di dati "banali" come nome cognome data di nascita email, ma codice fiscale e numero di cellulare.. per avere i dati di quei 500.000 Gonzi c'è chi pagherebbe una fortuna, c'è da campare di rendita per 4 generazioni
doctor who ?17 Dicembre 2018, 10:28 #6
Originariamente inviato da: mattia.l
Sarei curioso di vedere quanti di questi vivono nelle regioni del sud
secondo me una buona %


Ci vuole uno studio per scoprire che le persone più povere (e quindi con, tendenzialmente, una preparazione scolastica peggiore) si trovano nelle regioni più povere ? :V

È anche vero che questa confusione è perfettamente comprensibile, le dichiarazioni di Di Maio non possono che creare confusione, ogni giorno ne spara una: i chip intelligenti, i navigator, massimo 3 proposte di lavoro, ma se troppo lontano da casa forse di più, le carte le stiamo già stampando !!!! anzi no... però quasi... si possono usare solo lì, solo là, ma solo di giovedì e se il giorno è dispari...


FaTcLA17 Dicembre 2018, 10:28 #7
"Immigrati non regolari e celiaci" - LoL
Senza scadere nella cattiveria, ma cacciate fuori i nomi e togliete loro il diritto di voto, per cortesia
sintopatataelettronica17 Dicembre 2018, 10:33 #8
Originariamente inviato da: FaTcLA
"Senza scadere nella cattiveria, ma cacciate fuori i nomi e togliete loro il diritto di voto, per cortesia


è che questi son proprio quelli che han già votato (in massa) alle ultime elezioni.. ormai è pure tardi per toglierlo loro (il voto)

tutto (ahimè torna
demon7717 Dicembre 2018, 10:34 #9
Un governo di ritardati può essere eletto solo da un POPOLOH!! di ritardati.
Tutto quadra direi.

Aspettate di vedere quando scopriranno che 2,04 è diverso da 2,4..
Phoenix Fire17 Dicembre 2018, 10:34 #10
Originariamente inviato da: FaTcLA
"Immigrati non regolari e celiaci" - LoL
Senza scadere nella cattiveria, ma cacciate fuori i nomi e togliete loro il diritto di voto, per cortesia


il discorso è questo, bastava leggere e c'erano una marea di errori

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^