HTC Vive Pro è ufficiale (in blu) assieme all'adattatore wireless

HTC Vive Pro è ufficiale (in blu) assieme all'adattatore wireless

HTC ha lanciato ufficialmente la nuova generazione di visori per la realtà virtuale: non ci sono novità solo per quanto riguarda gli schermi OLED, ma anche per il design e le periferiche. Annunciato anche l'adattatore wireless

di pubblicata il , alle 00:06 nel canale Wearables
HTCVive
 

Il palcoscenico mediatico del CES 2018 è quello scelto da HTC per il lancio del suo nuovo visore per la realtà virtuale. HTC Vive Proè l'evoluzione di Vive e porta con sé una scheda tecnica superiore assieme a cambiamenti estetici rilevanti.

HTC Vive Pro

HTC Vive Pro è infatti di colore blu brillante, con un cambio notevole rispetto al quasi anonimo nero della precedente iterazione. Il design è stato rivisto completamente, con la parte frontale che ospita due fotocamere a mo' di occhi, e le cuffie che sono ora integrate. È cambiato anche il sistema di gestione delle cinghie, che dovrebbe ora distribuire meglio il peso del visore sulla testa.

HTC Vive Pro

All'interno si registrano i cambiamenti maggiori, con gli schermi OLED che passano da una risoluzione complessiva di 2160 x 1200 (1080 x 1200 per ogni occhio) a 2880 x 1600 (1440 x 1600 per ogni occhio). La risoluzione è tra le più alte al momento disponibili tra i visori per la realtà virtuale in commercio, superando i concorrenti Oculus Rift e Windows Mixed Reality, e dovrebbe garantire una migliore esperienza visiva.

HTC Vive Pro

Sono inoltre presenti due microfoni e gli sviluppatori saranno in grado di utilizzare sia questi ultimi che le due fotocamere. HTC Vive Pro è compatibile con il tracciamento di SteamVR sia in versione 1.0 che in versione 2.0, con un massimo di quattro basi distribuite nella stanza.

HTC apporterà cambiamenti anche al suo negozio di applicazioni Viveport, lanciando le VR Preview. Si tratta di anteprime dei software presenti sulla piattaforma, che consentono di provarli prima dell'acquisto.

Non ci sono ancora informazioni circa prezzi e disponibilità del HTC Vive Pro, se non che sarà disponibile in questo trimestre da solo e più avanti in pacchetti con accessori. La precedente versione rimarrà in vendita almeno per tutto l'anno corrente.

Adattatore wireless HTC Vive

HTC ha anche lanciato un adattatore wireless per la sua gamma Vive. Sviluppato con la tecnologia Intel WiGig, l'adattatore opera nella banda dei 60 GHz e garantisce latenze molto basse. Il lancio è previsto per l'estate e non si hanno ancora informazioni né sulle sue caratteristiche tecniche (come, ad esempio, la capacità della batteria e la sua durata) né sul prezzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash8809 Gennaio 2018, 00:51 #1
Mi sembra che la versione 2.0 sistemi tutte le criticità della prima. La risoluzione mi sembra perfettamente adatta alle capacità delle schede video della prossima generazione. Avere una risoluzione superiore è controproducente se bisogna investire un patrimonio in scheda video. Migliore ergonomia, capacità wigig, nuovo design.
ilbarabba09 Gennaio 2018, 08:50 #2
Originariamente inviato da: Vash88
Mi sembra che la versione 2.0 sistemi tutte le criticità della prima. La risoluzione mi sembra perfettamente adatta alle capacità delle schede video della prossima generazione. Avere una risoluzione superiore è controproducente se bisogna investire un patrimonio in scheda video. Migliore ergonomia, capacità wigig, nuovo design.


Ottimo ma senza vga che lo rendano utilizzabile resterà dov'è.
Già fatico in molti giochi con la 1080ti e Rift, secondo me l'annuncio è un pò troppo anticipato.
Vedremo.
Ciche09 Gennaio 2018, 09:08 #3

Le previsioni del mercato

Circa 4 anni fa, quando iniziò il "rilancio" della realtà virtuale, lessi più articoli in cui affermavano con sicurezza che entro il 2020 il VR sarebbe diventato il "joystick" standard del videogiocatore medio.
Ad oggi la VR è una cosa ancora per pochi, e quei pochi di solito non sono gli hardcore gamer ma piuttosto l'opposto (gli stessi che si sono buttati ai tempi su Wii, kinect, etc).
La notizia di qualche giorno fa dell'abbandono definitivo di Microsoft a kinect dovrebbe far riflettere.

Personalmente ritengo che siamo ancora anni-luce lontani da un prodotto VR "veramente" VR. Ne ho provati un po' e tutti ti lasciavano con la stessa sensazione che avevo dopo le prime volte che ho giocato con la WII .... bello, divertentissimo, ma per quante ore avrò voglia di indossare un caschetto e sbattermi invece che sedermi comodamente in poltrona con un joypad in mano?

O la VR diventa qualcosa di realmente coinvolgente e unico, o rimarrà ancora per anni oggetto per pochi.
ilbarabba09 Gennaio 2018, 09:25 #4
Originariamente inviato da: Ciche
Circa 4 anni fa, quando iniziò il "rilancio" della realtà virtuale, lessi più articoli in cui affermavano con sicurezza che entro il 2020 il VR sarebbe diventato il "joystick" standard del videogiocatore medio.
Ad oggi la VR è una cosa ancora per pochi, e quei pochi di solito non sono gli hardcore gamer ma piuttosto l'opposto (gli stessi che si sono buttati ai tempi su Wii, kinect, etc).
La notizia di qualche giorno fa dell'abbandono definitivo di Microsoft a kinect dovrebbe far riflettere.

Personalmente ritengo che siamo ancora anni-luce lontani da un prodotto VR "veramente" VR. Ne ho provati un po' e tutti ti lasciavano con la stessa sensazione che avevo dopo le prime volte che ho giocato con la WII .... bello, divertentissimo, ma per quante ore avrò voglia di indossare un caschetto e sbattermi invece che sedermi comodamente in poltrona con un joypad in mano?

O la VR diventa qualcosa di realmente coinvolgente e unico, o rimarrà ancora per anni oggetto per pochi.


Se non sai di cosa stai parlando, amico mio, per quale motivo scrivi?
Noia?
AceGranger09 Gennaio 2018, 09:47 #5
Originariamente inviato da: Vash88
Mi sembra che la versione 2.0 sistemi tutte le criticità della prima. La risoluzione mi sembra perfettamente adatta alle capacità delle schede video della prossima generazione. Avere una risoluzione superiore è controproducente se bisogna investire un patrimonio in scheda video. Migliore ergonomia, capacità wigig, nuovo design.


no, per nulla;

tu in gaming avresti comunque potuto utilizzare una risoluzione dell'immagine inferiore, ma beneficiare comunque della maggior risoluzione fisica per eliminare la retinatura utilizzando l'upscaling.
l'effetto negativo dell'upscaling sarebbe stato SICURAMENTE inferiore all'effetto retinatura, ma sarebbe stato un concetto troppo difficile da far passare alla massa e alla stampa non del settore, e lo dico seriamente senza offesa.

es. avesse avuto un monitor 4K, uno poteva utilizzare la risoluzione 1080p, upscalare del doppio con chip di qualita come sulle TV, ed ottenere un'immagine ottima con retinatura minima; un BR FHD upscalato a 4K non è come avere un BR 4K ma è una via di mezzo di buona qualita.
Ciche09 Gennaio 2018, 10:48 #6
Originariamente inviato da: ilbarabba
Se non sai di cosa stai parlando, amico mio, per quale motivo scrivi?
Noia?


Non ho capito se è un tentativo di flame o altro. Probabilmente non mi conosci.
Se tu pensi seriamente che la VR è arrivata ad un prodotto realmente commerciale e che tra pochi mesi tutti ne avranno 1 in casa ... la pensiamo molto differente. E sono pronto a scommetterci anche denaro se vuoi .
Albi8009 Gennaio 2018, 11:32 #7
Io mi son procurato l Oculus da un messetto .
Gioco con il Pc/ console / amiga500 dal 1987
E francamente , mi pento per non averlo preso prima .
Ben vengano schermi più definiti con minore screen-door effect
calabar09 Gennaio 2018, 12:33 #8
Direi che è una buona revisione.

La risoluzione del display è ancora bassa a mio parere, il pericolo maggiore è lo "screen door effect" che da un effetto peggiore di quello che si aveva con i giochi 3D dei primi anni '90.
Come già detto da Acegrenger, meglio una risoluzione alta upscalata, per lo meno si riduce la visibilità dei subpixel del display migliorando il blending dei pixel.
Già così comunque è un passo avanti, il vive è un po' indietro rispetto all'oculus CV1 da questo punto di vista.

Interessante il wireless (oddio i 60GHz vicini alla testa non sono rassicuranti) e le due fotocamere aprono nuove possibilità per la realtà aumentata.
Il cambio di colorazione abbastanza inutile, fa sorridere come nell'articolo ricalchino questa "novità", direi che ci sono cose ben più rilevanti.

@redazione
Se nel sottotitolo dell'articolo scrivete "non ci sono novità solo per quanto riguarda gli schermi OLED" sembra che sia stato tutto rinnovato ad eccezione dello schermo, e la frase fa poi ovviamente a pugni con quello che segue. Il "non" va spostato tre parole più avanti.
slide196509 Gennaio 2018, 13:38 #9
Originariamente inviato da: Ciche
Non ho capito se è un tentativo di flame o altro. Probabilmente non mi conosci.
Se tu pensi seriamente che la VR è arrivata ad un prodotto realmente commerciale e che tra pochi mesi tutti ne avranno 1 in casa ... la pensiamo molto differente. E sono pronto a scommetterci anche denaro se vuoi .

Presumo si riferisse ad altro e non certo all’ipotesi surreale che tra pochi mesi tutti ne avranno uno a casa, il che in realtà non sarebbe nemmeno così folle come ipotesi se non fosse che c’è ancora da lottare contro l’ignoranza di chi pensa che la vr debba essere regalata tipo pacchetto di noccioline ma poi gira con smartphone da 1000€ per chattare su Facebook.

Tornando a noi, il “non sai di cosa parli” penso si riferisse a tutta la serie di castronerie che hai scritto nel tuo post d’esordio, nello specifico:

Originariamente inviato da: Ciche
Ad oggi la VR è una cosa ancora per pochi, e quei pochi di solito non sono gli hardcore gamer ma piuttosto l'opposto (gli stessi che si sono buttati ai tempi su Wii, kinect, etc).

La vr non è una cosa per pochi , è per tutti , il problema come sempre è che c’è gente che si vuole divertire gratis.

Quei pochi di cui parli sono proprio gli appassionati e non necessariamente gli ex Wii o kinect, io ad esempio uso la vr è non ho mai avuto ne una Wii ne un kinect e come me tutti quelli che conosco, del resto stiamo parlando di prodotti nemmeno comparabili.

Originariamente inviato da: Ciche
La notizia di qualche giorno fa dell'abbandono definitivo di Microsoft a kinect dovrebbe far riflettere.

Esatto , dovrebbe , ma a quanto pare non è così , kinect non c’entra una fava con la vr e l’abbandono è proprio per orientarsi sulla vr
Originariamente inviato da: Ciche
Personalmente ritengo che siamo ancora anni-luce lontani da un prodotto VR "veramente" VR. Ne ho provati un po' e tutti ti lasciavano con la stessa sensazione che avevo dopo le prime volte che ho giocato con la WII .... bello, divertentissimo, ma per quante ore avrò voglia di indossare un caschetto e sbattermi invece che sedermi comodamente in poltrona con un joypad in mano?

Gli anni luce di cui parli non esistono , i visori son già pronti , si attende solo che il mercato delle vga fornisca potenza adeguata a pilotarli a risoluzioni più alte, nella speranza che le gente non si aspetti poi che tali vga vengano a loro volta regalate.

Io gioco comodamente seduto sulla postazione di guida con visore e in mano ho un volante , quasi quasi mi sa che son più comodo io che te col joypad, se si è stanchi al punto che ci fa fatica anche quello forse conviene andare direttamente a letto a riposare e non giocare ai videogame .

Originariamente inviato da: Ciche
O la VR diventa qualcosa di realmente coinvolgente e unico, o rimarrà ancora per anni oggetto per pochi.

La vr è già qualcosa di coinvolgente e unico, se cerchi qualcosa di ancora più immersivo credo che nessuno possa aiutarti.
Vash8809 Gennaio 2018, 13:41 #10
Originariamente inviato da: AceGranger
no, per nulla;

tu in gaming avresti comunque potuto utilizzare una risoluzione dell'immagine inferiore, ma beneficiare comunque della maggior risoluzione fisica per eliminare la retinatura utilizzando l'upscaling.
l'effetto negativo dell'upscaling sarebbe stato SICURAMENTE inferiore all'effetto retinatura, ma sarebbe stato un concetto troppo difficile da far passare alla massa e alla stampa non del settore, e lo dico seriamente senza offesa.

es. avesse avuto un monitor 4K, uno poteva utilizzare la risoluzione 1080p, upscalare del doppio con chip di qualita come sulle TV, ed ottenere un'immagine ottima con retinatura minima; un BR FHD upscalato a 4K non è come avere un BR 4K ma è una via di mezzo di buona qualita.


Giusto. L'effetto screendoor va eliminato il più possibile. Forse la maggiorparte dei giocatori già sfrutta l'upscaling per la VR, ed è quindi già al limite delle possibiltà delle proprie vga. Speriamo che la potenza delle vga aumenti e le ottimizzazioni per la VR continuino a fioccare. Comunque anche con questo aumento di risoluzione non mi stupirebbe se molti giocassero in upscaling.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^