Bye bye thepiratebay.sx, la Finanza mette i sigilli

Bye bye thepiratebay.sx, la Finanza mette i sigilli

In seguito alla denuncia della Fimi, Federazione Industria Musicale Italiana, la Guardia di Finanza ha messo i sigilli digitali a thepiratebay.sx, oltre ad altri siti che offrono servizi simili

di pubblicata il , alle 14:38 nel canale Web
 

La storia si ripete, con la "chiusura" da parte delle autorità competenti di alcuni siti accusati di condividere link per il download illegale di materiale coperto da copyright. Questa volta l'iniziativa di partenza è tutta italiana: la Fimi, Federazione Industria Musicale Italiana, ha presentato denuncia per bloccare alcuni siti presso la Guardia di Finanza di Bergamo, ottenendone i "sigilli digitali".

A farne immediatamente le spese sono stati thepiratebay.sx e h33t.eu, mentre risultano interessati al blocco ma attualmente ancora operativi 1337x.org, extratorrent.com e torrenthound.com (che saranno verosimilmente irraggiungibili a breve). La notizia è di ieri sera, riportata dall'ANSA, dando appunto l'annuncio che il Nucleo speciale frodi tecnologiche, in collaborazione con il Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Bergamo, ha ritenuto attendibili le richieste della Fimi.

Secondo questo ente, i siti inibiti permettevano di eludere in maniera molto semplice i controlli già esistenti, causando il mancato pagamento dei diritti d'autore e anche di un sensibile mancato gettito a vantaggio dell'erario. Detto in parole semplici: si poteva scaricare illegalmente quello che si voleva, soprattutto film, serie TV e musica.

La questione è vecchia quanto il web, poiché la diffusione di internet ha portato fin dall'inizio problemi nella gestione del materiale coperto da copyright. Da sempre le major dell'intrattenimento puntano il dito sui miliardi e miliardi di Euro persi da ipotetici acquisti mancati, sebbene in tutto questo non manchino colpe anche da parte di queste realtà, che si sono sapute adeguare veramente in ritardo alle nuove tecnologie, correndo in qualche modo ai ripari quando il gioco (sporco) era ormai fatto.

Resta il fatto che la pirateria costituisce effettivamente un grosso problema, in grado di causare gravi turbative nel mercato dell'intrattenimento. La chiusura dei siti precedentemente citati è solo l'ultimo capitolo di una storia infinita, una sorta di guardie e ladri digitale che non finirà certo oggi. La storia insegna che, chiuso un sito, ne spuntano immediatamente altri per prenderne il posto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

48 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
san80d18 Ottobre 2013, 14:48 #1
non serve a nulla
Cag818 Ottobre 2013, 14:50 #2
san80d18 Ottobre 2013, 14:59 #4
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco


esatto
elevul18 Ottobre 2013, 15:02 #5
Irrilevante, ci sono tremilioni di altri proxy per piratebay disponibili.
pincapobianco18 Ottobre 2013, 15:28 #6
evidentemente la finanza italiota non sa che piratebay si può accedere tranquillamente da qui http://edit o lo sanno ma fanno i gnorri
le solite manovre inutili, tanto per sprecare un pò di soldi dello Stato in costose operazioni anti-pirateria in pompa magna

tornerà, tornerà....proprio come Mega
san80d18 Ottobre 2013, 15:33 #7
Originariamente inviato da: pincapobianco
evidentemente la finanza italiota non sa che piratebay si può accedere tranquillamente da qui http://edit o lo sanno ma fanno i gnorri
le solite manovre inutili, tanto per sprecare un pò di soldi dello Stato in costose operazioni anti-pirateria in pompa magna

tornerà, tornerà....proprio come Mega


e' la classica situazione dove non si vuole, non si può o non si e' in grado di risolvere un problema e allora si trova il capro espiatoria da "massacrare"
duffyduck18 Ottobre 2013, 16:49 #8
a me cascano le palle quando leggo notizie di questo tipo sui media italiani per non parlare dei ridicoli comunicati stampa della fimi.

sembra che abbiano ottenuto chissà quale vittoria quando poi fondamentalmente non hanno fatto un c a z z o visto che i siti sono operativi e tramite una ricerca su google ci si arriva in un nanosecondo lo stesso sempre che uno appena appena smaliziato non usi già tor o estensioni per firefox tipo anonymox
qboy18 Ottobre 2013, 17:47 #9
certo che si deve essere proprio gnorri se non sanno che basta http://anonymouse.org/cgi-bin/anon-www.cgi/ davanti a qualunque sito per evitare blocchi o altro
r134818 Ottobre 2013, 18:28 #10
Maledetta FIMI, ho dovuto perdere due preziosissimi minuti della mia vita per aggirare il filtro!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^