Chrome 79, arrivano gli avvisi sulle password rubate e il tab freezing: tutte le novità

Chrome 79, arrivano gli avvisi sulle password rubate e il tab freezing: tutte le novità

Il browser di Google è stato aggiornato sia su desktop, sia su mobile (iOS e Android). Nella pagina trovate le novità principali per quanto riguarda la versione per PC.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Web
GoogleChrome
 

Google ha appena rilasciato Chrome v79, e nella nuova versione abbiamo alcune funzionalità molto interessanti che migliorano principalmente sicurezza e prestazioni. Fra le novità abbiamo ad esempio un nuovo avviso che informa l'utente se una delle password utilizzate nei vari servizi è stata rubata in uno dei breach noti avvenuti in passato, e ci sono anche protezioni aggiuntive per il phishing e la nuova feature "tab freezing".

Il monitoraggio delle password rubate e rese disponibili in pubblico è stato eseguito da diversi servizi online, come ad esempio HaveIBeenPwned.com, il quale consente di inserire le proprie credenziali e verificare se sono presenti in un unico grosso database che racchiude tutte le credenziali rubate nel corso del tempo. L'intera operazione viene adesso svolta in tempo reale da Chrome, ogni volta che si inserisce una password in un sito nel browser.

Google manterrà in proprio un elenco di siti di phishing noti o siti che tentano di raccogliere le password degli utenti, e questa funzione sarà attiva per impostazione predefinita su tutte le installazioni: Chrome avviserà l'utente quando visita un sito noto per effettuare operazioni di phishing, e cercherà di prevedere se un sito non presente nella lista sta cercando di raccogliere informazioni in maniera fraudolenta. Gli avvisi saranno rilasciati non solo per la password di Google, ma anche per tutte le password salvate su Chrome.

Google ha inoltre introdotto delle novità per migliorare le prestazioni di Chrome, ma in questo caso si tratta di una feature da attivare opzionalmente. Il tab freezing, di cui parlavamo sopra, è un "esperimento" al momento. Si può attivare su chrome://flags/#proactive-tab-freeze e consente di cancellare dalla memoria tutte le tab che sono rimaste attive per cinque minuti o più, liberando così le risorse occupate per altre attività del browser o del sistema in generale. La funzione è opzionale oggi, ma potrebbe essere attivata di default con le prossime release.

Chrome ha migliorato inoltre il modo in cui vengono presentati i profili multipli, e ha iniziato a contrastare quelli che chiama "contenuti misti", ovvero elementi che vengono caricati via HTTP all'interno di pagine HTTPS. Se un video viene caricato attraverso il protocollo non sicuro, quindi, Chrome ne bloccherà l'esecuzione dell'elemento e quindi la riproduzione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aleforumista12 Dicembre 2019, 19:16 #1
'tacci loro e dei pdf forzatamente aperti nel browser
Zenida12 Dicembre 2019, 23:52 #2
Anche Firefox si è appena aggiornato con questa funzionalità delle "breach" note.
Forse uno degli aggiornamenti più interessanti dopo l'introduzione delle tab. Sapere se la propria password fa parte di questi DB può creare una nuova, sana abitudine... cambiare password regolarmente.
kamon13 Dicembre 2019, 02:03 #3
Originariamente inviato da: Zenida
Anche Firefox si è appena aggiornato con questa funzionalità delle "breach" note.
Forse uno degli aggiornamenti più interessanti dopo l'introduzione delle tab. Sapere se la propria password fa parte di questi DB può creare una nuova, sana abitudine... cambiare password regolarmente.


Tutti lo sappiamo, tutti lo diciamo ma in pochi notano che per fare questo regolarmente per tutti i sei milioni siti e servizi a qui l'utente medio è registrato, significa dover avere la memoria di Raymond Babbitt, una scorta di tempo infinita da dedicare al solo cambio delle password ed anche delle capacità creative non indifferenti, dato che creare pass sempre diverse, lunghe, con caratteri fantasiosi e vari ma che si adattino alle regole specifiche di ogni sito, alla fine diventa assai frustrante.
gianluca.f13 Dicembre 2019, 08:07 #4
ma c'è un controllo anche delle password memorizzate dal browser?
Io le salvo tutte e difficilmente le riscrivo.
jepessen13 Dicembre 2019, 09:42 #5
Originariamente inviato da: kamon
Tutti lo sappiamo, tutti lo diciamo ma in pochi notano che per fare questo regolarmente per tutti i sei milioni siti e servizi a qui l'utente medio è registrato, significa dover avere la memoria di Raymond Babbitt, una scorta di tempo infinita da dedicare al solo cambio delle password ed anche delle capacità creative non indifferenti, dato che creare pass sempre diverse, lunghe, con caratteri fantasiosi e vari ma che si adattino alle regole specifiche di ogni sito, alla fine diventa assai frustrante.


Oppure basta usare password manager come l'ottimo keepass e far fare tutto a lui.
Hiei360013 Dicembre 2019, 14:26 #6
Si può attivare su chrome://flags/#proactive-tab-freeze e consente di cancellare dalla memoria tutte le tab che sono rimaste [B][SIZE="7"]attive [/SIZE][/B]per cinque minuti o più, liberando così le risorse occupate per altre attività del browser o del sistema in generale


Forse volevate scrivere "inattive"....
kamon13 Dicembre 2019, 15:03 #7
Originariamente inviato da: jepessen
Oppure basta usare password manager come l'ottimo keepass e far fare tutto a lui.


Può essere, comunque ti devi fidare del password manager e per aprirlo non serve una password da digitare? E se ti fottono quella?
jepessen14 Dicembre 2019, 18:19 #8
Originariamente inviato da: kamon
Può essere, comunque ti devi fidare del password manager e per aprirlo non serve una password da digitare? E se ti fottono quella?


Intanto non e' un servizio online, quindi per aprirla devono prenderti il file materialmente. In seconda battuta devi utilizzare una password robusta, ma a questo punto devi ricordarti solamente UNA password e non millemila come si dice, quindi e' una soluzione di gran lunga migliore rispetto a gestire separatamente diverse password. Inoltre si puo' occupare anche lui dei vari reminder mettendo scadenze alle password e ricordarti di aggiornarle periodicamente, che ovviamente nel servizio devi farlo tu, ma puoi tranquillamente utilizzare password generate a casaccio che quindi sono impenetrabili e puoi tranquillamente non ricordarle dato che ci pensa lui.
nickname8814 Dicembre 2019, 20:19 #9
Originariamente inviato da: gianluca.f
ma c'è un controllo anche delle password memorizzate dal browser?
Io le salvo tutte e difficilmente le riscrivo.

Salvi le psw ?
E poi si ci lamenta che si viene hackerati da una parte e dall'altra che non si ci ricorda di esse.
Zenida09 Gennaio 2020, 00:29 #10
Originariamente inviato da: kamon
Tutti lo sappiamo, tutti lo diciamo ma in pochi notano che per fare questo regolarmente per tutti i sei milioni siti e servizi a qui l'utente medio è registrato, significa dover avere la memoria di Raymond Babbitt, una scorta di tempo infinita da dedicare al solo cambio delle password ed anche delle capacità creative non indifferenti, dato che creare pass sempre diverse, lunghe, con caratteri fantasiosi e vari ma che si adattino alle regole specifiche di ogni sito, alla fine diventa assai frustrante.


Vero, ma le soluzioni ci sono, solo che non sono standard o generano altri problemi, ad esempio:
- login tramite social (ma devi avere un social)
- login a doppio fattore (ma devi avere il cellulare sempre vicino)
- password manager (e se bucano il DB?)
- password biometrica (ma devi avere i sensori e se... ti clonano le impronte?)

Io per il momento ho qualche centinaio di password diverse, le ricordo quasi tutte perché per ogni sito uso una logica che mi permette di ricostruirle quasi del tutto (il resto è memoria per evitare gli schemi fissi). Certo mi capita di non ricordare quelle meno frequenti e a quel punto faccio il reset

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^