Facebook Places anche in Italia

Facebook Places anche in Italia

Facebook Places è il servizio per la localizzazione geografica dei propri messaggi e ora risulta disponibile anche per gli utenti italiani

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 09:13 nel canale Web
Facebook
 

Da alcune ore è disponibile anche per l'utenza italiana Facebook Places, il servizio offre la possibilità di associare ai propri messaggi un riferimento geografico la cui utilità pratica, forse, la si potrà apprezzare in futuro. Per il momento le informazioni aggiuntive rese disponibili con Facebook Places sono fini a se stesse, ma il nuovo servizio aggiuntivo vuole porsi sullo stesso piano di Foursquare, Gowalla o alternative simili: la creazione di un vero e proprio sistema in grado di creare business da questi servizi rappresenta una delle attuali sfide.

Oltre alla possibilità di condividere la propria posizione geografica mentre si pubblica un messaggio è solo una delle attuali possibilità offerte da Facebook Places, infatti l'opzione "qui in questo momento" permette di vedere quali altri contatti Facebook siano nelle proprie vicinanze, in occasione di un evento o all'interno di un locale pubblico.

Facebook ha realizzato una pagina di FAQ dedicata al nuovo servizio e permette di personalizzare le opzioni del proprio account qui. Come tutti i servizi simili, anche Facebook Places merita di essere utilizzato con intelligenza e senso critico: condividere la propria posizione, far conoscere pubblicamente le proprie abitudini potrebbe rivelarsi un'operazione controproducente.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
FA.Picard01 Ottobre 2010, 09:30 #1
Già visto i primi messaggi in bacheca: "Tizio è qui: xxxxxx"

primo commento:"sticazzi "
Rubberick01 Ottobre 2010, 09:31 #2
In generale, far sapere i cazzi propri non e' che sia mai stato troppo producente..
jestermask01 Ottobre 2010, 09:50 #3
Vabbè dai tanto se facciamo il discorso aggressioni/violenze ora è facebbok, prima erano le chat, prima ancora erano le chat pubbliche di msn/skype.

Tanto qualunque cosa permetteva a dei pc di parlare insieme pubblicamente era pericoloso.
Crisa...01 Ottobre 2010, 10:00 #4
aspettando la notizia del tizio che gli hanno svaligiato l'appartamento perchè sapevano perfettamente che era fuori casa
It_vader01 Ottobre 2010, 10:12 #5
il fatto è che teoricamente questa informazione dovrebbe arrivare solo ai tuoi amici... se poi tra i tuoi contatti c'hai 3000 sconosciuti perchè altrimenti non puoi avere "la fattoria più grossa degli altri" è un altro discorso
mantelvaviz01 Ottobre 2010, 10:16 #6
come tutte le tecnologie và usata con la testa... per tutto il resto, selezione naturale
strangers01 Ottobre 2010, 10:18 #7
Originariamente inviato da: Crisa...
aspettando la notizia del tizio che gli hanno svaligiato l'appartamento perchè sapevano perfettamente che era fuori casa


Vedi...questa è la conferma che molti o non sanno usare facebook oppure non conoscono come funziona.
Fammi capire.....hai amici che se sanno che non ci sei ti svaligiano l'appartamento?
Oppure accetti le amicizie da cani e porci?
jestermask01 Ottobre 2010, 10:20 #8
Originariamente inviato da: mantelvaviz
come tutte le tecnologie và usata con la testa... per tutto il resto, selezione naturale


Bella questa! Me la rivenderò spessissimo
recoil01 Ottobre 2010, 10:26 #9
è attivo proprio da ieri perché quando ho aperto l'applicazione facebook sul telefono mi ha subito chiesto se volevo tenere al corrente i miei amici della mia posizione
ovviamente è stata fanculizzata subito

in realtà c'erano delle applicazioni simili che avevo pensato tempo fa, anche prima che nascesse facebook, relative alla posizione dei propri amici, però su FB si finisce con l'avere centinaia di contatti e se non si definiscono dei gruppi precisi l'informazione va a un po' troppe persone

ci sono casi in cui utilizzerei una cosa simile, con un gruppo molto ristretto, ma in generale la ritengo una feature da evitare
Jecko01 Ottobre 2010, 10:29 #10
senza voler fare l'allarmista o il cospirazionista, ma l'idea di comunicare in tempo reale la mia posizione ad un servizio fornito da terzi e non chiaramente e legalmente regolamentato mi da i brividi. Come del resto tutta l'idea che sta dietro facebook mi da i brividi. ovviamente IMHO

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^