Barilla sceglie nuovi formati di pasta ideati con la stampa 3D

Barilla sceglie nuovi formati di pasta ideati con la stampa 3D

La multinazionale della pasta annuncia i vincitori di un concorso per trovare un nuovo formato di pasta da realizzare esclusivamente con tecniche di stampa 3D

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Web
 

Lo scorso agosto Barilla in collaborazione con Thingarage ha lanciato il concorso "Print eat" allo scopo di trovare nuove forme di pasta stampabili con una stampante 3D. Al di là di una serie di requisiti, il concorso mirava nello specifico a identificare nuove forme di pasta che non sarebbe stato possibile realizzare prima dell'avvento delle tecniche di produzione additiva di materiale.

Dal concorso, terminato lo scorso 20 ottobre, sono emersi i tre formati più apprezzati: si tratta delle idee di tre partecipanti che con le loro forme innovative si sono aggiudicati ciascuno un premio di 800 euro. La prima forma realizzata, ad opera di Loris Tupin, designer francese, è "Rosa": si tratta di un particolare formato di pasta che "sboccia" come una rosa quando immerso nell'acqua bollente durante la cottura.

Danilo Spiga e Luis Fraguarda, designer di Cagliari, hanno invece realizzato "Vortipa", un formato basato su uno sviluppo a vortice progressivo e che ricorda le sembianze di un albero di natale. Infine "Lune", di Alessandro Carabini, product designer italiano, che ha proposto una luna con crateri, cava all'interno per migliorare "l'interazione tra pasta e condimenti".

Michela Petronio, research vice president di Barilla Group, ha commentato: "Siamo rimasti sbalorditi nel vedere l'entusiasmo con cui il contest è stato accolto dalla comunità di designer, che non è abituata ad aver a che fare con il cibo. Ci sono vari passi che devono essere compiuti sul progetto 3D, ma qualunque sia il futuro della pasta, Barilla sarà lì". I concorrenti hanno dovuto realizzare i propri progetti in ABS o PLA, spetterà ora a Barilla tradurre "Rosa", il formato vincitore del concorso, in un alimento commestibile.

Il concorso indetto da Barilla è un esempio di come la stampa 3D stia realmente rivoluzionando il mondo della produzione, in tutti i settori. Nata inizialmente come una attività per pochi appassionati, per gli inventori digitali del nuovo millennio, la stampa 3D sta poco per volta allargandosi al pubblico più ampio, e anche le aziende iniziano a capire e ad apprezzarne le potenzialità. A tal proposito l'economista Jeremy Rifkin, in occasione della Maker Faire 2014 di Roma, ha affermato: "E’ l’inizio di un lungo viaggio per ripensare gli attuali modelli produttivi. Questa è una rivoluzione: è la democratizzazione della manifattura".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

81 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
songohan23 Dicembre 2014, 17:32 #1
[...] spetterà ora a Barilla tradurre "Rosa", il formato vincitore del concorso, in un alimento commestibile [...]

Ve la magnate voi 'sta monnezza.

Giulio.
icoborg23 Dicembre 2014, 18:06 #2
in america potrebbe far faville na roba simile
MisterG23 Dicembre 2014, 19:37 #3
Mi sembra una grande idea per fare soldi, vendere la pasta a peso d'oro. Pessima idea gastronomicamente parlando.
bobby1023 Dicembre 2014, 19:52 #4
Io ogni volta che apro una scatola mi incavolo perchè si straccia tutto. Ma è mai possibile che i tanti anni non hanno ideato un apertura decente?

Comunque noto che in molti criticano la Barilla voi che pasta mangiate? quale sono le migliori secondo voi?Io danni sempre questa ma cambierei volentieri..
randorama23 Dicembre 2014, 20:01 #5
basta usare le forbici... o comprare la confezione di cartone.

sulla bontà della pasta è come la gno**a, ognuno ha le sue preferenze.
c'è chi dice Vojello, chi Rummo...chi il cuoco
GabrySP23 Dicembre 2014, 20:09 #6
Negli anni '90 andavano di moda "le minchiette", il miglior formato di pasta mai creato dalla mente umana.
Praticamente un incrocio perfetto tra "penne" e "ruote", veramente imbattibili. Maledetti moralisti che le hanno fatte sparire solo perchè assomigliavano vagamente ai genitali maschili.
mattxx8823 Dicembre 2014, 20:14 #7
Originariamente inviato da: bobby10
Io ogni volta che apro una scatola mi incavolo perchè si straccia tutto. Ma è mai possibile che i tanti anni non hanno ideato un apertura decente?

Comunque noto che in molti criticano la Barilla voi che pasta mangiate? quale sono le migliori secondo voi?Io danni sempre questa ma cambierei volentieri..


Tra le marche commerciali ti consiglio di provare la Garofalo, ottima pasta (te lo dice uno che tendenzialmente non ama la pasta )
bobby1023 Dicembre 2014, 20:16 #8
Originariamente inviato da: randorama
basta usare le forbici... o comprare la confezione di cartone.

sulla bontà della pasta è come la gno**a, ognuno ha le sue preferenze.
c'è chi dice Vojello, chi Rummo...chi il cuoco


Parlo proprio della confezione di cartone dove ci sono le vignette che dicono di sollevare un lato ma si strappa tutto puntualmente.
dr-omega23 Dicembre 2014, 20:16 #9
Originariamente inviato da: bobby10
Io ogni volta che apro una scatola mi incavolo perchè si straccia tutto. Ma è mai possibile che i tanti anni non hanno ideato un apertura decente?

Comunque noto che in molti criticano la Barilla voi che pasta mangiate? quale sono le migliori secondo voi?Io danni sempre questa ma cambierei volentieri..


Io sapevo che un indice molto importante è la quantità di proteine presenti, qui http://www.ilfattoalimentare.it/pas...ti-qualita.html ad es. dicono che "il contenuto minimo per la pasta di semola deve essere 10.5% (11.5% per quella di semola integrale). Si tratta di un valore abbastanza basso che tutti i pastifici tendono a superare. Quando sull’etichetta si trova un valore di proteine del 13.5% vuol dire che si tratta di un’ottima semola e, di conseguenza, se il processo industriale viene condotto correttamente si può ottenere un’ottima pasta."

La pasta che ho in casa ora riporta:
-Barilla 12,5%
-Antonelli 13,8%
-La Molisana 14%
bobby1023 Dicembre 2014, 20:17 #10
Originariamente inviato da: mattxx88
Tra le marche commerciali ti consiglio di provare la Garofalo, ottima pasta (te lo dice uno che tendenzialmente non ama la pasta )


non sei il primo che la consiglia . Ok ho scelto

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^