Asus al lavoro su uno ZenWatch senza Android Wear e con autonomia di una settimana

Asus al lavoro su uno ZenWatch senza Android Wear e con autonomia di una settimana

Secondo quanto dichiarato dal CEO John Shen, Asus potrebbe presto abbandonare Android Wear a favore di un sistema operativo proprietario per permettere ai propri smartwatch di raggiungere una autonomia di circa una settimana

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Wearables
ASUS
 

L'azienda taiwanese Asus potrebbe presto virare su un sistema operativo alternativo per equipaggiare i propri futuri smartwatch con lo scopo di allungarne l'autonomia operativa e abbandonando Android Wear, attualmente a bordo dello ZenWatch. Questo sembra essere quanto dichiarato dal CEO della compagnia Jerry Shen lo scorso venerdì.

Shen ha anche confermato che Asus continuerà ad utilizzare il sistema operativo di Google, Android Wear, in uno degli ZenWatch di seconda generazione, prima che avvenga ogni possibile futuro cambiamento. "L'obiettivo principale è quello di riparmiare più energia possibile" ha affermato Shen ai margini di una conferenza con gli investitori.

"Continueremo a lavorare con Google e Android Wear, e produrremo un altro smartwatch che non utilizza Android Wear e che sarà caratterizzato da una maggiore autonomia". Queste le parole di Shen che ha poi aggiunto che lo smartphone non-Android sarà basato su un chip Mediatek ancora in via di sviluppo.

Il 24 gennaio scorso, il chairman Jonny Shih aveva già dichiarato che il prossimo smartwatch di Asus sarebbe giunto con una autonomia di oltre una settimana, possibile grazie ad un chipset semplificato e a un differente sistema operativo. Tutto in opposizione con gli attuali smartwatch la cui autonomia difficilmente supera le 24/36 ore.

Il produttore ha anche affermato che intende presto annunciare anche due nuove wristband, ovvero dei bracciali tecnologici, ad un prezzo sensibilmente contenuto e dotate di alcune funzioni di monitoraggio dei parametri vitali come il battito cardiaco, lo zucchero nel sangue e, in generale, l'attività fisica giornaliera.

Ancora non è stata indicata una data precisa per quanto riguarda il lancio di questi nuovi prodotti ma qualcosa potrebbe vedersi già nelle prossime settimane in occasione del MWC in programma a Barcellona la prima settimana di marzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Holy8717 Febbraio 2015, 16:06 #1
Finalmente una mossa sensata.
palleggiatore17 Febbraio 2015, 20:29 #2
e fu così che si ritornò ai firmware con java

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^