Teslasuit, la tuta aptica che trasmette sensazioni tattili, calore, e anche il dolore

Teslasuit, la tuta aptica che trasmette sensazioni tattili, calore, e anche il dolore

Teslasuit è una tuta che consente di trasmettere diversi stimoli dell'ambiente circostante in tutto il corpo, fra cui sensazioni tattili, calore, e addirittura anche il dolore "senza limiti"

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Wearables
 

Una delle tecnologie più innovative che abbiamo avuto modo di vedere dal vivo al CES 2019 di Las Vegas è sicuramente Teslasuit, una tuta con pantaloni correlati che può trasferire al corpo dell'indossatore sensazioni aptiche naturali sulla base di quello che sta succedendo nell'ambiente riprodotto da un software simulativo o da un gioco. Un sistema di feedback aptico come quello di Teslasuit può convertire un segnale in una sensazione tattile che può essere ricondotto a qualcosa di reale, come un tocco, una scarica, una spinta, o addirittura un pugno.

[HWUVIDEO="2680"]Teslasuit, la tuta aptica che trasmette dolore e sensazioni tattili[/HWUVIDEO]

La tuta può combinare feedback di diverso tipo, come gestione della temperatura, e dispone di sensori di motion capture e sistemi biometrici per offrire un'esperienza il più possibile immersiva. È chiaro che Teslasuit è pensata per essere abbinata ad un buon caschetto per la realtà virtuale, e vuole essere il tassello che prima mancava per proporre un'esperienza virtuale nella maniera più accurata possibile. Un rappresentante della società ci ha detto che non ci sono limiti nella trasmissione del dolore, e che tute simili vengono già utilizzate in ambienti militari per abituare i soldati al dolore e a saperlo gestire nelle concitate fasi della battaglia.

Teslasuit intende offrire un nuovo grado di realismo agli utenti di realtà virtuale, tuttavia le funzionalità aptiche non sono le uniche caratteristiche degne di nota in fatto di tecnologia: la tuta può infatti utilizzare algoritmi di intelligenza artificiale per analizzare il battito cardiaco, i livelli di stress, e gli stati mentali ed emotivi dell'indossatore in modo da creare esperienze sviluppate intorno ai dati raccolti dall'utente. Sarà delegata allo sviluppatore la scelta sul modo in cui utilizzare i dati a disposizione della tuta, e saranno probabilmente le stesse esperienze progettate su Teslasuit a dettarne il successo di pubblico e a catalizzarne l'interesse da parte dei giocatori.

Teslasuit è stata svelata per la prima volta al CES 2018 e utilizza 68 canali differenti integrati all'interno del tessuto, per trasferire gli stimoli di tipo elettrico all'indossatore. La compagnia sta attualmente lavorando sull'aggiunta di ulteriori canali. L'hardware della tuta è poi abbinato ad una parte software abbinata ad una libreria attraverso la quale gli sviluppatori possono creare i propri effetti in corrispondenza alle interazioni che avvengono nell'esperienza di gioco o nell'ambiente virtuale. Il sistema di controllo della temperatura può invece riscaldare o raffreddare il tessuto in base alle richieste dell'ambiente virtuale, mentre i sistemi di motion capture e di avatar possono monitorare i movimenti di tutte le parti del corpo e trasporli all'interno dell'esperienza.

È chiaro che un sistema con queste caratteristiche può essere compromesso da operatori non autorizzati. Stando ai progettisti, però, Teslasuit utilizza un sistema di protezione crittografica basato sullo standard AES-256 che lo dovrebbe rendere inespugnabile. La tuta si interfaccia con una modalità del tutto wireless, e integra una batteria capace di rimanere in funzione per oltre 10 ore fra una ricarica e l'altra. Teslasuit può inoltre essere lavata in lavatrice senza rischi di danneggiamento ed è stata mostrata in funzione all'interno di diversi scenari. La compagnia sta attualmente collaborando con società di videogiochi per lo sviluppo di contenuti, e ha lavorato sui tool di sviluppo che sono stati già consegnati con i primi sample delle tute a partire dal terzo trimestre del 2018.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DevilsAdvocate16 Gennaio 2019, 13:40 #1
In teoria ci sono applicazioni mediche che beneficerebbero di gran lunga di una tuta capace di dare sensazioni di caldo/freddo.
- contratture muscolari e problemi muscolo-scheletrici alla schiena
- dimagrimento (una sensazione costante di temperatura a 18 gradi aiuta a dimagrire)
- iperidrosi
etc.etc.
battalion7516 Gennaio 2019, 14:31 #2
concordo...ottimo uso ma alla fin fine finirà usata da gamer...speriamo che lo sviluppo per uso medico e salutistico ne abbassi il prezzo

il futuro a portata di mano sembra davvero presente stavolta!
Utonto_n°116 Gennaio 2019, 14:44 #3
OK, per riscaldare un certo punto della tuta con una semplice serpentina, ma raffreddare... ho qualche dubbio.
in rif. all'articolo, in particolare al video della recensione, potreste anche mettere i riferimenti del film citato, mica tutti vedono tutti i film da nerd :ASD:
cmq ecco il trailer, si vede anche l'utilizzo della tuta: https://youtu.be/iE9a9wmZ_mM?t=49
eeWee7217 Gennaio 2019, 08:47 #4

caldo/freddo

Originariamente inviato da: Utonto_n°
OK, per riscaldare un certo punto della tuta con una semplice serpentina, ma raffreddare... ho qualche dubbio.


Una cella peltier, tanto per dire...?
Utonto_n°117 Gennaio 2019, 09:17 #5
Originariamente inviato da: eeWee72
Una cella peltier, tanto per dire...?


Grazie, non lo sapevo, scusate la mia ignoranza, ma non si ha mai finito di imparare...
zappy17 Gennaio 2019, 13:49 #6
Originariamente inviato da: Utonto_n°
Grazie, non lo sapevo, scusate la mia ignoranza, ma non si ha mai finito di imparare...


anche l'italiano...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^