Droni, l'idea di Amazon per regolamentare lo spazio aereo

Droni, l'idea di Amazon per regolamentare lo spazio aereo

Uno spazio aereo opportunamente suddiviso e quattro classi di velivoli per integrare i droni nel miglior modo possibile all'interno del traffico aereo esistente

di Andrea Bai pubblicata il , alle 11:22 nel canale Web
Amazon
 

Una "drone zone", ovvero una parte dello spazio aereo dedicata alla navigazione dei droni e che sia suddivisa in vari settori a seconda della velocità e delle funzionalità dei velivoli. E' questa la proposta di Amazon per integrare nel miglior modo possibile i droni nello spazio aereo. Il vicepresidente e cofondatore di Amazon Prime Aur, Gur Kimchi, ha presentato la proposta in occasione dell'UTM 2015, una convention di tre giorni incentrata sui sistemi di gestione del traffico degli UAS - Unmanned Aerual System, tenutasi presso l'Ames Research Center della NASA.

La visione di Amazon prende forma anzitutto stabilendo delle "no-fly zone" in corrispondenza di aeroporti e altre zone che per vari motivi richiedono l'esclusione di droni, sia in maniera permanente, sia in maniera temporanea. Secondo la società di Jeff Bezos lo spazio aereo al di sotto dei 400 piedi dovrebbe poter essere destinato alla navigazione dei droni: nella quota tra 200 e 400 piedi i velivoli più veloci e dalla maggior autonomia di volo, al di sotto dei 200 piedi invece i droni meno veloci e con range di navigazione "locali". Amazon pensa inoltre ad una fascia, compresa tra i 400 e i 500 piedi, che sia interdetta al volo di qualsiasi velivolo, anche quelli pilotati dall'uomo.


Fonte dell'immagine: IEEE Spectrum

Secondo Amazon sarebbe poi opportuno dividere i droni in quattro classi, definite sulla base delle capacità e prestazioni. Alla base i droni "hobbistici" senza capacità automatiche e comandati da un operatore a terra che dovrebbe seguire le regole di line-of-sight. La seconda classe potrebbe essere rappresentate da droni con buone capacità di comando e controllo, in grado di comunicare al suolo e agire autonomamente a seguito di informazioni ricevute da stazioni a terra per evitare collisioni con oggetti nelle vicinanze. Vi sarebbe poi una classe di droni in grado di comunicare su Internet e con altri velivoli nel cielo e compiere automaticamente manovre evasive. Infine una classe di droni in grado di schivare anche oggetti volanti non-comunicativi. "Ci piacerebbe fornire un sistema di comunicazioni vehicle-to-vehicle ad ogni gabbiano della baia di San Francisco, ma non funzionerebbe" ha ironizzato Kimchi.

Perché questa visione possa funzionare è necessario adottare nuovi approcci alla gestione del traffico aereo, che dovrebbe essere sempre più automatizzata, pensare a standard che assicurino che tutti di droni possano comunicare tra loro e sulla rete, stabilire classi di equipaggiamento che definiscano chiaramente quali droni possano volare in quale fascia dello spazio aereo e progettare droni che siano sicuri ed affidabili. Kimchi auspica l'adozione di standard sulla base di prestazioni e non sulla base di tecnologie, per permettere alla tecnologia di continuare a svilupparsi senza ostacoli.

La visione di Amazon avrebbe già raccolto il parere favorevole di un panel di addetti ai lavori, che include i rappresentanti del National Transportation Safety Board, il settore delle assicurazioni, le forze dell'ordine e due legali specializzati nelle leggi del mondo dell'aviazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

36 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Energia.S29 Luglio 2015, 11:43 #1
quando i peggiori film di fantascienza diventano realtà...

Che schifo di mondo che ci aspetta... ma continuiamo pure a credere che:

progresso e civiltà = + tecnologia (ops tecnocontrollo)
Giouncino29 Luglio 2015, 11:47 #2
spettacolo!
preparo il retino per acchiappare il drone!!!
demon7729 Luglio 2015, 12:04 #3
Originariamente inviato da: Energia.S
quando i peggiori film di fantascienza diventano realtà...

Che schifo di mondo che ci aspetta... ma continuiamo pure a credere che:

progresso e civiltà = + tecnologia (ops tecnocontrollo)


Perchè ogni volta che esce una notizia del genere arriva sempre il "complottista - oddio mi controllano - scie chimiche aiuto" ????

Non ti piace l'evolizione tecnologica? NO PROBLEM.
Ti trovi una bella comunità Hamish e ti ci trasferisci. Ti attende una meravigiosa vita nei campi a godere dei frutti della terra lontano da tutte le diavolerie peccaminose di questo mondo. EVVIVA, SEI SALVO.
karrygun29 Luglio 2015, 12:09 #4
Originariamente inviato da: Giouncino
spettacolo!
preparo il retino per acchiappare il drone!!!



io drone, tu retino per drone . biiip !
KappaEA29 Luglio 2015, 12:18 #5
Prevedo un drastico aumento delle richieste per porto d'armi per la caccia e vendita di fucili di precisione xD

Per chi odia l'evoluzione demon77 ha ragione da vendere, una bella zappa e via nell'orticello, niente cose motorizzate eh! anche quella è stata evoluzione!
ottodojo29 Luglio 2015, 12:24 #6

E' solo l'inizio...

Genesys vi dice qualcosa? Skynet? Moriremo tutti!!
acerbo29 Luglio 2015, 12:28 #7
cavolo che idea geniale, si sarano spremuti le meningi per partorire sta soluzione

per chi non lo sapesse questo esiste già per gli aerei, altrimenti ogni giorno ci sarebbero schianti mortali nei cieli
key271029 Luglio 2015, 12:35 #8
Originariamente inviato da: Energia.S
quando i peggiori film di fantascienza diventano realtà...

Che schifo di mondo che ci aspetta... ma continuiamo pure a credere che:

progresso e civiltà = + tecnologia (ops tecnocontrollo)


Tutto ciò che nasce o diventa di uso comune alla tua nascita è congenito ed è consumabile al tavolo al pari di una tazza di cereali e latte (per la classe 80 il televisore)

Tutto ciò che nasce o diventa di uso comune nella fascia d'età (variabile) che orbita tra i 15 e i 40 è una meravigliosa scoperta, rivoluzionerà le nostre vite, ci porterà in un mondo migliore (internet)

Tutto ciò che nasce o diventa di uso comune dopo i 40 anni è una incredibile diavoleria infernale. Minaccia il nostro futuro. Il pianeta e tutti noi moriremo per questo.


Credo lo dicesse anche il mio bisnonno quando in città parlavano del carro senza cavalli.
Ad ogni modo il modo di venirne fuori, ancora oggi e ancora non per molto, c'è.

Vendi casa. Vendi l'auto. Chiudi i conti in banca. Compra un appezzamento di terreno anche piccolo nel posto da te preferito (meglio se in altura) e datti ad agricoltura e pastorizia. Ad oggi è ancora fattibile... ed è una soluzione che certa gente apprezza di gusto.

Altrimenti... volente o nolente... sei costretto a partecipare alla partita, o come giocante, o come spettatore... ma ad ogni modo costretto.
Energia.S29 Luglio 2015, 12:40 #9
Originariamente inviato da: demon77
Perchè ogni volta che esce una notizia del genere arriva sempre il "complottista - oddio mi controllano - scie chimiche aiuto" ????

Non ti piace l'evolizione tecnologica? NO PROBLEM.
Ti trovi una bella comunità Hamish e ti ci trasferisci. Ti attende una meravigiosa vita nei campi a godere dei frutti della terra lontano da tutte le diavolerie peccaminose di questo mondo. EVVIVA, SEI SALVO.


Non ti piace chi mette in dubbio la tua fede nelle multinazionali e nei governi... usare la parola "complottista" per denigrare qualcuno, visto che ormai sembra essere usata solo come accezione negativa del termine senza argomentare nulla, ma solo per etichettare negativamente chi la pensa diversamente, è da stupidi, credo tu non lo sia, quindi cerca di essere meno spocchioso e se non ti piacciono le idee altrui vai tu a vivere in una comunità di asheti anzichè tirare fuori queste stupide argomentazioni sul complottismo...

quando dai droni che ti portano i pacchi si passerà a telecamere e monitoraggio dal cielo ovunque, poi ne riparliamo... a no è vero, tanto non hai nulla da nascondere, che t'importa!

E visto che parliamo di quanto siano brave queste multinazionali, ecco un intervista su come amazon usa il suo personale:

https://youtu.be/DEqFTa13gno?t=4s
key271029 Luglio 2015, 12:43 #10
Originariamente inviato da: Energia.S
Non ti piace chi mette in dubbio la tua fede nelle multinazionali e nei governi... usare la parola "complottista" per denigrare qualcuno, visto che ormai sembra essere usata solo come accezzione negativa del termine senza argomentare ma solo per etichettare, è da stupidi, credo tu non lo sia quindi cerca di essere meno spocchioso e se non ti piacciono le idee altrui vai tu a vivere in una comunità di asheti...

quando dai droni che ti portano i pacchi si passerà a telecamere e monitoraggio dal cielo ovunque, poi ne riparliamo... a no è vero, tanto non hai nulla da nascondere, che t'importa!

E visto che parliamo di quanto siano brave queste multinazionali, ecco un intervista su come amazon usa il suo personale:

https://youtu.be/DEqFTa13gno?t=4s


E' inutile scaldarsi tanto. Per certi versi la sua affermazione, anche se scortese e volutamente provocatoria, stava in piedi.

Devo correggerti in un punto... non si passerà alle telecamere di monitoraggio dal cielo perché non ve n'è il bisogno : https://maps.google.com/locationhistory/b/0

E' spiacevole riflettere alle possibili controindicazioni, e su questo possiamo anche essere tutti d'accordo con te, ma non è togliendo le batterie all'orologio che fermi il tempo, ne tantomeno maledicendo ogni secondo che passa oltre quello che è il tuo punto d'equilibrio.

In merito al personale di Amazon (ammetto di non aver visto il video), la mia considerazione è semplice, esistono delle leggi. Se ciò che accade non viola nessuna legge e quindi Amazon può operare in legalità ha il "diritto" di farlo. Dopodiché assume con delle regole, anch'esse devono rispettare delle leggi. Se le rispettano, ha il "diritto" di assumere a quelle leggi. Se poi tutto questo porta ad un contesto umanamente insostenibile allora tu, dipendente, sei libero di girare bordo e andare via. La schiavitù è un ricordo lontano nel tempo.

Se ti lamenti, ma non ti licenzi... allora in fin dei conti sarà anche male quanto vuoi... ma non abbastanza per abbandonare l'azienda... la catena non te l'ha messa al piede nessuno. (concetto valido se comunque TUTTO il contesto è a norma di legge e accettato anche dalle sigle sindacali, e non mi pare che ci siano segnalazioni di gestione illegale a parte la discussione sulla tassazione estera su Amazon)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^