Facebook blocca la pagina di David Icke (giornalista britannico): grave disinformazione sul tema COVID-19

Facebook blocca la pagina di David Icke (giornalista britannico): grave disinformazione sul tema COVID-19

Rischioso per la salute dei cittadini: con questa motivazione Facebook chiude la pagina ufficiale di un giornalista UK, David Icke, facendo un altro piccolo passo nella lotta alla disinformazione online, un problema sempre più sentito

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Web
Facebook
 

Sembra riguardarci poco, ma Facebook ha fatto un passo importante nei giorni scorsi: blocco totale della pagina ufficiale di David Icke, noto giornalista e scrittore britannico, da sempre complottista e "disinformatore" (fonte: BBC). La questione è spinosa: dove finisce la libertà di parola e dove inizia un legittimo, o presunto, intervento per bloccare chi disinforma?

Un tema apertissimo, ma ci sentiamo di appoggiare interventi di questo tipo, quando a diffondere notizie false è un personaggio pubblico in grado di influenzare molte persone. E David Icke, di bufale, ne ha sparate davvero tante. Ma vediamo prima come si è arrivati al blocco della pagina.

In UK esiste un gruppo di controllo contro l'odio diffuso per mezzo digitale, chiamato Center for Countering Digital Hate (CCDH). In una lettera aperta, l'ente ha invitato Amazon, Facebook, Twitter e YouTube a chiudere gli account di David Icke, attivo a tutto tondo nel diffondere paura, allarmismo, notizie false e chi più ne ha più ne metta. Non solo, nella lettera si parla anche di razzismo e disinformazione, non a torto.

David Icke, per citare in ordine sparso solo alcuni dei suoi proclami, ritiene che vi sia un gruppo ebraico dietro la diffusione del COVID-19, che il 5G porti le persone ad assorbire meno ossigeno (nonché un legame diretto col virus...), che il COVID-19 non possa essere trasmesso con la stretta di mano, che la Germania sia in fase di approvazione di una legge che legalizzi lo stupro da parte di uomini di fede musulmana (!?!) e altre amenità simili.

Insomma, uno che ci va giù pesante senza alcuna vergogna, cosa che a confronto alcuni dei nostri giornalisti italiani più disinibiti sembrano agnellini. Facebook, da sempre, non si fa tante remore a bloccare profili che incitano all'odio razziale, mentre è molto più cauta (purtroppo), sulla disinformazione generica. Facile quindi che la motivazione data al possessore del profilo sia stata appunto quella relativa all'odio, ma anche al pericolo che le parole possono avere per la salute dei cittadini. Resta il fatto che un passo è stato fatto, molti altri sono ancora da fare, ma sempre meglio di nulla. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

89 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino02 Maggio 2020, 11:40 #1
E' proprio vero che internet ha dato la voce agli idioti.
oliverb02 Maggio 2020, 11:42 #2
Originariamente inviato da: Ragerino
E' proprio vero che internet ha dato la voce agli idioti.


un commento tanto per commentare perchè sicuramente non conosci David Icke che di certo non è diventato famoso grazie a Internet ma lo era molto prima. Un personaggio bizzarro possiamo definirlo il padre dei complottisti estremi colui che diffuse la teoria dei rettiliani
Sputafuoco Bill02 Maggio 2020, 11:44 #3
Se la prendono solo contro le notizie false di qualche complottista a cui non crede nessuno, mai contro la disinformazione ufficiale dei governi e istituzioni.
Ragerino02 Maggio 2020, 11:44 #4
Originariamente inviato da: oliverb
un commento tanto per commentare perchè sicuramente non conosci David Icke che di certo non è diventato famoso grazie a Internet ma lo era molto prima. Un personaggio bizzarro possiamo definirlo il padre dei complottisti estremi colui che diffuse la teoria dei rettiliani


Quindi..un idiota.
Scusa, ma non è che se uno diventa famoso per le idiozie che dice, allora perde lo status di cretino.
ZannaMax02 Maggio 2020, 11:54 #5
Originariamente inviato da: Ragerino
Quindi..un idiota.
Scusa, ma non è che se uno diventa famoso per le idiozie che dice, allora perde lo status di cretino.


Allora sei uno dei tanti tuttologi che si beve tutto quello che i telegiornali sparano.

Salutoni
Ragerino02 Maggio 2020, 11:58 #6
Originariamente inviato da: ZannaMax
Allora sei uno dei tanti tuttologi che si beve tutto quello che i telegiornali sparano.

Salutoni


Ah scusa, hai ragione. Ci sono sicuramente gli ebrei rettiliani massoni dietro a questa epidemia causata dalle schie chimiche in tandem con il 5g.


Buona giornata.
Marko_00102 Maggio 2020, 12:01 #7
@ZannaMax

un tuttologo sa già quello che i telegiornali/giornali/blog
dicono e scrivono altrimenti che tuttologo è?
ZannaMax02 Maggio 2020, 12:01 #8
Originariamente inviato da: Ragerino
Ah scusa, hai ragione. Ci sono sicuramente gli ebrei rettiliani massoni dietro a questa epidemia causata dalle schie chimiche in tandem con il 5g.


Buona giornata.


Si vede proprio come parli solo per dar fiato alla bocca. Aveva fatto degli interventi video con varie persone tra cui medici, psicologi ed altre persone DEL SETTORE. Fessbook ormai è diventato un qualcosa che non è più democratico, come del resto youtube ed altre piattaforme social. Quindi prima di sparare a zero, informati per favore.
ZannaMax02 Maggio 2020, 12:02 #9
Originariamente inviato da: Marko_001
@ZannaMax

un tuttologo sa già quello che i telegiornali/giornali/blog
dicono e scrivono altrimenti che tuttologo è?


Veramente il tuttologo è quello che si informa di tutto su giornali e telegiornali.
Ragerino02 Maggio 2020, 12:05 #10
Originariamente inviato da: ZannaMax
Si vede proprio come parli solo per dar fiato alla bocca. Aveva fatto degli interventi video con varie persone tra cui medici, psicologi ed altre persone DEL SETTORE. Fessbook ormai è diventato un qualcosa che non è più democratico, come del resto youtube ed altre piattaforme social. Quindi prima di sparare a zero, informati per favore.




Se tu ti informi dalle stesse fonti da cui si informa il signore citato nell'articolo, mi sà che fai parte di quelli citati da Umberto Eco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^