Amazon: i lavoratori fanno la pipì nelle bottiglie. La paura di essere puniti per andare in bagno

Amazon: i lavoratori fanno la pipì nelle bottiglie. La paura di essere puniti per andare in bagno

Secondo le parole del giornalista inglese Bloodworth i dipendenti di Amazon hanno paura persino di andare in bagno. Per questo fanno la pipì nelle bottigliette senza perdere tempo. La società nega tale situazione ribadendo la difesa dei suoi lavoratori.

di pubblicata il , alle 09:41 nel canale Web
Amazon
 

Amazon, il colosso delle vendite online, è di nuovo nel mirino delle accuse da parte dei dipendenti. Questa volta a creare scompiglio ci pensa un sondaggio realizzato dalla britannica Organise la quale ha deciso di chiedere ad un centinaio di dipendenti del magazzino di Rugeley, nello Staffordshire a nord dell'Inghilterra, quali fossero le condizioni nelle quali Amazon li facevano lavorare. Da qui la scoperta di come almeno la metà degli intervistati soffra di depressione da lavoro, iniziata proprio con l'ingresso nella fabbrica di Jeff Bezos. Non solo perché addirittura 8 dipendenti hanno confessato di aver avuto tentazioni suicide.

Una situazione che viene aggravata da alcune confessioni di questi lavoratori che non solo hanno dichiarato di non essere troppo felici durante il loro lavoro ma addirittura di aver evitato di bere durante le sessioni lavorative per cercare di limitare al massimo l'andare in bagno per non mancare gli obiettivi lavorativi proibitivi di Amazon.

Quello che il giornalista sotto copertura, James Bloodworth, ha scoperto nel magazzino dello Staffordshare ha dell'incredibile. Sembra addirittura che alcuni dipendenti, troppo lontani dai bagni rispetto alla loro postazione di lavoro, preferivano fare la pipì in alcune bottigliette per non incorrere in sanzioni o addirittura perdere il lavoro. Il giornalista ha realizzato un libro-denuncia in cui ha voluto raccontare la sua esperienza all'interno dei magazzini Amazon dove ci ha passato un mese intero.

I lavoratori vengono continuamente monitorati da supervisori che devono in modo perentorio assicurare l'efficienza del reparto e limitare al minimo le perdite di tempo. Come spiega Bloodworth "i bagni molto spesso potevano risultare anche a dieci minuti di distanza dalla postazione di lavoro o anche a quattro piani sotto o sopra. Questo non faceva che scoraggiare il lavoratore nell'andare fisicamente in bagno per non incorrere in sanzioni o altro".

Si scopre oltretutto come i dipendenti vengano continuamente controllati tramite un sistema di sicurezza e scanner capace di rilevare in ogni momento possibili furti dei prodotti in lavorazione. Addirittura in alcune occasioni si rischia il controllo dell'automobile prima di tornare a casa dopo la giornata lavorativa. Oltretutto vengono vietati gli smartphone all'interno della postazione di lavoro ma anche occhiali da sole o indumenti particolari come felpe con cappucci.

La risposta di Amazon alle accuse è quella che abbiamo letto anche in altre occasioni. L'azienda si dichiara scettica su quanto letto dichiarando come ci sia impegno quotidiano per garantire un ambiente di lavoro ottimale per tutti i dipendenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

105 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
[?]17 Aprile 2018, 09:50 #1
Bah... ma tutta sta gente che si lamenta di Amazon, perchè non va dai sindacati o ente competente e denuncia?
Stiamo parlando di magazzino in europa non nella profonda Cina dove sappiamo i diritti sono 0.
Mi sembra che da tempo si faccia di tutto per screditare questo colosso, quando magari bisognerebbe parlare di come pagano o non pagano le tasse...
SpyroTSK17 Aprile 2018, 09:54 #2
Questo sito sta diventando sempre di più un sito fake e clicbait news.
Raghnar-The coWolf-17 Aprile 2018, 09:57 #3
Originariamente inviato da: [?]
Bah... ma tutta sta gente che si lamenta di Amazon, perchè non va dai sindacati o ente competente e denuncia?
Stiamo parlando di magazzino in europa non nella profonda Cina dove sappiamo i diritti sono 0.
Mi sembra che da tempo si faccia di tutto per screditare questo colosso, quando magari bisognerebbe parlare di come pagano o non pagano le tasse...


Staffordshire (a proposito, c'e' un misspelling) non e' Italia.
E in Inghilterra i diritti nei confronti degli impiegati sono 0 (ok 1, pagare il minimum wage corrispondente alle ore, che non e' da poco ma di certo non basta).

Originariamente inviato da: SpyroTSK
Questo sito sta diventando sempre di più un sito fake e clicbait news.


La fonte originale e' il The Sun e un giornalista investigativo. The Sun non e' The Times, ma non affibbierei automaticamente aggettivo "fake"
bagnino8917 Aprile 2018, 09:59 #4
La cosa divertente è che, proprio sotto questa news, c'è la solita news giornaliera con le imperdibili offerte su Amazon
emanuele8317 Aprile 2018, 10:06 #5
Originariamente inviato da: bagnino89
La cosa divertente è che, proprio sotto questa news, c'è la solita news giornaliera con le imperdibili offerte su Amazon


che non è una news ma una aperta violazione del codice deontologico dei giornalisti.
StefanoA17 Aprile 2018, 10:09 #6
A breve offerta super imperdibile di bottigliette (solo per utenti prime) !!
bagnino8917 Aprile 2018, 10:09 #7
Originariamente inviato da: emanuele83
che non è una news ma una aperta violazione del codice deontologico dei giornalisti.


Eh addirittura... Anche loro devono campare, su.

Originariamente inviato da: StefanoA
A breve offerta super imperdibile di bottigliette (solo per utenti prime) !!
:-)


Muahahah
recoil17 Aprile 2018, 10:11 #8
Originariamente inviato da: StefanoA
A breve offerta super imperdibile di bottigliette (solo per utenti prime) !!


con succo di ananas freschissimo
Raghnar-The coWolf-17 Aprile 2018, 10:22 #9
Originariamente inviato da: emanuele83
che non è una news ma una aperta violazione del codice deontologico dei giornalisti.


cioe'?
GiGBiG17 Aprile 2018, 10:29 #10
Istinti suicidi... pipì nelle bottigliette?!
Ma porca miseria, ancora con 'ste news SICURAMENTE gonfiate? Sto perdendo tutta la (poca) fiducia che avevo nei giornalisti, e mi dispiace per i pochi che sanno fare il proprio lavoro.
Sono portato invece a credere che i controlli per evitare furti siano reali, perché negli anni passati con le poste ho avuto numerose brutte esperienze, e un servizio oliato come quello di Amazon non può permettersi di tollerare le brutte abitudini dei furbetti, e se i lavoratori non hanno nulla da nascondere non vedo perché dovrebbero scandalizzarsi per i controlli: per esperienza dico che fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, e Amazon non fa eccezione e le dò ragione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^